Aziende

Unesco

Creata sotto l’egida della neonata Onu il 16 novembre del 1945, l’Unesco (sigla che è l’acronimo della definizione inglese di United Nations Educational, Scientific and Cultural Organization) è l’organizzazione internazionale che ha lo scopo di incoraggiare la collaborazione tra le nazioni nelle aree di istruzione, scienza, cultura e comunicazione. Altra missione per la quale è nata l’Unesco è quella di mantenere e contribuire alla preservazione di una lista di cosiddetti “patrimoni dell’umanità”: si tratta di siti di importanza culturale mondiale (definiti World Heritage Sites), distribuiti in tutte le parti del globo, che sono stati scelti per la loro importanza dal punto di vista artistico, culturale o naturalistico e la cui conservazione e sicurezza è ritenuta importante per la comunità mondiale. Attualmente sono membri dell’Unesco 193 paesi del mondo, mentre il quartier generale dell’organizzazione internazionale è situato a Parigi e il suo Direttore Generale è la bulgara Irina Bokova. Gli uffici di rappresentanza dell’Unesco nel mondo sono sessanta e il personale che vi lavora è responsabile della gestione di programmi di scambio educativo, scientifico e culturale tra le nazioni, di programmi scientifici internazionali, di programmi di alfabetizzazione, tecnici e di formazione degli insegnanti, di progetti regionali e di storia culturale e di cooperazioni internazionali per conservare il patrimonio culturale e naturale del pianeta e per preservare i diritti umani.

La nascita dell’Unesco ha inizio prima della fine della seconda guerra mondiale, quando i ministri della cultura e dell’educazione dei paesi alleati a combattere contro la Germazia nazista hanno deciso di creare il Came, sigla per Conference of Allied Ministers of Education. Con la fine delle ostilità questa si è trasformata nell’organizzazione patrocinata dall’Onu e si è allargata a un numero sempre maggiore di nazioni.

Ultimo aggiornamento 28 ottobre 2016

Ultime notizie su Unesco
    • Agora

    Convivio Zorzettig, luogo d'incontri e cultura del vino tra i Colli friulani

    Non lontano dalla città di origine longobarda Cividale, eletta a Patrimonio dell'umanità dall'Unesco, il Relais ospita le serate dell'evento in un'atmosfera informale, accogliente e suggestiva, immerso com'è tra vigne di Malvasia risalenti al 1933, tra le più longeve del territorio.

    – Nicola Dante Basile

    • Agora

    Maxi-polo di turismo ambientale sullo Jonio in Puglia

    Grazie a un investimento di oltre 13 milioni di Euro, il complesso Ethra Reserve, già noto come Nova Yardinia, è stato profondamente ridisegnato e rinnovato, i servizi sono stati ampliati e il verde riqualificato, per proporre agli ospiti un'esperienza esclusiva di vacanza nel cuore della natura pugliese, a meno di un'ora Matera, Patrimonio Unesco e Capitale Europea della Cultura per il 2019.

    – Vincenzo Chierchia

    • News24

    Il cibo del futuro sarà così

    A queste domande prova a rispondere l'evento promosso dalla Delegazione Permanente italiana dell'Unesco guidata dall'Ambasciatore Vincenza Lomonaco, giovedì 24 maggio a Parigi, durante una Giornata intitolata a Cultura e cibo: inclusione sociale,... ...Generale Unesco Audrey Azoulay e Alain Ducasse, l'ambasciatore della cucina gastronomica.

    – di Riccardo Piaggio

    • News24

    Il «fascino» del modello autoritario di Pechino

    La Cina diventerà la più importante potenza economica e geopolitica al mondo nel volgere di poco? O ha già raggiunto questo status, come alcuni ipotizzano? E, nel caso in cui la risposta a entrambe le domande fosse affermativa, quali sarebbero le implicazioni globali per il futuro della democrazia?

    – di Barry Eichengreen

    • News24

    Karl Marx torna in Germania ma come ambasciatore del «modello» Cina

    «In Germania le nostre statue sono alte al massimo 1,5 metri più della statura della persona scolpita». Il responsabile alla cultura di Treviri, Andreas Ludwig, gentilmente ma con tipica fermezza germanica, tenta di contenere la smania di grandezza del più famoso scultore cinese. Wu Weishan

    – di Isabella Bufacchi

    • News24

    Italiani pazzi per il caffè: per berlo si spendono 260 euro all'anno

    «Anche un pessimo caffè è meglio di nessun caffè», recita un aforisma attribuito al registra David Lynch. Devono pensarla così anche gli italiani visti i dati sul consumo di caffè: il 95% lo beve abitualmente e addirittura l'89% dei partecipanti al focus dell'Osservatorio Social Monitoring di

    – di Francesca Milano

    • News24

    Sposi nel Belpaese: le location per un sì indimenticabile

    Per molti italiani il Belpaese resta la prima destinazione dove pronunciare il fatidico sì. Ma sono soprattutto gli stranieri a sceglierla. E non si tratta solo di star dello spettacolo o magnati dell'industria. I matrimoni di stranieri super luxury rappresentano solo il 4,4% del totale, quelli

    – di Lucilla Incorvati

1-10 di 1875 risultati