Persone

Umberto Eco

Umberto Eco nato il 5 gennaio del 1932 ad Alessandria, è deceduto il 19 febbraio del 2016 a Milano ed è stato un semiologo, filosofo e scrittore italiano.

E' stato il massimo esponente della cultura del libro, quello tradizionale, cartaceo, ma è anche stato il primo curatore, già negli anni Ottanta, di una delle prime Enciclopedie multimediali.

Dopo aver conseguito il diploma di maturità classica presso il Liceo "Giovanni Plana" di Alessandria, si è iscritto alla facoltà di Filosofia dell'Università di Torino, dove si è laureato nel 1954 con una tesi sull'estetica di San Tommaso d'Aquino. La tesi è stata poi approfondita e trasformata nel 1956 in un libro dal titolo "Il problema estetico in San Tommaso".

Molto cattolico in età giovanile ed attivo nell'Azione Cattolica, dopo gli studi universitari ha smesso di credere in Dio ed ha deciso di lasciare definitivamente la Chiesa cattolica.

Assunto in Rai nel 1954, vi ha lavorato fino alla fine degli anni '50, per poi assumere dal 1959 al 1975 la carica di condirettore editoriale della casa editrice Bompiani.

Nel 1961 ha intrapreso la carriera universitaria, che lo ha portato a diventare nel 1975 professore ordinario di Semiotica presso l'ateneo di Bologna.

Ha insegnato in qualità di Visiting Professor in molte università del mondo quali la New York University, Northwestern University, Columbia University, Yale University, Harvard University, University of California-San Diego, Cambridge University, Oxford University, Università di São Paulo e Rio de Janeiro, La Plata e Buenos Aires, Collège de France e l' Ecole Normale Supérieure (Parigi).

Direttore dell'Istituto di Comunicazione e spettacolo del DAMS dell'Università di Bologna, è poi divenuto Presidente della Scuola Superiore di Scienze Umanistiche.

Ha collaborato a numerose riviste settimanali e giornali quotidiani quali, "L'espresso" , " Il Giorno", "La Stampa", "Corriere della Sera", "la Repubblica"," il manifesto" ecc.

Il suo esordio letterario è avvenuto nel 1980 col best seller "Il nome della rosa", vincitore del prestigioso Premio Strega (ed. 1981) tradotto in 47 lingue, venduto in trenta milioni di copie e celebrato dalla televisione col film omonimo, interpretato da un impareggiabile Sean Connery.

Nel 1988 esce il suo secondo romanzo, che rivisita in chiave satirica i fatti veri o leggendari della storia e le cosidette teorie del complotto.

Umberto Eco è stato tributato di numerose onorificienze nazionali ed internazionali, riconoscimenti e premi letterari.

Tra le sue opere letterarie più recenti si ricordano, "Baudolino" (2000), "La misteriosa fiamma della regina Loana" (2004), "Il cimitero di Praga" (2010), "Numero zero" (2015) e da ultimo "Pape Satan Aleppe", che verrà pubblicata il prossimo 27 febbraio.

È stato sposato fin dal settembre 1962 con la tedesca Renate Ramge, insegnante d'arte ed aveva due figli, Stefano e Carlotta.

Ultimo aggiornamento 25 febbraio 2016

Ultime notizie su Umberto Eco
    • News24

    Parigi e le magìe di Elsa

    C'è stato un momento, alla metà degli anni Ottanta, in cui la Francia ha riscoperto con entusiasmo la letteratura italiana, dopo l'amore, soprattutto cinematografico, per il neorealismo del dopoguerra. Calvino viveva spesso a Parigi, Moravia era di casa, ma gli editori andavano allora soprattutto a

    – Elisabetta Rasy

    • NovaCento

    Lettere sull'innovazione. Un pensiero per Umberto Eco

    Gentile direttore, mentre ci affanniamo a comprendere verso quali traguardi (o quali derive) ci sta portando l'innovazione e a capire come controllare i new media (o come non farci controllare), non posso fare a meno di pensare che Umberto Eco aveva capito tutto e con largo anticipo: i rischi connessi all'eccesso d'informazione, la perdita d'identità all'epoca dei social, le insidie delle fake news, l'importanza del senso critico, i sottili meccanismi del linguaggio degli uomini delle macchine....

    – Luca De Biase

    • News24

    Addio a Francesco Leonetti, voce inconfondibile

    Si è spento nella notte fra sabato e domenica, nella casa di riposo milanese dove aveva trascorso gli ultimi anni, Francesco Leonetti; aveva 93 anni. Nato a Cosenza nel 1924, dopo la guerra (che lo vide al fronte, sul Liri, e gli lasciò l'udito devastato dallo shell-shock) si trasferì a Bologna,

    – di Andrea Cortellessa

    • Agora

    La scienza, l'economia, la libertà: leggere Croce nel XXI secolo

    La lista dei detrattori è lunga. A volte sembra che Benedetto Croce sia stato il responsabile di tutti i difetti della cultura italiana. La sua immagine è ormai quella di un polveroso pensatore passatista, da ricordare solo per la chiusura che avrebbe imposto al nostro Paese. E' impensabile davvero rileggerlo oggi? Un filosofo all'Indice Tutti sembrano criticarlo aspramente. I cattolici lo hanno disprezzato perché per lui la Chiesa - e non il cristianesimo - in quanto nemica della libertà, er...

    – Riccardo Sorrentino

    • News24

    Università, Gentiloni: dopo decenni inversione tendenza, ma primi passi

    Nell'università «stiamo cercando di risalire la china: veniamo da decenni di crisi, di difficoltà, penso alla crisi di immatricolazioni. Riconosco il grande impegno del ministro Fedeli», c'è «un'inversione di tendenza, qualche primo passo nella direzione giusta». Lo ha detto il presidente del

    – di Al.Tr.

    • News24

    Frieze London: BMW lancia Open Work con la curatrice Fattori Franchini

    E' la curatrice italiana Attilia Fattori Franchini, classe 1983, a dare avvio alla commissione "Open Work", in scena dal 5 al 8 ottobre aFrieze London, che arricchisce la collaborazione tra BMW Culture Engagement, diretto da Thomas Girst, e la fiera londinese con un focus specifico sulle

    – di Sara Dolfi Agostini

    • News24

    #Computer

    Icomputer sono inutili. Ti sanno dare solo risposte.

    – Gianfranco Ravasi

    • News24

    L'odio degli indignati da fake news

    Secondo Spinoza, è compito della democrazia «contenere gli uomini per quanto è possibile entro i limiti della ragione, affinché vivano nella concordia e nella pace». Acuto come sempre, Spinoza vede un nesso strettissimo tra democrazia, ragione e pace. Invece, è una tecnica collaudata degli

    – di Marco Santambrogio

    • News24

    Addio a Guido Rossi, maestro del diritto e protagonista della finanza

    Guido Rossi è stata una delle figure più significative della cultura giuridica italiana degli ultimi cinquant'anni. Nato a Milano nel 1931, aveva studiato Giurisprudenza a Pavia, dove si era laureato a ventidue anni. A quei tempi, all'inizio degli anni cinquanta, il diritto del nostro paese era

    – di Mario Ricciardi

    • Agora

    L'educazione finanziaria? Piu che i social la fanno i Malavoglia

    Le sospirate vacanze sono iniziate, o alle porte per i più, il momento di ricaricare le energie anche mentali. E capire che molte lezioni che ci troviamo di fronte spesso aride e astratte sono realtà vera vissuta dalle persone. L'occasione migliore per fare provvista di stimoli nuovi, infatti, magari attraverso un viaggio, ossia la conoscenza di condizioni di vita differenti dalle nostra: dal cambio delle valute all'osservazione delle condizioni economiche e sociali di altri popoli si possono t...

    – Marco lo Conte

1-10 di 370 risultati