Persone

Umberto Eco

Umberto Eco nato il 5 gennaio del 1932 ad Alessandria, è deceduto il 19 febbraio del 2016 a Milano ed è stato un semiologo, filosofo e scrittore italiano.

E' stato il massimo esponente della cultura del libro, quello tradizionale, cartaceo, ma è anche stato il primo curatore, già negli anni Ottanta, di una delle prime Enciclopedie multimediali.

Dopo aver conseguito il diploma di maturità classica presso il Liceo "Giovanni Plana" di Alessandria, si è iscritto alla facoltà di Filosofia dell'Università di Torino, dove si è laureato nel 1954 con una tesi sull'estetica di San Tommaso d'Aquino. La tesi è stata poi approfondita e trasformata nel 1956 in un libro dal titolo "Il problema estetico in San Tommaso".

Molto cattolico in età giovanile ed attivo nell'Azione Cattolica, dopo gli studi universitari ha smesso di credere in Dio ed ha deciso di lasciare definitivamente la Chiesa cattolica.

Assunto in Rai nel 1954, vi ha lavorato fino alla fine degli anni '50, per poi assumere dal 1959 al 1975 la carica di condirettore editoriale della casa editrice Bompiani.

Nel 1961 ha intrapreso la carriera universitaria, che lo ha portato a diventare nel 1975 professore ordinario di Semiotica presso l'ateneo di Bologna.

Ha insegnato in qualità di Visiting Professor in molte università del mondo quali la New York University, Northwestern University, Columbia University, Yale University, Harvard University, University of California-San Diego, Cambridge University, Oxford University, Università di São Paulo e Rio de Janeiro, La Plata e Buenos Aires, Collège de France e l' Ecole Normale Supérieure (Parigi).

Direttore dell'Istituto di Comunicazione e spettacolo del DAMS dell'Università di Bologna, è poi divenuto Presidente della Scuola Superiore di Scienze Umanistiche.

Ha collaborato a numerose riviste settimanali e giornali quotidiani quali, "L'espresso" , " Il Giorno", "La Stampa", "Corriere della Sera", "la Repubblica"," il manifesto" ecc.

Il suo esordio letterario è avvenuto nel 1980 col best seller "Il nome della rosa", vincitore del prestigioso Premio Strega (ed. 1981) tradotto in 47 lingue, venduto in trenta milioni di copie e celebrato dalla televisione col film omonimo, interpretato da un impareggiabile Sean Connery.

Nel 1988 esce il suo secondo romanzo, che rivisita in chiave satirica i fatti veri o leggendari della storia e le cosidette teorie del complotto.

Umberto Eco è stato tributato di numerose onorificienze nazionali ed internazionali, riconoscimenti e premi letterari.

Tra le sue opere letterarie più recenti si ricordano, "Baudolino" (2000), "La misteriosa fiamma della regina Loana" (2004), "Il cimitero di Praga" (2010), "Numero zero" (2015) e da ultimo "Pape Satan Aleppe", che verrà pubblicata il prossimo 27 febbraio.

È stato sposato fin dal settembre 1962 con la tedesca Renate Ramge, insegnante d'arte ed aveva due figli, Stefano e Carlotta.

Ultimo aggiornamento 25 febbraio 2016

Ultime notizie su Umberto Eco
    • News24

    Ritratto di Umberto?Eco da giovane

    Non ho mai pensato che il tardivo approdo in cattedra del professore Umberto Eco, all'età di 43 anni, per quanto paradossale, possa aver costituito per lui un problema. ... Invece di rifugiarsi nella tranquilla, munita biblioteca universitaria torinese, Umberto si prende qualche mese per una piena immersione medievale nel tessuto urbano di Parigi: Notre Dame, Sainte Geneviève, Musée de Cluny, Sainte Chapelle e poi i calchi a grandezza naturale delle meraviglie romaniche e gotiche al Musée des...

    – di Mario Andreose

    • NovaOther

    Il videostorytelling che fa scuola

    «A fine settembre 2016 abbiamo integrato Encyclomedia, l'enciclopedia ideata e diretta da Umberto Eco: così i contenuti di Oil Project sono passati da 4mila a 8mila e oggi chi studia Kant lo può fare in rete su un testo scritto dal compianto professore», precisa De Rossi.

    – Giampaolo Colletti

    • News24

    Quando i disegni fanno pensare

    Provate a leggere, all'inizio de Il nome della rosa, il romanzo di Umberto Eco, la descrizione dell'abbazia.

    – di Paolo Legrenzi

    • News24

    A Milano si celebra la rivincita del libro

    Certo, non mancheranno momenti tradizionali: quello dedicato a "Umberto Eco e l'almanacco del bibliofilo", o "Il libro d'artista nell'era digitale", con testimonianze di alcuni protagonisti di questo genere di pubblicazioni.

    – di Armando Torno

    • NovaCento

    Breve storia delle Scienze della Comunicazione in Italia

    Oltre a Bettetini, gli altri padri fondatori delle Scienze della Comunicazione in Italia furono Umberto Eco (1932 - 2016), Alberto Abruzzese, Mario Morcellini (questi ultimi due professori, sono recentemente andati in pensione). Con Bettetini ed Eco più operativi nel Nord Italia, Abruzzese e Morcellini più attivi al Centro-Sud.

    – Gabriele Caramellino

    • News24

    Maestro del metodo senza barriere

    Però non vorrei prendere la morte di Bettetini, così come qualche mese fa quella del suo amico fraterno Umberto Eco, come un segno dei tempi.

    – Francesco Casetti

    • News24

    E' morto Gianfranco Bettetini, regista e padre della semiotica

    ...periodo, insieme a Umberto Eco, figura centrale nella fondazione della semiotica dei media. ... Laureato in ingegneria, Bettetini si specializzò in teoria e tecnica delle comunicazioni di massa soprattutto legate al mezzo televisivo, divenendo, negli anni '50, regista televisivo alla sede Rai di Milano, dove conobbe Umberto Eco, con il...

    • News24

    Regioni divise verso il tavolo con il Governo

    Esprime una posizione critica, anche se dal centrosinistra, il governatore della Toscana, Enrico Rossi (Pd), che ha pubblicato su Facebook una lettera aperta al ministro dell'Interno dal titolo evocativo «Il nome della cosa non può essere Cie» rimandando a Umberto Eco.

    – Marta Paris

1-10 di 350 risultati