Persone

Umberto Bossi

Umberto Bossi, politico, già senatore della Repubblica ed Europarlamentare, ora deputato della Repubblica, è stato Ministro delle Riforme per il Federalismo del governo Berlusconi IV, oltre che il fondatore ed ex segretario federale della Lega Nord.

Nato a Cassano Magnago (Varese) nel 1941, alla politica Umberto Bossi è arrivato nel 1979, durante gli anni di università a Pavia.

Nel 1984 fonda il movimento politico Lega Lombarda che, nelle elezioni del 1987, riesce a ottenere un seggio al Senato; Umberto Bossi sale così alla ribalta nazionale e, con questo incarico, viene soprannominato "il senatur"; l'appellativo dialettale lombardo gli rimane anche se, nelle seguenti legislature, Bossi viene sempre rieletto alla Camera dei Deputati.

Nel 1989, sotto la guida di Umberto Bossi, la Lega Lombarda cambia nome in Lega Nord, per consolidare così il forte radicamento ottenuto fuori dai confini regionali e, in particolar modo, in Veneto.

Alle elezioni generali del 1992, allo scoppio di Tangentopoli, la Lega Nord diviene la quarta forza politica italiana, mentre in quelle dell 1994 si allea con Forza Italia, formazione politica creata da Silvio Berlusconi (formando così il Polo delle Libertà); la coalizione risulterà vincente e la Lega otterrà per la prima volta 5 incarichi ministeriali.

Nel 1996 la legislatura termina anticipatamente e in quella successiva Umberto Bossi cambia la propria politica da federalista a secessionista, proponendo la formazione della Padania (uno Stato autonomo che dovrebbe comprendere le regioni settentrionali del Paese).

Nel frattempo la Lega riallaccia i rapporti con i partiti del centrodestra e nel 2001 vince nuovamente le elezioni politiche; Umberto Bossi ricopre la carica di Ministro per le Riforme fino a luglio 2004. Nello marzo dello stesso anno viene colpito da un ictus cerebrale dal quale si ristabilirà solo diversi mesi dopo.

Consolidata l'alleanza con il Polo delle Libertà, La Lega Nord fa parte della coalizione di centrodestra che si presenta alle elezioni del 2006 e del 2008.

Nel 2012, a seguito dello scandalo legato alla distrazione dei fondi pubblici della Lombardia alla sua famiglia e alle casse della Lega Nord, rassegna le dimissioni da segretario del partito; al suo posto viene eletto segretario Roberto Maroni, e Umberto Bossi da allora svolge un ruolo marginale all'interno del partito.

Ultimo aggiornamento 24 febbraio 2016

Ultime notizie su Umberto Bossi
    • News24

    Salvini «sconta» il sorpasso Fi, scontro nell'Ncd

    La data delle dimissioni non è stata ancora scritta. Silvio Berlusconi resterà al San Raffaele almeno fino ai primi di luglio. Ieri ha ricevuto le telefonate del Capo dello Stato Sergio Mattarella e poi del presidente del Ppe Joseph Daul, che gli hanno rivolto gli auguri per una pronta guarigione.

    – Barbara Fiammeri

    • News24

    Il voto lascia la destra nel limbo tra due linee e spunta l'insofferenza per Salvini

    Il voto non ha sciolto il dilemma del centro-destra. Anzi lo ha perfino esasperato. Salvini sperava di uscire rafforzato dalle urne per imporsi come leader e piegare la coalizione alla sua linea. Ma non è andata così.Lo stesso si può dire del modello Milano e di Parisi: mancando la vittoria perde

    – Lina Palmerini

    • News24

    Silvio Berlusconi/ La discesa in politica con Forza Italia

    Negli anni Ottanta Berlusconi non fa mai mancare il suo sostegno al leader socialista Bettino Craxi. Ma dopo Tangentopoli decide di scendere direttamente in campo e fonda Forza Italia a partire da una serie di "club" sul territorio guidati da Giuliano Urbani. Con lui una nutrita schiera di fidi

    • News24

    Se il leghista vende il motel per ospitare migranti

    «Amici, l'integrazione è una grande caz? inventata dalla sinistra. Siamo stanchi di nomadi e clandestini nelle nostre città. Mandiamoli al loro paese». E' uno degli slogan che Roberto Bernardelli, candidato nella lista della Lega Nord al Comune di Milano, sta diffondendo sul web e sui manifesti

    – Vitaliano D'Angerio

    • News24

    M5s, ultimo saluto a Casaleggio: i funerali a Milano. Folla grida: «Onestà»

    Un lungo applauso e il saluto, ripetuto «onesta, onestà». Così al termine della cerimonia funebre per l'ultimo saluto a Gianroberto Casaleggio, tutti i presenti in piazza Santa Maria delle Grazie, cittadini ed esponenti politici del Movimento, hanno accolto l'uscita del feretro. Un lunghissimo

    • News24

    Un fantasma chiamato destra

    C'è un motivo, se in Italia la così detta destra si è estinta. E Silvio Berlusconi non c'entra niente. Questo motivo è che la destra, come blocco culturale e sociale di derivazione risorgimentale e tardo ottocentesca, è morta dopo la rovina del fascismo, se non già nel fascismo come fenomeno

    – Alessandro Giuli

    • Agora

    La Commissione antimafia ha dimenticato per 2 anni il caso Vannucci-Italia-San Marino: e se lo aprisse ora?

    Cari lettori, come sapete da venerdì scorso ho (ri)cominciato ad occuparmi di San Marino e del parallelismo con l'Italia essendo (da sempre) questo potentissimo (sul fronte tributario, finanziario e creditizio) Stato-condominio un'immagine riflessa dell'Italia. Lo faccio dopo che l'ennesima indagine sul Titano ha portato in carcere l'ennesimo potente locale e ha scoperchiato un verminaio di vasta portata. Oggi affronto con voi una pagina infida della recentissima storia dei rapporti tra San Mar...

    – Roberto Galullo

1-10 di 2155 risultati