Aziende

Uber

Uber è una multinazionale con sede a San Francisco che fornisce un servizio di trasporto automobilistico privato attraverso l’app che mette in contatto diretto passeggeri e conducenti.

Nata nel 2008 da un’idea dell’ingegnere informatico Travis Kalanick (ceo della società)  e Garrett Camp cofondatore. In pochi anni dall’applicazione è nato un business miliardario che ha una valutazione di 70 miliardi di dollari (dati 2016) ma che ha incontrato molti ostacoli sul suo cammino: l’opposizione dei tassisti in molti stati sia nelle Americhe, sia in Europa e scandali sessuali avvenuti all’interno della società.

Il 20 giugno 2017 Kalanick, padre-padrone di Uber, si è dimesso dalla carica di amministratore delegato a seguito delle pressioni degli investitori. Il 28 agosto Dara Khosrowshahi, ex ceo della società di viaggi online Expedia, l’ha sostituito.

Nonostante i veti, anche legali, Uber opera in 66 nazioni in più di 507 città in tutto in mondo.

Ultimo aggiornamento 28 agosto 2017

Ultime notizie su Uber
    • Econopoly

    Londra che ferma Uber è la vittoria del protezionismo tecnologico

    Venerdì 22 settembre, l'ente responsabile per i trasporti pubblici di Londra, il "Transport for London", ha deciso di non rinnovare la licenza ad Uber. ... Per ora Uber potrà continuare a garantire i propri servizi. Nel caso in cui, invece, la sentenza d'appello dovesse confermare le accuse mosse dal "Transport for London", la maggior parte dei servizi di Uber non potranno più operare nella capitale britannica.

    – Giovanni Caccavello

    • Econopoly

    La lezione di Ryanair e Uber: la reputazione è il tallone d'achille delle aziende

    Le recenti vicende che hanno coinvolto Uber e Ryanair pongono alcuni interrogativi. ... La notizia relativa alla revoca delle licenze per Uber in UK, paese notoriamente di matrice fortemente liberista, stupisce alquanto. L'impatto per Uber, che ora aspetta il verdetto dell'appello, rischia di essere molto pesante, visto che a Londra (tra le poche metropoli non statunitensi ad avere accordato una licenza alla società californiana) operano 40mila driver per una platea di 3,5 milioni di clienti.

    – Pasquale Merella

    • News24

    Uber perde la licenza per operare a Londra (ma presenta appello)

    A Uber Technologies Inc., l'applicazione di sharing economy che consente agli utenti di metterea disposizione la propria auto o fruire di un servizio di trasporto «alternativo» ai tradizionali taxi, non sarà rinnovata la licenza per operare a Londra. ... Transport for London - così si chiama l'authority competente - ritiene che «l'approccio e il comportamento di Uber dimostrino una mancanza di responsabilità aziendale in relazione a una serie di temi che hanno implicazioni di sicurezza pubblica e...

    – di Biagio Simonetta

    • News24

    Gli (in)dipendenti della Gig economy

    Queste piattaforme - Uber, Foodora, MTurk, Petme, Le Cicogne, Deliveroo e così via - non sono tutte uguali. ... Questo lavoro "indipendente" riguarda categorie molto diverse: 1. chi offre servizi, cioè fa ricerche online per MTurk, porta a casa dei clienti la cena con Deliveroo o Foodora, offre corse in auto via Uber, fa il babysitter su Le Cicogne o il petsitter su Petme, e così via; 2. chi vende merci su piattaforme come eBay; 3. chi affitta beni patrimoniali per esempio su Airbnb.

    – di Luca De Biase

    • News24

    Gli (in)dipendenti della Gig economy

    Queste piattaforme - Uber, Foodora, MTurk, Petme, Le Cicogne, Deliveroo e così via - non sono tutte uguali. ... Questo lavoro "indipendente" riguarda categorie molto diverse: 1. chi offre servizi, cioè fa ricerche online per MTurk, porta a casa dei clienti la cena con Deliveroo o Foodora, offre corse in auto via Uber, fa il babysitter su Le Cicogne o il petsitter su Petme, e così via; 2. chi vende merci su piattaforme come eBay; 3. chi affitta beni patrimoniali per esempio su Airbnb.

    – Luca De Biase

    • NovaOther

    Il guru (riluttante) delle reti

    Kompeela lo sa bene e lo dice senza problemi: "Prendete Uber: il suo maggior costo è quello del lavoro umano, dei guidatori: un domani, con le macchine a guida autonoma, il mestiere del conducente scomparirà e con lui subito anche quello del camionista, che negli Usa ancora oggi è il preferito tra i meno qualificati".

    – Michele Weiss

    • News24

    Taxi, le città dove costano meno al mondo (e quelle dove sono più cari)

    E' anche interessante vedere qual è l'"effetto Uber", visto che il servizio di trasporto automobilistico privato è presente in ben 65 delle 80 città prese in esame dallo studio di Carspring. Se consideriamo il costo per chilometro percorso, le città più costose in cui non è presente Uber risultano essere alcuni centri tedeschi (Colonia, Amburgo, Stoccarda e Hannover) assieme a Copenaghen, alla belga Anversa e all'olandese Rotterdam. ...la concorrenza di Uber: appena 0,30 euro al chilometro.

    – di Enrico Marro

    • News24

    Google molla Uber: pronto un investimento da un miliardo in Lyft

    La luna di miele fra Google e Uber è finita da un pezzo. ... Lyft è la rivale numero uno Uber, negli Stati Uniti. ... In questi anni, però, Uber ha sempre vissuto questa sfida dal lato del vincitore, del padrone quasi assoluto di questo mercato emergente.

    – di Biagio Simonetta

    • News24

    La gig economy fa male alle salute? I rischi fisici (e mentali) dei "lavoretti"

    Negli Usa e in Gran Bretagna il fenomeno ha una maggiore valenza sociale, perché piattaforme come Uber (trasporti privati) o JustEat (consegna di cibo) sono più radicate e occupano milioni di persone. ... Solo Uber, che prevede lo sbarco in Borsa entro il 2019, conta tra le sue file oltre 150mila driver-partners, come la società ribattezza i conducenti. ...dagli autisti di Uber, ai fattori di stress emotivo e mentale che possono aggravarsi nella condizione di solitudine che è tipica dei...

    – di Alberto Magnani

    • News24

    A Torino taxi condiviso, corse scontate da e verso l'aeroporto

    Nuovi modelli di mobilità urbana e piattaforme di condivisione del servizio Taxi. A Torino si sperimenta, in chiave post-Uber. In campo c'è WeTaxi: si tratta di una start up torinese che ha elaborato una piattaforma per la condivisione del servizio di trasporto, in collaborazione con la cooperativa

    – di Filomena Greco

1-10 di 787 risultati