Persone

Tullio de Mauro

Tullio De Mauro (Torre Annunziata 31 marzo 1932- Roma 5 gennaio 2017) è stato un celebre linguista, docente universitario, ex ministro della Pubblica Istruzione e presidente della Fondazione Bellonci, che organizza il premio Strega.

De Mauro, laureato in Lettere classiche, ha insegnato nelle università di Napoli, Chieti, Palermo e Salerno. Docente di Filosofia del linguaggio alla Sapienza di Roma, è stato poi ordinario di Linguistica generale presso la stessa università. Nel 1966 è stato tra i fondatori della Società di linguistica italiana, di cui è stato anche presidente (1969-73). Dal 2000 al 2001 è stato ministro della Pubblica Istruzione nel governo Amato. Autore di un'importante traduzione commentata del Cours delinguistique générale di F. de Saussure (1967), tra le sue opere più importanti vanno citati: la Storia linguistica dell'Italia unita (1963) e Il grande dizionario italiano dell'uso.

Riconoscimenti

Nel 2001 è stato nominato dal Presidente della Repubblica Cavaliere di Gran Croce al Merito della Repubblica Italiana. Per l'insieme delle sue attività di ricerca, l'accademia nazionale dei Lincei gli ha attribuito nel 2006 il premio della Presidenza della Repubblica. Nel 2008 gli è stato conferito l'Honorary Doctorate dall'Università di Waseda (Tokyo).

Collaborazioni giornalistiche

Come pubblicista ha collaborato con Il Mondo (1956-64) e L'Espresso (1981-90) e Internazionale, rivista edita dal figlio Giovanni, dove curava la rubrica Scuole .

Ultimo aggiornamento 05 gennaio 2017

Ultime notizie su Tullio de Mauro
    • News24

    Sono ventisette le opere candidate al premio Strega

    «I secondi settant'anni dello Strega ripartono dal Ninfeo di Villa Giulia - ha annunciato Giovanni Solimine, succeduto a Tullio De Mauro alla presidenza della Fondazione Bellonci, promotrice del premio - che rappresenta una componente importante della storia del Premio.

    – di Redazione Domenica

    • News24

    Leggendo Tullio De Mauro

    Il 31 marzo Tullio De Mauro, professore emerito di Linguistica generale all'Università di Roma La Sapienza, ed ex ministro dell'Istruzione, scomparso lo scorso 5 gennaio, avrebbe compiuto 85 anni. ... Anche la Casa editrice Laterza, la Fondazione Maria e Goffredo Bellonci, l'Associazione Forum del libro vogliono ricordarlo, promuovendo la conoscenza delle opere che De Mauro ha dedicato alle condizioni linguistiche e allo stato della cultura nel nostro Paese, ai temi della lettura e della scuola, e...

    – di Red. Domenica

    • News24

    Avere ragione (o sbagliarsi) alla Voltaire

    A futura memoria (se la memoria ha un futuro) è un libro estremo, terminale. Leonardo Sciascia licenziò le bozze, senza neppure correggerle. Le scorse soltanto. La data che appose all'Introduzione, «novembre 1989», non indicava il giorno. Non poteva. Sciascia era sul letto di morte. Voleva che le

    – di Salvatore Silvano Nigro

    • News24

    Miur: ricordando Tullio De Mauro più attenzione alle competenze linguistiche

    Studiare, comprendere e mettere a frutto l'eredità culturale di Tullio De Mauro nella scuola, istituzione al servizio della quale l'ex ministro si è sempre posto, con semplicità e profonda competenza. ... I progetti più significativi che emergeranno a seguito della circolare emessa oggi in ricordo di De Mauro saranno valorizzati, diffusi e condivisi attraverso future iniziative del Miur.

    • News24

    Tullio, Mario e il narrare la scuola elementare

    Tullio De Mauro aveva a cuore la crescita culturale dell'intera società perché, come Piero Calamandrei, pensava fosse l'unica garanzia per la sopravvivenza e lo sviluppo della democrazia. ... «I diari - scrive De Mauro - documentano l'attenzione di Mario a stimolare la maturazione delle capacità verbali come parte dello sviluppo dei cento linguaggi malaguzziani di cui ogni bambino è portatore.

    – di Franco Lorenzoni

    • NovaCento

    Qualche pensiero, all'inizio del 2017

    Questo trend - dovuto ad un mix di statistica, demografia e fatalità - sta proseguendo anche in questo 2017, con le recentissime dipartite di Tullio De Mauro (1932 - 2017, noto studioso della lingua italiana e dei sistemi educativi) e di Zygmunt Bauman (1925 - 2017, sociologo anglo-polacco di fama internazionale, tra i primi ad aver intravisto alcune caratteristiche del mondo post-moderno).

    – Gabriele Caramellino

    • News24

    Un linguista democratico

    Di poche personalità si può dire, come di Tullio De Mauro, che abbiano segnato in modo indelebile la cultura italiana dell'ultimo cinquantennio. ... De Mauro è stato prima di tutto un linguista, un grande linguista. ... Ripubblicando in quello stesso anno due scritti di glottologia apparsi quasi cinquant'anni prima (sui casi greci e il nome del dativo), De Mauro osserva che in quelle pagine compaiono «molte cifre assolute e percentuali, molte tabelle, molti di quei numeri che non piacciono agli...

    – di Luca Serianni

    • News24

    De Mauro, alla Sapienza la camera ardente: l'omaggio di Gentiloni

    Camera ardente aperta oggi dalle 11 alle 18 nell'aula 1 della facoltà di Lettere dell'Università La Sapienza di Roma per il linguista Tullio De Mauro, scomparso ieri all'età di 84 anni. ... Ieri aveva ricordato De Mauro come «maestro appassionato per quanti amano la scuola, la ricerca e la lingua italiana».

    • News24

    Un gramsciano lontano dall'accademia

    Tullio De Mauro aveva diverse qualità. ... De Mauro non era solo un bravo professore. ... De Mauro fu un linguista gramsciano, quanto di più lontano si possa immaginare dall'accademia. ... Alcune delle colonne portanti dell'approccio gramsciano di De Mauro alle lingue provo a elencarle.

    – di Franco Lo Piparo

    • News24

    Tullio De Mauro, la lucidità del pensiero applicato alla parola

    Nel celebre documentario di Vittorio De Seta "Quando la Scuola cambia", Tullio De Mauro offrì una profonda, estesa e molto umana definizione di una parola che, nei successivi quarant'anni, avrebbe generato una melassa di equivoci, appiccicandosi a... Tullio De Mauro, linguista, Ministro della Cultura, umanista e sopra tutto Grande lettore, ci suggeriva qualcosa di potente, da maneggiare con cautela: la cultura non è ciò che sappiamo, ma ciò che siamo, è la sintassi delle relazioni umane e...

    – di Riccardo Piaggio

1-10 di 84 risultati