Persone

Theresa May

Theresa Mary May, nata il 1º ottobre del 1956 a Eastbourne, è una politica britannica, leader del partito conservatore e primo ministro del Regno Unito, dal 13 luglio del 2016, dopo l'esito del referendum sulla Brexit. May, che ha convocato le elezioni anticipate l’8 giugno 2017, ha perso la maggioranza assoluta dei seggi in parlamento.

Ha studiato geografia a Oxford, dove ha conosciuto il marito Philip grazie all'amica Benazir Bhutto,futura premier del Pakistan, che li ha presentati a un party di giovani Tories.

Cattolica praticante, è favorevole alle nozze gay ma ha votato contro le adozioni.

Dopo essersi laureata ha lavorato presso la Banca d'inghilterra, per poi dedicarsi alla politica, nel 2012 è diventata la prima donna ad assumere l'incarico di presidente dei Tory, raggiungendo poi l'ambito ruolo di ministro dell'interno, l'incarico britannico più prestigioso dopo quello di premier, cancelliere dello Scacchiere e ministro degli Esteri.

In materia di immigrazione si è distinta per una linea politica inflessibile, innalzando la soglia minima di salario per i lavoratori non europei che vogliono stabilirsi in Gran Bretagna. Ritiene che Brexit vuol dire Brexit e che con lei premier la Gran Bretagna lascerà l'Unione europea.

Ultimo aggiornamento 09 giugno 2017

Ultime notizie su Theresa May
    • Agora

    Cambio di rotta di Trump che sostiene l'aumento di fondi alla Banca Mondiale per contenere la Cina

    Il populismo e lo scetticismo della Casa Bianca contro gli organismi internazionali ha visto una clamorosa battuta d'arresto nel week end a Washingotn, nel corso degli incontri di primavera del Fmi, per contenere l'influenza e la potenza economica della Cina comunista nel mondo.  L'amministrazione Trump ha deciso, a sorpresa, di sostenere un aumento di 13 miliardi di dollari di finanziamenti per la Banca Mondiale, l'ente gemello del Fmi, mettendo da parte lo scetticismo iniziale verso le grandi ...

    – Vittorio Da Rold

    • News24

    Trump sostiene l'aumento di fondi alla Banca mondiale per contenere la Cina

    Il populismo e lo scetticismo della Casa Bianca contro gli organismi internazionali ha visto una clamorosa battuta d'arresto nel week end a Washington, nel corso degli incontri di primavera del Fmi, per contenere l'influenza e la potenza economica della Cina comunista nel mondo. L'amministrazione

    – di Vittorio Da Rold

    • News24

    A che punto è la Brexit: tutti gli ostacoli sulla strada del divorzio dalla Ue

    Il conto alla rovescia continua: mancano 341 giorni a Brexit e regna tuttora l'incertezza sul tipo di accordo che la Gran Bretagna riuscirà a raggiungere con l'Unione Europea. Come ha ricordato questa settimana il presidente Ue Donald Tusk, l'accordo preliminare raggiunto in dicembre, che prevede

    – di Nicol Degli Innocenti

    • News24

    Perché Brexit non è più irreversibile

    «Ci sono momenti nella vita di un esponente politico in cui la fedeltà al partito deve cedere il passo al bene della Nazione». Chris Patten, l'ultimo governatore di Hong Kong, già giovane leone - qualche decennio fa - dei governi Thatcher, e oggi eurofilo Pari del Regno per il Tory party, ha

    – di Leonardo Maisano

    • News24

    Ema, il trasferimento può gravare per 472 milioni sul bilancio Ue

    Provate a mettere 472 milioni alla voce «passività» di qualunque bilancio pluriennale e poi chiedetevi, retoricamente, se non rappresentino una zavorra di cui fare volentieri a meno. Milione più, milione meno, è questo il ragionamento che da alcune settimane coinvolge il Parlamento europeo, ancora

    – di Roberto Galullo e Angelo Mincuzzi

    • News24

    May sconfitta alla Camera dei Lord sulla Brexit dall'unione doganale

    LONDRA - Sconfitta per il Governo britannico su una delle questioni più cruciali di Brexit. Oggi pomeriggio la Camera dei Lord ha votato con una maggioranza di 123 voti a favore di un emendamento al "Brexit Bill" contro la decisione di Londra di uscire dall'Unione doganale. La mozione proposta

    – di Nicol Degli Innocenti

    • News24

    Il piano di Trump per la Siria: un esercito arabo e i miliardi del Golfo

    Sabato scorso sembrava fossimo sull'orlo di una guerra mondiale con il raid di Stati Uniti, Francia e Gran Bretagna. Sono passati tre giorni e la premier britannica Theresa May è impegnata a gestire la sua debolezza interna con maggioranza e opposizione che chiedono conto e spiegazioni del raid.

    – di Redazione Online

    • News24

    May sugli attacchi aerei in Siria: «Giusti sul piano legale e morale»

    LONDRA - Gli attacchi aerei in Siria sono «giusti sia dal punto di vista legale che morale»: parola di Theresa May. La premier britannica oggi pomeriggio ha difeso in Parlamento la sua decisione di autorizzare i bombardamenti del fine settimana assieme agli alleati francesi e americani, sostenendo

    – di Nicol Degli Innocenti

    • News24

    «Brexit non è inevitabile»: lanciata la campagna per un secondo referendum

    Brexit non è inevitabile: questo il messaggio inviato al Governo da una nuova alleanza di deputati di tutti i partiti. Per la prima volta, tutti i diversi gruppi contrari a Brexit si sono uniti per creare un movimento che chiede un secondo referendum sull'accordo finale che verrà raggiunto nei

    – di Nicol Degli Innocenti

1-10 di 839 risultati