Persone

Theresa May

Theresa Mary May, nata il 1º ottobre del 1956 a Eastbourne, è una politica britannica, leader del partito conservatore e primo ministro del Regno Unito, dal 13 luglio del 2016, dopo l'esito del referendum sulla Brexit. May, che ha convocato le elezioni anticipate l’8 giugno 2017, ha perso la maggioranza assoluta dei seggi in parlamento.

Ha studiato geografia a Oxford, dove ha conosciuto il marito Philip grazie all'amica Benazir Bhutto,futura premier del Pakistan, che li ha presentati a un party di giovani Tories.

Cattolica praticante, è favorevole alle nozze gay ma ha votato contro le adozioni.

Dopo essersi laureata ha lavorato presso la Banca d'inghilterra, per poi dedicarsi alla politica, nel 2012 è diventata la prima donna ad assumere l'incarico di presidente dei Tory, raggiungendo poi l'ambito ruolo di ministro dell'interno, l'incarico britannico più prestigioso dopo quello di premier, cancelliere dello Scacchiere e ministro degli Esteri.

In materia di immigrazione si è distinta per una linea politica inflessibile, innalzando la soglia minima di salario per i lavoratori non europei che vogliono stabilirsi in Gran Bretagna. Ritiene che Brexit vuol dire Brexit e che con lei premier la Gran Bretagna lascerà l'Unione europea.

Ultimo aggiornamento 09 giugno 2017

Ultime notizie su Theresa May
    • Econopoly

    Se la crisi commerciale frena la crescita globale sono dolori anche per l'Italia

    Pubblichiamo un post di Mario Angiolillo, direttore dell'Osservatorio Relazioni EU-UK-USA di The Smart Institute. Esperto di tematiche geopolitiche e di relazioni internazionali, svolge attività di advisory per diverse società con particolare riferimento agli impatti e alle opportunità offerte da Brexit - La crisi commerciale globale innescata dalla guerra dei dazi, dalla svalutazione dello yuan cinese, dall'incertezza sulle future relazioni tra Unione Europea e Regno Unito nel dopo Brexit, e d...

    – Econopoly

    • News24

    La Cina rafforzerà i controlli sugli investimenti stranieri

    Sul fronte degli investimenti, il governo guidato da Theresa May nei giorni scorsi ha comunque rilasciato un libro bianco che prefigura un rafforzamento dei poteri di vero dell’esecutivo sugli acquisti di asset britannici che abbiano implicazioni per la sicurezza nazionale.

    – di Stefano Carrer

    • News24

    Brexit, che cosa succede se Londra e la Ue divorziano senza accordo

    I più ottimisti sperano in un rush finale che consenta al primo ministro britannico Theresa May di strappare un’intesa adatta, trovando un compromesso sui tanti nodi irrisolti. ... May ha annunciato di aver «preso il controllo» sulla gestione dei negoziati, sottraendo poteri al ministero apposito (quello per la Brexit, fresco di addio del titolare Davis Davis), mentre la Ue ha accettato un periodo di transizione che farà slittare l’addio di Londra dal 29 marzo 2019 al dicembre 2020.

    – di Alberto Magnani

    • Agora

    I kamikaze della Brexit prendono la mano

    La Brexit-Papocchio imposta da Theresa May al proprio Governo durante il meeting dei Chequers ha avuto come effetto quello di radicalizzare gli estremisti tra le file dei Tory sia sul fronte del leave che su quello del remain. ... La posizione di Theresa May si sta facendo dunque sempre più difficile sul piano delle proposte politiche, anche se appare ancora relativamente solida sul piano del potere. ... Theresa May è sempre più costretta alle acrobazie.

    – Marco Niada

    • News24

    Brexit, tutti i dubbi dell'Ue sul libro bianco di Londra

    Tornando all'accordo di divorzio, Michel Barnier ha confermato che a bloccare le trattative è soprattutto il nodo relativo alla frontiera tra l'Irlanda del Nord e la Repubblica d'Irlanda (ieri da Belfast, la premier Theresa May ha esortato Bruxelles a proporre nuove idee per evitare un confine "hard").

    – di Beda Romano

1-10 di 894 risultati