Persone

Theresa May

Theresa Mary May è nata il 1º ottobre del 1956 a Eastbourne ed è una politica britannica, leader del partito conservatore e primo ministro del Regno Unito, dal 13 luglio del 2016, in seguito alle dimissioni di David Cameron, dopo l'esito della consultazione refendaria del 23 giugno sulla "Brexit".

Ha studiato geografia a Oxford, dove ha conosciuto il marito Philip grazie all'amica Benazir Bhutto,futura premier del Pakistan, che li ha presentati a un party di giovani Tories.

Cattolica praticante, è favorevole alle nozze gay ma ha votato contro le adozioni.

Dopo essersi laureata ha lavorato presso la Banca d'inghilterra, per poi dedicarsi alla politica, nel 2012 è diventata la prima donna ad assumere l'incarico di presidente dei Tory, raggiungendo poi l'ambito ruolo di ministro dell'interno, l'incarico britannico più prestigioso dopo quello di premier, cancelliere dello Scacchiere e ministro degli Esteri.

In materia di immigrazione si è distinta per una linea politica inflessibile, innalzando la soglia minima di salario per i lavoratori non europei che vogliono stabilirsi in Gran Bretagna. Ritiene che Brexit vuol dire Brexit e che con lei premier la Gran Bretagna lascerà l'Unione europea.

Il termine di paragone con cui inevitabilmente dovrà confrontarsi la May è Margaret Thatcher, la "lady di ferro" con la quale prima o poi tutte le donne britanniche che aspirano ad un ruolo di leadership in Gran Bretagna, devono paragonarsi.

Ultimo aggiornamento 21 marzo 2017

Ultime notizie su Theresa May
    • News24

    Attacco a Londra, legami Birmingham-Bruxelles già noti un anno fa

    Queste parole del deputato laburista Steve McCabe eletto a Birmingham risalgono al 27 marzo 2016, un anno fa, oggetto delle critiche era l'allora ministro dell'Interno Theresa May, oggi primo ministro. McCabe rimproverava al ministro May la poca chiarezza sui legami fra le cellule britanniche e la banda di Abaaoud e Abrini che aveva appena colpito l'aeroporto di Bruxelles.

    – di Angela Manganaro

    • News24

    Lord Lamont si è schierato al fianco di Theresa May per l'uscita dall'Unione europea e oggi è convinto che sia meglio uscire anche dal mercato interno per non dover essere soggetti alla corte europea di giustizia.

    • News24

    La risposta della città? Business as usual

    Parole che sono la rappresentazione plastica del pensiero trasmesso dal premier Theresa May in un Parlamento tornato subito alla vita di sempre.

    – Leonardo Maisano

    • News24

    Khalid Masood, 52 anni: è lui il killer di Londra. I morti salgono a 5

    Si chiama Khalid Masood il terrorista che ha mosso l'attacco a Londra ieri 22 marzo, esattamente un anno dopo l'attentato della cellula belga-parigina all'aeroporto di Bruxelles. Al contrario però dei giovani terroristi di origine nordafricana che hanno insanguinato prima Parigi e poi Bruxelles,

    – di Angela Manganaro

    • News24

    Dalla dichiarazione Schuman alla Brexit, successi e delusioni del progetto europeo

    Dopo le dimissioni di Cameron in seguito al risultato del referendum sulla permanenza della Gran Bretagna nella Ue, Theresa May - scelta due giorni prima quale leader del Partito conservatore - diventa Premier (seconda donna a ricoprire questa... Benché il referendum tecnicamente sia stato consultivo, la May dichiara che «Brexit means Brexit» e quindi che intende avviare i negoziati per l'uscita della Gran Bretagna dalla Ue, in base all'articolo 50 del Trattato di Lisbona.

    – a cura di Piero Fornara

    • News24

    Attentato di Londra, «lupo solitario» britannico noto ai servizi. Isis rivendica

    Sette persone arrestate nella notte mentre si precisa il bilancio di morti e feriti per l'attacco al cuore di Londra contro il Parlamento di Westminster, attentato rivendicato in tarda mattinata dall'Isis. La premier Theresa May, intervenendo alla Camera dei Comuni, ha detto che l'attentatore era

    – di Leonardo Maisano

1-10 di 428 risultati