Persone

Theresa May

Theresa Mary May è nata il 1º ottobre del 1956 a Eastbourne ed è una politica britannica, leader del partito conservatore e primo ministro del Regno Unito, dal 13 luglio del 2016, in seguito alle dimissioni di David Cameron, dopo l'esito della consultazione refendaria del 23 giugno sulla "Brexit".

Ha studiato geografia a Oxford, dove ha conosciuto il marito Philip grazie all'amica Benazir Bhutto,futura premier del Pakistan, che li ha presentati a un party di giovani Tories.

Cattolica praticante, è favorevole alle nozze gay ma ha votato contro le adozioni.

Dopo essersi laureata ha lavorato presso la Banca d'inghilterra, per poi dedicarsi alla politica, nel 2012 è diventata la prima donna ad assumere l'incarico di presidente dei Tory, raggiungendo poi l'ambito ruolo di ministro dell'interno, l'incarico britannico più prestigioso dopo quello di premier, cancelliere dello Scacchiere e ministro degli Esteri.

In materia di immigrazione si è distinta per una linea politica inflessibile, innalzando la soglia minima di salario per i lavoratori non europei che vogliono stabilirsi in Gran Bretagna. Ritiene che Brexit vuol dire Brexit e che con lei premier la Gran Bretagna lascerà l'Unione europea.

Il termine di paragone con cui inevitabilmente dovrà confrontarsi la May è Margaret Thatcher, la "lady di ferro" con la quale prima o poi tutte le donne britanniche che aspirano ad un ruolo di leadership in Gran Bretagna, devono paragonarsi.

Ultimo aggiornamento 21 marzo 2017

Ultime notizie su Theresa May
    • News24

    «Serve più Italia a Bruxelles e in Europa»

    Va giù duro, Antonio Tajani, presidente dell'Europarlamento - a Milano di ritorno da Londra dove ha incontrato giovedì il premier britannico Theresa May - sulle ipotesi di uscita dalla moneta unica.

    – di Vittorio Da Rold

    • News24

    Cole-Fontayn (BNY Mellon): «Con la Brexit investiamo in Europa»

    Michael Cole-Fontayn, Chairman Emea della banca americana BNY Mellon, specializzata nell'asset management e nei servizi di banca depositaria e custodia titoli, ha seguito attentamente dall'ufficio di Queen Victoria Street le votazioni del Parlamento inglese che a larga maggioranza ha dato il via libera alle prossime elezioni anticipate in calendario l'8 giugno, come chiesto dalla premier Theresa May: «E' una strategica decisione politica per gestire con più flessibilità i negoziati per...

    – di Mara Monti

    • News24

    Una Ue troppo barocca è riuscita a partorire il mostro dei populismi

    Ci risiamo, parlare male dell'euro è come sparare sulla croce rossa. Dimentichiamo che ogni medaglia ha due facce. La Brexit ha dato slancio ai movimenti populisti, quasi che la scelta degli euroscettici sia la panacea di tutti i mali. Non so, e forse ci vorrà tempo, valutare la scelta determinata

    – di Adriana Cerretelli

    • News24

    Distensione Padoan-Pd ma i nodi restano

    Renzi ieri mattina ha fatto smentire le ricostruzioni giornalistiche che lo descrivevano voglioso di un rapido ritorno alle urne sulla scia della premier britannica Theresa May e allo stesso tempo ha usato toni concilianti nei confronti dei ministri Padoan e Calenda.

    – di Barbara Fiammeri

    • Agora

    A Bruxelles, si valuta positivamente il voto anticipato in Gran Bretagna

    E' con relativo ottimismo che l'establishment comunitario ha accolto la decisione della prima ministra britannica Theresa May di annunciare elezioni anticipate per il prossimo 8 giugno. ... (Nella foto, la prima ministra britannica Theresa May, 60 anni)

    – Beda Romano

    • News24

    Via libera di Westminster al voto anticipato britannico

    La mozione presentata dalla premier Theresa May per indire elezioni anticipate è stata approvata oggi pomeriggio dal Parlamento britannico con una maggioranza di 509, ben superiore ai due terzi necessari per legge.

    – di Nicol Degli Innocenti

    • News24

    Theresa May, un'inversione di rotta con quattro obiettivi

    LONDRA - In politica una settimana è un periodo di tempo molto lungo, disse l'ex premier laburista Harold Wilson negli anni 60. Cinquant'anni dopo, la conservatrice May dimostra quanto la celebre frase di Wilson sia ancora vera: la politica resta imprevedibile. Una settimana fa la premier aveva

    – di Nicol Degli Innocenti

    • News24

    Milano (+2%) si prende la rivincita con le banche. Londra al palo

    Prevale la cautela sulle piazza finanziarie europee in avvio di giornata, con gli investitori condizionati dalle incertezze politiche in Europa, con l'annuncio a sorpresa della premier Theresa May che ha convocato per l'8 giugno le elezioni in Gran Bretagna, su cui si esprimerà oggi il Parlamento britannico, e con le elezioni francesi che si avvicinano.

    – C. Di Cristofaro e G. Maurino

    • News24

    May, mossa cinica ma servirà a fare più chiarezza

    L'inevitabile è successo: contraddicendo tutta una serie di sue precedenti dichiarazioni il primo ministro britannico Theresa May ha chiamato il suo popolo alle urne in un'elezione generale per cercare di ottenere un robusto mandato in vista... La cosa è stata subito ovvia ad ogni cittadino britannico di buon senso, ma non al governo di Theresa May, che ha portato la questione fino alla Corte Suprema, per sentirsi inevitabilmente dire a più di sei mesi dal referendum che in una...

    – di Gianmarco Ottaviano

    • News24

    Il pressing della City e le scelte di Londra

    Sul tema gli analisti, anche loro colti in contropiede, si sono ieri ampiamente esercitati con spiegazioni diverse, la più convincente delle quali è forse quella che vede in caso di netto successo dei Conservatori (come indicano i sondaggi) una Theresa May in grado di imporre con più forza la propria linea sulla Brexit, con maggior potere contrattuale di fronte alla Ue e fronteggiando soprattutto le frange più estreme che puntano a un'uscita «hard» (ipotesi che ha pesato sulla sterlina).

    – di Maximilian Cellino

1-10 di 483 risultati