Persone

Steven Mnuchin

Steven Mnuchin, nato a New York il 21 dicembre 1962, ex banchiere di Goldman Sachs, è stato scelto dal neo presidente Donald Trump come nuovo segretario del Tesoro.

Dopo la laurea a Yale, Mnuchin, che per sei mesi durante la campagna elettorale è stato il principale consigliere economico del presidente, ha lavorato per 17 anni in Goldman Sachs dirigendo il dipartimento tecnologico e diventando partner a 31 anni (anche il padre ha fatto carriera nella stessa banca d'affari). Nel 2002 ha lavorato per un hedge fund legato a George Soros, prima di sbarcare a Hollywood e diventare presidente di Dune Entertainment Partners Mnuchin, società che ha finanziato film come Avatar, e Sully di Clint Eastwood (regsita repubblicano e sostenitore di Trump).

Nel suo curriculum anche un'operazione finanziaria molto criticata da alcuni ma lodata dallo stesso Trump: il salvataggio della OneWest Bank, banca comprata e rimessa in sesto da Mnuchin con una lauta plusvalenza a spese dei proprietari di case strangolati dal mutuo. Sotto la guida del manager l'istituto ha effettuato 36.000 pignoramenti.

Per Lloyd Blankfein, ceo di Goldman Sachs, è uno "smart, smart guy". Da gennaio 2017 questo smart guy guiderà il Dipartimento del Tesoro americano, occupandosi delle questioni economiche, finanziarie e monetarie del Paese e anche della sicurezza nazionale.

Ultimo aggiornamento 12 dicembre 2016

Ultime notizie su Steven Mnuchin
    • News24

    Fmi: l'Italia non aggancia la ripresa. Rischio protezionismo per l'area euro

    WASHINGTON. L'Italia non aggancia la ripresa che si sta rafforzando nel resto dell'economia mondiale e in particolare negli altri Paesi avanzati e la sua crescita resta al di sotto dei maggiori Paesi industriali, secondo le nuove previsioni del Fondo monetario. All'orizzonte globale si profila

    – dal nostro inviato A. Merli

    • News24

    Se Trump fa pace con la Cina ma litiga con la Ue

    Sarà un messaggio rassicurante quello che il Fondo monetario internazionale e i ministri delle finanze dei suoi 189 Paesi membri lanceranno da Washington nei prossimi giorni. Dopo anni di revisioni al ribasso, il quadro congiunturale dell'economia mondiale vede una crescita sospinta nelle varie

    – di Domenico Lombardi

    • News24

    Missili Usa in Siria, è gelo tra Putin e Trump

    Gli Stati Uniti ripetono che si è trattato di un intervento una tantum, deciso per "scoraggiare" ulteriori utilizzi di armi chimiche: non implica un maggiore coinvolgimento americano nella guerra in Siria. Eppure, i 59 missili Tomahawk lanciati dal Mediterraneo all'alba di venerdì contro la base

    – di Antonella Scott

    • News24

    Trump-Xi, piano in cento giorni per i negoziati commerciali

    Un piano in 100 giorni per fare progressi nelle trattative sugli scambi commerciali. E' quanto hanno stabilito Stati Uniti e Cina, secondo quanto riferito dal segretario al Commercio Wilbur Ross. Il piano arriva dopo le tensioni degli ultimi mesi fra le due superpotenze economiche ed è stato

    • News24

    Mosca risponde a Trump: rafforzate le difese anti-aeree della Siria

    Si scalda il fronte russo nella crisi siriana dopo la rappresaglia ordinata da Donald Trump. E non solo a parole. Mosca, dopo aver definito un «atto di aggressione» l'offensiva di Trump contro una base militare di Bashar al-Assad responsabile di attacchi chimici, ha alzato il tiro cancellando

    – di Marco Valsania

    • Econopoly

    La risposta a Trump e Brexit deve venire dal libero commercio, che ci ha reso ricchi

    Dopo tanto rumore, nel corso di queste ultime settimane, gli Stati Uniti di Donald Trump ed il Regno Unito di Theresa May hanno finalmente iniziato a scoprire le carte. Il 5 Marzo, Peter Navarro, direttore del neonato National Trade Council, ha pubblicato sul Wall Street Journal un articolo in cui ha delineato una volta per tutte il programma commerciale dell'Amministrazione Trump. Oltre ad annunciare la revisione di molti trattati commerciali esistenti, si prevede un forte aumento delle esport...

    – Giovanni Caccavello

    • News24

    Al G20 Europa e Cina contro gli Usa sul commercio

    Non si ricuce lo strappo nel G20 fra gli Stati Uniti e gli altri Paesi avanzati ed emergenti sulla questione del commercio internazionale. Il segretario al Tesoro Usa, Steven Mnuchin, ha ottenuto che dal comunicato finale fosse esclusa l'abituale opposizione del G20 al protezionismo, un segnale che

    – di Alessandro Merli

1-10 di 46 risultati