Aziende

Starbucks

Starbucks Corporation è la più grande catena internazionale di caffetterie che vende caffè, dessert, prodotti di pasticceria, insalate e panini. Con sedi principali a Seattle e a Washington, il gruppo ha 24mila punti vendita distribuiti in 72 Paesi. Nel 2018 è prevista la prima apertura in Italia a Milano in piazza Cordusio.

Il primo negozio Starbucks è stato aperto nel 1971 a Pike Market Place, a Seattle, da tre amici: Jerry Baldwin, un insegnante di inglese, Zev Siegel, un insegnante di storia, e Gordon Bowker, uno scrittore. In occasione di un viaggio a Milano nel 1983 l’imprenditore Howard Schultz ha sviluppato il progetto di portare in America la caffetteria italiana e ha fondato la catena di caffetterie Il Giornale, nella quale nel 1987 è confluito Starbucks. Il gruppo ha iniziato così l’espansione internazionale, inaugurando punti vendita in Giappone nel 1996 e due anni dopo in Inghilterra. Nel 2003 Starbucks ha completato l’acquisto di Seattle's Best Coffee e Torrefazione Italia da Afc Enterprises, mentre tre anni più tardi ha rilevato Diedrich Coffee. Nel 2008 Starbucks Corporation è arrivato in Argentina, Bulgaria, Repubblica Ceca e Portogallo. L’anno successivo ha inaugurato caffetterie in Polonia, nei Paesi Bassi, in Svezia e successivamente in Ungheria e Sud Africa.

La catena di caffetterie americana capitalizza 86 miliardi e ha un fatturato di 21 miliardi e conta più di 200mila dipendenti (dati 2016).

Ultimo aggiornamento 24 febbraio 2016

Ultime notizie su Starbucks
    • News24

    Azionario Usa / Lombard Odier, Morgan Stanley, Welles Fargo

    Medaglia d'oro al team di Sands Capital Management, LLC che gestisce in delega il comparto Sands Us Growth per conto della banca Lombard Odier guidata da Patrick Odier (nella foto), senior partner e presidente dell'Associazione svizzera dei banchieri (Asb). Il fondo nel trimestre ha messo a segno

    • Econopoly

    Starbucks opportunità o minaccia per il mercato italiano?

    L'autore di questo post, Raffaele Perfetto, ha acquisito esperienza decennale in ambito Oil & Gas con una major oil company. Ha conseguito un MBA in Oil & Gas Management nel 2016. Scrive preferibilmente di energia e geopolitica - Ci siamo quasi. Entro pochi mesi, in Piazza Cordusio a Milano, Starbucks aprirà il suo primo punto vendita in Italia, e sarà la prima apertura in Europa di un megastore Reserve Roastery. Una notizia Agi nel 2017 poneva il caffè al secondo posto come prodotto più commer...

    – Econopoly

    • News24

    Cannabis, boom di startup negli Usa. E la «maria» sbanca anche in Europa

    I riflettori si sono riaccesi dal primo gennaio, quando la California è diventato il sesto stato degli Usa a legalizzare la cannabis anche per uso ricreativo. Ma sarebbe bastato farsi un giro a Seattle o nel Colorado per rendersi conto che l'industrializzazione della weed, la marijuana, è un

    – di Alberto Magnani

    • News24

    Unilever, tasse e norme anti-scalata dietro la scelta di Rotterdam

    In gergo finanziario la chiamano poison pill, "pillola avvelenata". E' la strategia, garantita dalla legislazione olandese, che permette alle società di contrastare o scoraggiare le acquisizioni ostili. Ed è certamente, insieme alla generosa legislazione fiscale, uno dei fattori che hanno

    – di Michele Pignatelli

    • News24

    Sempre più tax ruling. Così gli Stati Ue si fanno concorrenza fiscale

    Cresce il numero di accordi fiscali tra imprese multinazionali e paesi dell'Unione europea. Il numero dei tax ruling (o Apa, Advanced pricing agreements, la tipologia di accordo più diffusa) firmati da Stati membri della Ue è aumentato del 64% tra il 2015 e il 2016 (ultimi dati disponibili),

    – di Angelo Mincuzzi

    • News24

    In 5mila per lavorare nel primo store milanese di Starbucks

    Starbucks è trendy. E' fantastico che apra a Milano e con un format particolare come quello della Roastery Reserve. Sono sicuro che avrà successo e spero di far parte di questo progetto, di crescere dentro questa azienda». Pierluigi ha 26 anni, è originario di Bari e da alcuni anni lavora nel

    – di Giovanna Mancini

    • News24

    Ecco come i big della finanza possono bloccare la vendita di armi negli Stati Uniti

    Gli Stati Uniti d'America sono una repubblica federale fondata (anche) sul libero mercato e sul diritto di possedere un'arma. Era così ai tempi di Butch Cassidy e Billy The Kid, è così oggi all'indomani dei 17 morti dell'ennesima strage al liceo per mano dell'ennesimo ex studente, a Parkland in

    – di Francesco Prisco

    • NovaOther

    Le startup anti-fake news da tenere d'occhio

    La tentazione è forte e ha contagiato, secondo un rapporto appena rilasciato da Findomestic, più della metà degli italiani nel corso dell'ultimo anno. Tanti infatti i connazionali che hanno ammesso di essere caduti nel tranello delle "bufale virali" rimbalzate in Rete, e addirittura il 13% ha confessato di aver "abboccato" a più di cinque notizie false e costruite ad arte. Le fake news sono diventate un argomento di rilevanza mondiale dopo le elezioni presidenziali americane del 2016 e hanno ...

    – Gianni Rusconi

    • Agora

    La famiglia Moratti lancia fondo da 100 milioni sul Made in Italy

    La famiglia Moratti lancia un fondo da 100 milioni nel made in Italy. Come anticipato oggi dal Sole 24 Ore, sarebbe pronto a partire il veicolo Milano Investment Partners Sgr, che in dicembre ha avuto il via libera di Banca d'Italia. La Sgr gestirà un fondo da 100 milioni, in via di costituzione, dove circa il 10% delle quote potrebbe essere sottoscritto dalla famiglia Moratti: quindi con un impegno finanziario di circa 10 milioni di euro. A lanciare l'iniziativa, assieme al management della ...

    – Carlo Festa

1-10 di 370 risultati