Ultime notizie:

Simone Weil

    • News24

    Numeri a regola d'arte

    Sono due fratelli destinati a lasciare una traccia profonda nella cultura del secolo appena trascorso quelli che, nella primavera del 1940, si scambiano la manciata di lettere raccolte in questo volumetto. Da un lato la filosofa, saggista e mistica Simone Weil, dall'altro André, uno dei più grandi

    – di Umberto Bottazzini

    • News24

    Zuckerberg, vizi e virtù dello startupper che si fece «re del mondo»

    Almeno su questo, Mark Zuckerberg è sempre stato trasparente: «Non sono né di destra né di sinistra». Nel senso che non si riconosce in nessuna delle due. Oppure che le finanzia entrambe, con un leggero sbilanciamento a destra. E' da anni che i media statunitensi si interrogano sull'identità

    – di Alberto Magnani

    • News24

    Perché il reddito di cittadinanza non può sostituire il lavoro

    Si fa un gran parlare in queste settimane di "reddito di cittadinanza". Due considerazioni al proposito: il reddito di cittadinanza come lo hanno proposto i 5Stelle in campagna elettorale, c'è già e si chiama REI; è stato introdotto nel Consiglio dei ministri del governo Gentiloni il 29 agosto

    – di Vittorio Pelligra

    • News24

    Sempre attenti al «Discorso»

    «Il Sermone della montagna è andato diritto al mio cuore». Era l'inverno tra il 1888 e il 1889 e Gandhi a Londra studiava giurisprudenza, e veniva a contatto con le pagine del Vangelo di Matteo (cc. 5-7) contenenti questo grandioso discorso di Cristo ambientato dall'evangelista su un monte forse

    – di Gianfranco Ravasi

    • Agora

    #Macron ha vinto perché ha lasciato la casa del padre

    "Il presidente francese, François Hollande, a margine delle celebrazioni per la vittoria dell'8 maggio a Parigi, esclude che Emmanuel Macron lo abbia tradito e preferisce parlare di emancipazione". Così recita l'incipit di un'agenzia Ansa del giorno dopo l'elezione di Macron, uomo dell'anno 2017, all'Eliseo. Certo, Hollande ora ha tutto l'interesse a dipingere un po' Macron come un suo delfino se non designato almeno coltivato, visto che lo stesso Macron ha iniziato la sua carriera "politica" d...

    – Daniele Bellasio

    • Agora

    La battaglia di Marco

    "Sai cosa penso, no? Lo Stato è distrutto dal regime. Ormai il regime è un'entità infinitamente più forte, più incisiva, un'entità così potente da potersi permettere il lusso di mandare a fare in culo lo Stato ogni volta che vuole. Ora, sai cos'è successo? Che tutti si sono ormai convinti che più o meno c'è un regime, non uno Stato. E questo conduce a una serie terribile di effetti. Quando tenti di proporre programmi di riforma, programmi precisi e dettagliati, e quando potremmo prendere come es...

    – Daniele Bellasio

    • News24

    #Bestemmia

    Mettere la verità prima della persona è l'essenza della bestemmia.

    – Gianfranco Ravasi

    • Agora

    Affinità e divergenze tra il compagno #Macron e #Alitalia

    Macron e Alitalia: due fatti che non c'entrano nulla tra loro hanno un filo comune che forse va tirato. Alle elezioni presidenziali francesi di domenica 23 aprile 2017 sono andati al ballottaggio i due candidati fuori dai partiti tradizionali, ma soprattutto è arrivato primo un senza partito. Emmanuel Macron, uomo dell'anno (vedi Danton dell'11 gennaio), ha infatti fondato un suo movimento, En Marche!, e nel suo libro che arriva in Italia in questi giorni ("Rivoluzione", La Nave di Teseo) dice...

    – Daniele Bellasio

    • Agora

    L'affermazione di Macron e la lezione di Simone Weil

    Qualche giorno fa, venerdì 21 aprile, cioè soltanto due giorni prima del primo turno delle presidenziali francesi che hanno sancito l'affermazione di Emmanuel Macron ("Uomo dell'anno 2017", vedi Danton dell'11 gennaio 2017), il quotidiano le Monde ha pubblicato la recensione di un libro di Simone Weil, "Note sur la suppression générale des partis politiques". Coincidenza voluta? L'articolo ha un attualissimo esordio: "Niente è più pericoloso in politica della passione collettiva". Ma la recensio...

    – Daniele Bellasio

    • News24

    Simone Weil e la sacralità della persona di

    Simone Weil nel 1942 lascia la Francia. Soggiorna un breve periodo negli Stati Uniti, poi torna in Europa, a Londra. Qui continua a scrivere, lavorando nella centrale in esilio della Resistenza francese. Tra le pagine che ci sono giunte, vi è l'opuscolo "La personne et le sacré", che ora l'editore

    – di Armando Torno

1-10 di 91 risultati