Aziende

Shell

Royal Dutch Shell Plc è una multinazionale operante nei settori petroliferi, dell'energia e della petrolchimica. Assieme a Bp, ExxonMobil e Total è uno dei quattro principali attori privati mondiali nel comparto del petrolio e del gas naturale. Il gruppo è controllato al 100% da Shell Petroleum N.V. (holding della Royal Dutch Shell). Le sue attività petrolchimiche sono incentrate nella sussidiaria Shell Chemicals. La sede principale è a L'Aia, nei Paesi Bassi, le azioni Shell sono trattate principalmente nelle Borse di Londra e Amsterdam. La società è attiva in oltre 140 Paesi del mondo. Il suo mercato di riferimento sono gli Stati Uniti d'America, in cui opera tramite la sussidiaria Shell Oil Company, con sede ad Houston, nel Texas.

La società è stata fondata nel 1907. La Reale Compagnia Petrolifera Olandese e la The Shell Transport and Trading Company Plc, si sono fuse per competere contro il gigante petrolifero dell'epoca, la Standard Oil. Nel 1912 è nata la filiale italiana. Nel 1919, il gruppo Shell ha preso il controllo della Mexican Eagle Petroleum Company e nel 1921 ha formato Shell-Mex Limited, nel Regno Unito. Nel 1931 Shell-Mex ha fuso le attività di marketing nel Regno Unito con quelle della British Petroleum, creando la Shell-Mex and Bp Ltd. Nel 2004 il gruppo Shell ha creato la parent company Dutch Shell Plc. L'unificazione è stata conclusa l’anno successivo.

Ultimo aggiornamento 24 febbraio 2016

Ultime notizie su Shell
    • Agora

    Master in fake news

    Superando la concorrenza di Exxon e Shell, Total investirà più di due miliardi per espandere la produzione del gas qatarino.

    – Ugo Tramballi

    • News24

    Da Shell si farà il pieno per l'auto elettrica

    Royal Dutch Shell, principale operatore mondiale nella distribuzione di carburanti, annuncia piani ambiziosi per la creazione di punti di ricarica rapidi per le auto elettriche e intanto abbandona - dopo oltre un secolo -?l'estrazione di petrolio... Royal Dutch Shell, principale operatore mondiale nella distribuzione di carburanti, annuncia piani ambiziosi per la creazione di punti di ricarica rapidi per le auto elettriche e intanto abbandona - dopo oltre un secolo -?l'estrazione di petrolio...

    – di Riccardo Barlaam e Sissi Bellomo

    • News24

    Dopo oltre un secolo Shell dice addio al petrolio dell'Iraq

    Oggi ha deciso di rinunciare:?Royal Dutch Shell cederà le partecipazioni nei giacimenti Majnoon e West Qurna 1, mantenendo nel Paese solo le attività nel gas. ... All'epoca la Anglo Saxon Oil Company, sussidiaria di Shell, era socia della Turkish Petroleum Company (con Deutsche Bank e la Banca nazionale turca), consorzio che ottenne le prime concessioni per la ricerca di petrolio in Iraq e che nel 1927 scoprì il giacimento gigante di Kirkuk.

    – di Sissi Bellomo

    • News24

    Tempa Rossa, intesa entro un mese

    E Total, che gestisce il giacimento in Basilicata insieme a Shell e Mitsui, ha chiesto l'autorizzazione per trasportare il greggio estratto non più nella raffineria di Taranto attraverso l'oleodotto Val d'Agri ma, attraverso decine di autocisterne al giorno, negli impianti di Roma e Falconara Marittima.

    – di Domenico Palmiotti

    • News24

    Harvey, le vittime sono 37. Esplode l'impianto chimico di Crosby

    Sono almeno 37 le vittime confermate dell'uragano Harvey che, nella notte tra venerdì e sabato scorso, si è abbattuto sul Texas per poi dirigersi verso la Louisiana, portando il presidente degli Stati Uniti Donald Trump a dichiarare lo stato di calamità naturale in entrambi gli stati.

    • News24

    Così Big Oil ridisegna le frontiere dell'energia

    Riad, ora l'alleato mediorientale dell'America di Trump, vorrebbe vedere in ginocchio la produzione petrolifera di quel blocco contrapposto in cui figurano il suo rivale storico, l'Iran, ma anche il piccolo Qatar (dove peraltro Shell è il primo operatore straniero ma in cui sono attive diverse major americane).

    – di Roberto Bongiorni

    • News24

    Chevron, il ceo John Watson pronto all'addio

    L'ascesa ulteriore di Wirth starebbe a significare che quattro dei cinque più grandi gruppi energetici al mondo (ossia Exxon, Royal Dutch Shell e Total) sarebbero guidati da esperti della raffinazione, una riprova del tempi difficili per il settore petrolifero.

1-10 di 994 risultati