Le nostre Firme

Sergio Fabbrini

Sergio Fabbrini è professore di Scienze Politiche e Relazioni Internazionali alla Luiss, direttore della Luiss School of Government ed editorialista del Sole 24 Ore.

Ultimo aggiornamento 03 aprile 2017

Ultime notizie su Sergio Fabbrini
    • News24

    Cari europeisti, servono visioni non steccati

    Mentre il sovranismo è in ascesa, l'europeismo è in declino. Alla sfida sovranista, l'europeismo ha finora risposto con il realismo delle cose che l'Ue ha fatto. Tuttavia, non si conquistano le menti e i cuori dei cittadini proponendo un'Europa che fa quello che può. Se vuole avere un futuro,

    – di Sergio Fabbrini

    • News24

    La sfida sovranista a Europa e costituzione

    Siccome la divisione tra sovranisti e europeisti sta caratterizzando sia la politica nazionale che quella europea, vale la pena di capire quale Europa sia conciliabile con le politiche perseguite dagli uni e dagli altri. Comincerò indagando l'Europa dei sovranisti, per discutere (in un articolo

    – di Sergio Fabbrini

    • News24

    Forza e debolezze dei sovranisti

    Se ci fosse un novello Karl Marx, potrebbe affermare che uno spettro si aggira per l'Europa, anche se questa volta si tratta del "sovranismo" (e non del comunismo). Il sovranismo è meno di una teoria e più di un sentimento. In esso confluiscono e si mischiano interessi e predisposizioni che

    – di Sergio Fabbrini

    • News24

    Perché il Consiglio europeo non decide più

    Come valutare l'esito del Consiglio europeo che si è tenuto giovedì e venerdì scorsi? La sua agenda era molto ambiziosa. I capi di governo dei ventotto stati membri dell'Unione europea avrebbero dovuto discutere molteplici temi, tutti di grande rilevanza. Eppure si è discusso quasi esclusivamente

    – di Sergio Fabbrini

    • News24

    Perché il Consiglio europeo non riesce più a decidere

    Come valutare l'esito del Consiglio europeo che si è tenuto giovedì e venerdì scorsi? La sua agenda era molto ambiziosa. I capi di governo dei ventotto stati membri dell'Unione europea avrebbero dovuto discutere molteplici temi, tutti di grande rilevanza. Eppure si è discusso quasi esclusivamente

    – di Sergio Fabbrini

    • News24

    La scelta tra ideologia e interesse della nazione

    L'Unione europea è sottoposta ad una logica centrifuga. La riunione (informale) che si tiene oggi a Bruxelles tra sedici Paesi e quindi la riunione (formale) del Consiglio europeo dei 27 capi di di Stato e di Governo che si terrà il 28-29 giugno prossimi sono un esempio di tale logica centrifuga.

    – di Sergio Fabbrini

    • Econopoly

    L'Italia scelga: Milano o Roma, apertura o chiusura, merito o arretratezza

    Oh Milano, sono contento che ci sei. Vincenzo dice che sei fredda, frenetica senza pietà ma è cretino e poi vive a Roma, che ne sa? Alberto Fortis, "Milano e Vincenzo" Nei giorni scorsi è stato presentato a Milano il rapporto della Banca d'Italia sull'economia della Lombardia. Mentre il direttore della sede milanese Giuseppe Sopranzetti illustrava i buoni dati del 2018 e spiegava le ragioni della vivacità della congiuntura - a fronte del contesto politico nazionale che stiamo vivendo - mi sono ...

    – Beniamino Piccone

    • News24

    Politica migratoria, perché la solidarietà non basta

    L'Europa avrebbe dovuto «fare di più per aiutare l'Italia ad affrontare gli enormi flussi migratori», ha riconosciuto la cancelliera tedesca Merkel. L'Italia «è stata lasciata da sola ad affrontare la sfida delle migrazioni», ha ribadito l'altro ieri il presidente francese Macron nell'incontro con

    – di Sergio Fabbrini

    • News24

    Eurozona da riformare. Quale ruolo per l'Italia

    La riforma dell'Eurozona è una strada in salita. Dai Paesi del nord emergono poche disponibilità a rivederne la governance. L'intervista che Angela Merkel ha rilasciato il 3 giugno scorso alla Frankfurter Allgemeine Sonntagszeitung (Fas) conferma tale predisposizione conservativa. E' possibile

    – di Sergio Fabbrini

    • News24

    Dalla crisi al nuovo Governo, una lunga settimana di paura

    Da anni la politica italiana non era così osservata, analizzata, discussa dagli italiani stessi oltre che dal mondo. Nelle cancellerie europee e sui mercati finanziari, per sette giorni, la crisi di governo ha destato preoccupazione e anche una certa suspense fino all'epilogo di venerdì con la

    – di Angela Manganaro

1-10 di 251 risultati