Le nostre Firme

Sergio Fabbrini

Sergio Fabbrini è professore di Scienze Politiche e Relazioni Internazionali alla Luiss, direttore della Luiss School of Government ed editorialista del Sole 24 Ore.

Ultimo aggiornamento 03 aprile 2017

Ultime notizie su Sergio Fabbrini
    • News24

    Perché le riforme devono iniziare dalle Istituzioni

    Sono passati quasi 50 giorni dalle elezioni del 4 marzo scorso, eppure siamo ancora senza un governo. Probabilmente dovranno passare molti altri giorni per sapere che governo avremo. I partiti più votati alle elezioni sono in uno stallo da cui non riescono ad uscire. E' questo il risultato di un

    – di Sergio Fabbrini

    • News24

    Riforme «di carta» se le élite hanno la vista corta

    Le riforme in Italia vivono troppo spesso il breve spazio dell'annuncio, vivacchiano per un po' di tempo e poi vengono annegate in un mare di carta. La debolezza strutturale della politica italiana, in buona parte è qua, in questo senso di abbandono ad un riformismo "à la carte" per cercare

    – di Carlo Marroni

    • News24

    Nei labirinti delle democrazie di carta

    Riforme annunciate e mai realizzate. Riforme approvate e attuate solo in parte. Riforme approvate e sostanzialmente depotenziate nel fitto reticolo burocratico che ne accompagna l'effettiva messa in opera. C'è tutto questo nelle "democrazie di carta" declinate in vario modo, come ci ricorda il

    – di Dino Pesole

    • News24

    Forza e debolezza del sovranismo di Orban

    Ciò che è avvenuto domenica scorsa in Ungheria (con il successo del partito della destra nazionalista Fidesz guidato dal primo ministro in carica Viktor Orban) va oltre i confini di quel Paese. Perché? Intanto, perché non è cosa da poco vincere per la terza volta consecutiva le elezioni, ottenendo

    – di Sergio Fabbrini

    • News24

    Il governo «difficile» e le alleanze europee

    Se l'Italia avrà un governo politico (politico, si badi bene, non istituzionale), quest'ultimo si baserà sulla necessaria convergenza tra i 5 Stelle e la Lega (con eventuali alleati). Qualsiasi altra combinazione evocata è chiacchiera (oppure un modo per guadagnare tempo). Perché? Perché vi sono

    – di Sergio Fabbrini

    • News24

    La nuova divisione che s'aggira per l'Europa

    Le difficoltà della crisi politica italiana sono strutturali e non già contingenti. Quella crisi ha le sue radici nella trasformazione della politica nazionale, a sua volta accelerata dai cambiamenti intervenuti in Europa lungo le crisi multiple dell'ultimo decennio. Se così è, allora si uscirà

    – di Sergio Fabbrini

    • News24

    Le divisioni Ue tra forma e sostanza

    Presa dalle nostre vicende parlamentari, l'opinione pubblica italiana non si è quasi accorta della riunione dell'ultimo Consiglio europeo. Eppure, quella riunione, per come si è svolta e per ciò che non ha deciso, consente di capire le divisioni che stanno emergendo nella politica europea.

    – di Sergio Fabbrini

    • News24

    L'asse M5S-Lega "salva" (per ora) il Pd

    Il Pd non ha toccato palla, viva il Pd. Dopo il blitz targato Salvini-Di Maio che ha portato alla rapida elezione del pentastellato Roberto Fico alla presidenza della Camera e dell'azzurra Maria Elisabetta Casellati a quella del Senato a Largo del Nazareno si respira una curiosa aria di

    – di Emilia Patta

    • News24

    Le tre «transizioni» che pesano sull'Italia

    Non fatevi irretire dal gioco di "chi sta con chi". Dietro la difficoltà di dare vita ad un governo in Italia vi sono trasformazioni profonde del nostro sistema politico. A loro volta condizionate da trasformazioni ancora più profonde del sistema europeo e internazionale. Tre transizioni sono

    – di Sergio Fabbrini

1-10 di 235 risultati