Persone

Sergey Brin

Sergey Brin, nato a Mosca nel 1973, è con Larry Page il fondatore di Google.

Immigrato negli Usa dall'Unione Sovietica all'età di sei anni, Brin incontra Larry Page all'università di Stanford, dopo essersi laureato a pieni voti in Matematica e Scienze informatiche presso l'Università del Maryland. Non finirà però il suo dottorato perché, nel frattempo, fonda nel 1998 insieme all'amico il motore di ricerca Google.

Brin è la mente dei progetti meno core di Alphabet, la holding che controlla Google di cui è presidente, come ad esempio le auto guidano da sole, le lenti a contatto intelligenti e i Google Glass.

Nel 2007 Brin ha sposato Anne Wojcicki , amministratore delegato della compagnia di genetica 23andMe, da cui ha divorziato nel 2015.

La sua fortuna personale secondo Bloomberg Billionaires Index è di 45,3 miliardi di dollari (dati maggio 2017).

Ultimo aggiornamento 10 maggio 2017

Ultime notizie su Sergey Brin
    • Econopoly

    La mobilità sociale, Einaudi, la competizione. E il Sud in un mondo a parte

    Francesco Bruno, ottima penna di Econopoly, settimana scorsa ha concentrato la sua attenzione sulla scuola come fattore di mobilità sociale. Bruno coglie nel segno. La scuola è decisiva. E' il solo strumento per dare una chance - non la certezza, ahinoi - alle nuove generazioni. Sentite cosa scrive Luigi Einaudi nelle "Prediche inutili" (Einaudi Ed., 1959): "Soltanto insegnanti capaci danno garanzia che i giovani siano, dopo esame rigoroso e imparziale, promossi meritatamente dall'uno all'altro g...

    – Beniamino Piccone

    • News24

    I più ricchi dell'hi-tech/Larry Page e Sergey Brin

    Nella top 20 del Bloomberg Billionaires Index le posizioni 11 e 12 sono occupate dai due fondatori di Google, Larry Page e Sergey Brin (rispettivamente con 46,4 e 45,3 miliardi di dollari). Page è il ceo di Alphabet, e Brin ne è presidente. La holding che controlla Google, il più diffuso motore di

    • News24

    L'ultima idea di Google: un dirigibile per trasportare 500 tonnellate di merci

    Da un po' di anni i dirigibili appartengono più che altro alle visioni cinematografiche dei registi. Il mondo dei trasporti ha abbandonato questi velivoli, resi celebri nel 1937 dal famigerato incidente dello Zeppelin, senza troppa remore. Un peccato, secondo molti esperti. Perché si tratta di

    – di Biagio Simonetta

    • News24

    Elon Musk / Tesla e non solo

    Dopo i servizi finanziari, Elon Musk punta tutto sulla mobilità. Nata nel 2003 grazie anche ai finanziamenti dei due fondatori di Google Sergey Brin e Larry Page, tre anni dopo la Tesla presenta i primi prorotitpi della Roadster, la prima auto sportiva elettrica entrata in produzione nel 2008.

    • News24

    Da Zuckerberg al patron di Oracle: ecco i 10 paperoni del 2017

    Lo scettro rimane saldamente in mano a Bill Gates, fondatore di Microsoft, con i suoi 86 miliardi di dollari di patrimonio netto. Ma dietro la bagarre è accesa. La classifica dei paperoni del pianeta, redatta da Bloomberg, è un quadro variegato di investitori e industriali: da Jeff Bezos, che

    – di Biagio Simonetta

    • NovaOther

    Immigrati da ringraziare

    Il più originale è stato Mark Gainey. Il cofondatore e ceo della app per il fitness Strava ha corso per le strade di Palo Alto tracciando il suo messaggio per i migranti finiti nel mirino di Donald Trump: "Freedom4All". Che è diventato immediatamente un hashtag seguitissimo sui social network. Ma il manager di Strava non è stato l'unico della Silicon Valley a contestare il provvedimento esecutivo con cui il neopresidente ha bloccato le frontiere per le persone in arrivo da sette paesi a maggiora...

    – Pierangelo Soldavini

    • News24

    Immigrazione, da Facebook a Google: tutta la Silicon Valley è contro Trump

    Fra le teorie che circolano maggiormente negli ultimi giorni c'è quella secondo la quale con Trump presidente, Steve Jobs - figlio di immigrato siriano - non sarebbe mai nato negli Stati Uniti, e di conseguenza Apple non sarebbe mai stata Apple. Il decreto anti-immigrazione promosso dal nuovo

    – di Biagio Simonetta

    • News24

    Il coraggio di Marta e la fiducia contagiosa da costruire

    Gentile direttore,«è un buon segno che un quotidiano importante dedichi spazio ai giovani», è vero, ed è bella la lettera di Federico sulla Domenica, e ancora più bello è che sia in prima pagina.Mi chiamo Marta ho vent'anni, studio Lingue all'università, leggo, scrivo, osservo il mondo con occhi

    – di Roberto Napoletano

1-10 di 250 risultati