Aziende

Sanofi Aventis

Quotata in borsa nel listino Euronext dal 1999, Sanofi Aventis è il primo gruppo farmaceutico in Europa e il quarto a livello mondiale. È presente 110 Paesi nei cinque continenti con quasi 105.000 collaboratori complessivi.

Nel 2009 Sanofi Aventis ha registrato un fatturato pari a oltre 29,3 miliardi di euro: anche grazie a ciò la ricerca è uno degli asset strategici del gruppo, che conta circa 17.000 ricercatori impegnati in 20 centri all’avanguardia e investimenti pari a circa 4,6 miliardi di euro (sempre nel 2009). Nella divisione ricerca e sviluppo ha grande importanza anche il lavoro portato avanti da Sanofi Pasteur, la divisione vaccini del gruppo Sanofi Aventis che è leader mondiale nella produzione e commercializzazione di vaccini per uso umano.

Il business farmaceutico è sviluppato in sette settori terapeutici principali: cardiovascolare, trombosi, sistema nervoso centrale, oncologia, malattie metaboliche, medicina interna e, appunto, vaccini. Le attività industriali di Sanofi Aventis includono anche la realizzazione di prodotti di automedicazione, farmaci generici e prodotti per la salute animale.

Da un punto di vista dei brevetti e della progettazione invece Sanofi Aventis vanta un portfolio di molecole tra i più ricchi e innovativi, il 60% delle quali è costituito da medicinali biologici e vaccini. Attualmente sono 49 i progetti di sviluppo clinico.

Il gruppo farmaceutico ha maggioranza azionaria francese ed è stato creato nel 2004 dalla fusione di Sanofi-Synthélabo e di Aventis. Sanofi era a sua volta il risultato della fusione delle filiali farmaceutiche dei gruppi L'Oréal (Synthélabo) e Total (Sanofi). Aventis era invece il frutto di molteplici integrazioni societarie tra gruppi farmaceutici francesi (Rhône-Poulenc e Roussel-Uclaf), tedeschi (Hoechst), statunitensi (Rorer, Marion) e inglesi (Fisons).

Ultimo aggiornamento 24 febbraio 2016

Ultime notizie su Sanofi Aventis
    • Agora

    Farmaceutici Procemsa (integratori alimentari), il "conto terzi" che da' forza ai big del settore (e a se' stesso) - foto -

    Come fa un'azienda specializzata nella produzione di integratori alimentari per conto terzi come la Farmaceutici Procemsa di Nichelino, in provincia di Torino (120 dipendenti, fatturato a 19 milioni nel 2013), a crescere in soli due anni, in quanto a vendite all'estero, dal 17 al 40 per cento dei ricavi complessivi, e operare in un mercato estremamente dinamico, caratterizzato da una forte ricerca di sempre nuovi prodotti? Certo, c'entra molto l'aver attirato l'attenzione di alcune importanti mu...

    – Adriano Moraglio

    • News24

    L'industria ancora importante

    L'apparato industriale del Meridione resta - malgrado la sua economia fra il 2007 e il 2013 abbia perduto 43,7 miliardi di Pil - più ampio di quanto si pensi:

    – di Federico Pirro

    • News24

    Confermati i piani delle multinazionali

    Che la Puglia abbia capacità di attrarre investimenti, dal suo interno come dall'esterno, è un dato di fatto incontestabile. Anche di fronte a shock come

    – di Vera Viola

    • News24

    Multinazionali, corsa a ostacoli

    Nel 2012 Ide per soli 8,8 miliardi di dollari - Pesano Fisco, Pa e miopia politica

    – di Andrea Marini

    • News24

    Ripartiamo dalle tante eccellenze industriali

    L'ultimo scenario del Mezzogiorno delineato dal Censis, se individua alcuni recenti trend della sua economia, ne ignora però molti dei punti di forza che

    – di Federico Pirro

    • News24

    Le start up trainano il biotech

    «Beh, proprio una centrifuga non direi». La responsabile qualità ci corregge con pazienza: quella che a noi pare una scatola in movimento montata su un ripiano

    – di Luca Orlando

1-10 di 85 risultati