Ultime notizie:

Sally Hawkins

    • Info Data

    La notte degli Oscar. Chi li vincerà? Ecco le nostre previsioni

    La 90ª edizione della cerimonia degli Academy Awards, anche conosciuti come gli Oscar, si terrà al Dolby Theatre di Los Angeles nella notte italiana del 4 marzo 2018. Mentre il nostro paese sarà alle prese con lo spoglio dei risultati elettorali dopo una giornata importante, Jimmy Kimmel, già conduttore della precedente edizione, annuncerà i nuovi vincitori. A contendersi le statuette ci saranno i candidati annunciati lo scorso 23 gennaio 2018. Il film che ha ricevuto il maggior numero di candi...

    – Filippo Mastroianni

    • News24

    Sally Hawkins (La forma dell'acqua)

    Seconda nomination agli Oscar per l'attrice londinese dopo quella ottenuta per «Blue Jasmine» di Woody Allen. In quel caso, però, era tra le attrici non protagoniste, mentre ora è entrata meritatamente nella categoria principale. Il suo «La forma dell'acqua» vincerà tante statuette, ma

    • News24

    La forma dell'acqua - Guillermo del Toro. Costumista: Luis Sequeira

    Per la protagonista Eliza Esposito, interpretata da Sally Hawkins, Sequeira ha creato un guardaroba che seguisse gli eventi del film: all'inizio, la sua quotidianità è fatta di toni grigi, per poi passare al rosso con l'aumentare dell'amore per il mostro. Bellissimo l'abito alla Ginger Rogers del

    • News24

    Oscar, quattro nomination per il film di Luca Guadagnino

    Luca Guadagnino ce l'ha fatta: l'ultimo lavoro del regista palermitano, Chiamami col tuo nome, è stato candidato all'Oscar per il miglior film e sarà tra i grandi protagonisti della cerimonia in programma domenica 4 marzo.Coprodotto da diverse nazioni, Call me by your name (questo il titolo

    – di Andrea Chimento

    • Agora

    Venezia '74: vince il meraviglioso mostro di del Toro

    Ha vinto il cinema-sogno, l'apologia della diversità, dell'imperfezione e del rispetto, che concilia pubblico e critica. Un lunghissimo applauso ha accolto la presidente della giuria, Annette Bening, mentre annunciava che il Leone d'oro della 74esima Mostra del cinema di Venezia era stato assegnato a Guillermo del Toro per il suo The shape of water. Il film racconta l'incontro tra una creatura marina fantastica, catturata dai servizi segreti americani durante la Guerra Fredda, e un'Amelie-Cener...

    – Cristina Battocletti

    • News24

    Festival di Venezia, Leone d'oro a Del Toro. Migliore attrice Charlotte Rampling

    Dal nostro inviatoVENEZIA - Ha vinto il cinema-sogno, l'apologia della diversità, dell'imperfezione e del rispetto, che concilia pubblico e critica. Un lunghissimo applauso ha accolto la presidente della giuria, Annette Bening, mentre annunciava che il Leone d'oro della 74esima Mostra del cinema di

    – di Cristina Battocletti

    • News24

    Furiosi borghesi americani

    Molti segnali lasciavano indovinare condizioni particolarmente propizie alla celebrazione del rito di fine estate di quest'anno. E le migliaia di persone accorse come al solito ai bordi marini della laguna veneziana per celebrare gli dei Penati che proteggono i loro sogni non sembrano per ora

    – di Andrea Martini

    • Agora

    Venezia '74 intensa: il cinema sognante di del Toro, il messaggio pacifista del film libanese e la tragedia di Amatrice

    Un viaggio sottomarino di una nuova Amelie, un sogno lungo una bolla d'aria. "The shape of water" di Guillermo del Toro è un fumetto per immagini, una carrellata di "cinema-cinema" che riconcilia la critica e la platea. Siamo in America negli anni Sessanta della Guerra Fredda e una creatura anfibia mostruosa e bellissima assieme, venerata in America del Sud come un dio, viene catturata da Strickland (Michael Shannon) e portata in un laboratorio scientifico segreto. Nella stanza in cui la creatur...

    – Cristina Battocletti

    • News24

    «The Shape of Water», favola-musical che incanta

    Un viaggio sottomarino di una nuova Amelie, un sogno lungo una bolla d'aria. "The shape of water" di Guillermo del Toro è un fumetto per immagini, una carrellata di "cinema-cinema" che riconcilia la critica e la platea. Siamo in America negli anni Sessanta della Guerra Fredda e una creatura anfibia

    – di Cristina Battocletti

1-10 di 55 risultati