Aziende

Saipem

Saipem è un’importante azienda italiana dell’industria petrolifera. È quotata alla borsa italiana e fa parte del settore blue chip, ossia dei titoli a maggiore capitalizzazione.

Saipem si occupa principalmente di attività aventi a oggetto gli idrocarburi, petrolio e gas, in particolare in aree remote e in acque profonde.

È un’azienda leader nella fornitura di servizi di ingegneria, di procurement, di project management e di costruzione. In particolare l’azienda si è specializzata in contratti complessi, ad alto contenuto tecnologico, sia offshore sia onshore. In questi complessi progetti Saipem si pone come general contractor, assumendosi quindi la responsabilità e l’organizzazione dell’intero progetto.

Come azienda a sé stante Saipem è nata negli anni Sessanta, essendo in precedenza una divisione di Eni. Negli anni Saipem ha sviluppato una importante esperienza nel settore della progettazione e costruzione onshore, ampliando poi l’attività anche offshore e all’estero (risale agli anni Settanta la prima commessa nel mare del Nord).

Oggi Saipem è un gruppo di caratura mondiale e collabora con le principali industrie petrolifere del mondo. Allo stesso tempo Saipem dà molta importanza al fattore locale nei suoi progetti, motivo per cui impiega molta manodopera locale anche nelle commesse all’estero.

Nel 2006 Saipem ha acquisito Snam Progetti, completando così la sua offerta e presentandosi come player completo a livello internazionale.

Il gruppo facente capo a Saipem S.p.A. comprende circa 90 società e consorzi, con sedi in tutto il mondo.

Presidente è dal 2015 Paolo Andrea Colombo, mentre amministratore delegato è Stefano Cao.

Ultimo aggiornamento 24 gennaio 2017

Ultime notizie su Saipem
    • News24

    Europa fredda in attesa della Fed, a Milano realizzi sulle banche

    Prima seduta della settimana priva di spunti per le Borse europee, che terminano la giornata in lieve calo (qui l'andamento degli indici) con l'eccezione positiva di Londra. Gli investitori aspettano gli appuntamenti con le banche centrali, a partire dall'esito del vertice Fed in calendario martedì

    – di A. Fontana e P. Paronetto

    • News24

    Saipem avanza con i petroliferi dopo accordo su tagli produzione

    Nel frattempo, per Saipem, si è aggiunto un altro elemento positivo legato all'acquisizione di un nuovo contratto E&C Offshore da parte di Saudi Aramco (nell'ambito del Long Term Agreement) e lavori aggiuntivi in West Africa per un valore complessivo di 400 milioni di dollari.

    – di Cheo Condina

    • News24

    Il Russiagate spaventa le Borse. Lunedì occhi su negoziato Brexit

    A Piazza Affari, che registra -0,1%, avanzano i petroliferi con il Wti che recupera 30 centesimi a 57,7 dollari dopo l'accordo raggiunto ieri per proseguire nei tagli alla produzione: Saipem recupera così il 2,3%, anche grazie alle commesse annunciate da 400 milioni di dollari, Eni lo 0,65% e Tenaris lo 0,25%.

    – di C. Condina e A.Fontana

    • News24

    L'euro forte frena l'Europa, nuovi record per Wall Street

    Chiusura contrastata per le Borse europee (qui l'andamento degli indici), intimorite dal rafforzamento dell'euro che ha di nuovo superato la soglia di 1,19 dollari. I listini, ben impostati per gran parte della seduta, hanno rallentato il passo sul finale, nonostante Wall Street abbia aggiornato

    – di Eleonora Micheli

    • News24

    Il crollo dei tecnologici frena il rally dei listini, Milano chiude a +0,15%

    I nuovi record di Wall Street, spinta anche dalla revisione al rialzo del pil Usa del terzo trimestre Usa (+3,3%), non scaldano i listini europei. Anzi, nell'ultima mezzora di contrattazioni le Borse annullano tutti i guadagni di giornata e chiudono attorno alla parità, depresse dal settore

    – di Cheo Condina

    • News24

    La corsa dell'euro pesa sulle Borse. Giù petroliferi e Mediaset

    La corsa dell'euro, arrivato fino a 1,1960 dollari sulle maggiori chance di una «Grande coalizione» in Germania, ha penalizzato per tutta la seduta i listini azionari europei che, dopo una settimana di generale recupero, hanno quasi tutti segnato una correzione: Piazza Affari ha chiuso vicina ai

    – di P.Paronetto e A.Fontana

    • News24

    Le Borse europee snobbano la crisi tedesca e chiudono sui massimi. Wall Street record

    Chiusura positiva per Piazza Affari sostenuta dall'andamento di petroliferi e comparto energia, quando sono tornate le vendite su molti titoli del settore bancario, nel giorno dei forti recuperi, invece, di Carige e Creval. Il Ftse Mib ha terminato le contrattazioni in progresso dello 0,62% e il

    – di Flavia Carletti

1-10 di 1394 risultati