Aziende

Sace

SACE, società 100% del Gruppo Cassa depositi e prestiti, sostiene le imprese italiane nel loro processo di crescita e internazionalizzazione, guidandole nella scelta dei mercati e nella gestione dei rischi connessi all'operatività. SACE offre un'ampia gamma di prodotti assicurativi e finanziari: credito all'esportazione, assicurazione del credito, protezione degli investimenti, garanzie finanziarie, cauzioni e factoring.

SACE controlla il 76% di SIMEST la società del Gruppo Cdp che dal 1991 sostiene la crescita delle imprese italiane all'estero con la partecipazione al capitale, i finanziamenti a tasso agevolato e l'export credit.

SACE opera in 198 paesi e ha un rating pari a A- (Fitch).

Ultimo aggiornamento 22 marzo 2017

Ultime notizie su Sace
    • News24

    Sace e Bnl sostengono l'internazionalizzazione di Bric's con 700mila euro

    Bnl Gruppo Bnp Paribas e Sace, che insieme a Simest costituisce il polo dell'export e dell'internazionalizzazione del Gruppo Cdp, hanno perfezionato un'operazione di finanziamento da 700mila euro per sostenere i piani di crescita internazionale di Bric's, azienda specializzata in valigeria di

    • News24

    Avviata la stagione delle alleanze, la sfida è l'internazionalizzazione

    Negli ultimi anni in Italia stiamo assistendo a un «grande processo di maturazione del sistema fieristico, che sembra essersi lasciato alle spalle l'epoca in cui i quartieri fieristici erano quasi in competizione tra loro per contendersi i settori produttivi e le aziende». Il presidente di Aefi

    – di Giovanna Mancini

    • Info Data

    La mappa degli sbocchi più sicuri del made in Italy

    Avanti, avanti, sì, ma con gli occhi bene aperti. Perchè la crescita è robusta, l'inflazione sotto controllo, le politiche monetarie accomodanti, i mercati poco "volatili" e il prezzo delle commodity in risalita. E il rischio? Che sia di credito o politico c'è, ma non si vede. E per questo, quando arriva, può fare ancor più male. Ma c'è anche una buona notizia per l'Italia: una quota significativa dei nostri principali partners è "più sicura" per le nostre esportazioni. Ovvero, i Paesi che han...

    – Infodata

    • News24

    Sbocchi più sicuri per il made in Italy

    Avanti, avanti, sì, ma con gli occhi bene aperti. Perché la crescita è robusta, l'inflazione sotto controllo, le politiche monetarie accomodanti, i mercati poco "volatili" e il prezzo delle commodity in risalita. Il rischio? Che sia di credito o politico c'è, ma non si vede. Per questo, quando

    – di Laura Cavestri

    • Agora

    Da Simest 15 milioni per la crescita europea di Granarolo e del made in Italy

    e.scarci709@gmail.com ---------------------------- Simest in soccorso di Granarolo con 15 milioni. La società del gruppo Cdp, delegata all'internazionalizzazione, sosterà un'altra fase della crescita europea di Granarolo. E' stato perfezionato l'aumento di capitale del 30% di Granarolo France, controllata del gruppo bolognese sui mercati Ue, per un valore di 15 milioni di euro. L'operazione è finalizzata a valorizzazione la filiera di produzione del latte italiano e la diversificazione di p...

    – Emanuele Scarci

    • Agora

    L'effetto Trump sulle imprese italiane (spiegato a Vicenza, che esporta negli Usa 1.400 milioni di euro)

    Le imprese italiane fanno i conti con la riforma fiscale voluta dall'amministrazione Trump. A Vicenza - provincia che ha negli Usa il proprio secondo mercato di export, per un valore superiore a 1.400 milioni di euro, dopo la Germania - oggi Confindustria ha chiamato David H. Rosenbloom, uno dei massimi esperti del sistema fiscale americano, per spiegare quali sono i rischi, ma anche le opportunità di un cambiamento che è in vigore dal 1. Gennaio 2018, ma che per alcuni aspetti è retroattivo. «L...

    – Barbara Ganz

    • News24

    Export, i 12 Paesi-chiave per raggiungere l'obiettivo 500 miliardi

    Non basta godersi i record dell'anno appena concluso. Per gli esportatori italiani - quelli abituali e i debuttanti - il 2018 è un libro con pagine tutte da scrivere. Dopo i 331 miliardi dei primi nove mesi del 2017, le previsioni parlano di 4% di crescita annua nei prossimi quattro anni e di un

    – di Carmine Fotina

    • News24

    La rinascita (fruttuosa) dell'Ice

    Nel luglio 2011 una incredibile improvvida legge dell'allora governo Berlusconi stabilì che l'Ice era un ente inutile e pertanto andava soppresso, dimenticando che non esiste Paese industriale privo di una o più agenzie governative preposte al sostegno organizzativo e finanziario ai processi di

    – di Fabrizio Onida

    • News24

    Cina e farmaceutica le sorprese dell'export

    L'export italiano nel 2017 sarebbe dovuto crescere del 3,8, massimo del 4%, dicevano gli esperti a gennaio. Si sbagliavano: soltanto nei primi nove mesi il made in Italy all'estero aveva messo a segno un lusinghiero +7,3%. Tanto che gli esperti dell'Ice e di Prometeia, la scorsa settimana, hanno

    – di Micaela Cappellini

1-10 di 802 risultati