Persone

Ronald Reagan

Ronald Wilson Reagan (1911-2004) è stato un politico e un attore statunitense. È stato il 40esimo Presidente degli Stati Uniti d’America, in carica dal 1981 al 1989.
Ronald Reagan si è laureato nel 1932 in Scienze Sociali ed è diventato giornalista sportivo lavorando come radiocronista. Ha iniziato la carriera di attore nel 1937, girando più di 50 film in 28 anni. Durante la Seconda Guerra Mondiale è stato capitano dell'Air Force One ED è stato Presidente del sindacato attori dal 1947 al 1952.

La carriera politica è iniziata nel 1954: in seguito alla proposta della General Motors di compiere un giro di conferenze nelle fabbriche, Reagan si è creato una rete di conoscenze, finanzieri e industriali, che nel 1964 lo ha spinto a partecipare alla campagna presidenziale a sostegno della candidatura del repubblicano Barry Goldwater. Nel 1966 Reagan ha vinto la corsa a Governatore della California, carica alla quale è stato rieletto nel 1970. Dieci anni più tardi Reagan ha vinto la nomination repubblicana nella corsa alla Casa Bianca. Nel 1984 è stato vittima di un attentatore che lo ha ferito con un colpo di pistola al torace. Il suo mandato è stato confermato nel 1985.

Ronald Reagan è stato accusato di aver incaricato l’allora Segretario del Comitato dei Governatori della Federal Reserve Alan Greenspan, del tentativo di sabotaggio del sistema della banca Centrale degli Usa.

Ultimo aggiornamento 24 febbraio 2016

Ultime notizie su Ronald Reagan
    • News24

    Domani giura Trump, cosa farà Wall Street? I precedenti dal 1953

    ...insediamento di Reagan (-2,4%). ... E' accaduto per esempio dopo il primo giuramento Reagan (-3,8%), il primo di Bush jr (-4,7%) e il primo di Obama (-3,3%); tra le eccezioni più vistose invece è da ricordare la seconda presidenza Clinton (+4,6%) e la seconda Reagan (+3,4%).

    – di Enrico Marro

    • News24

    Quarta differenza: sui tagli fiscali Donald non ha ampi margini

    Trump fa sognare Wall Street anche perché promette di tagliare le imposte sui capital gain, proprio come fece a suo tempo Reagan. ... Ronald infatti ereditò da Jimmy Carter imposte sui capital gain che arrivavano fino al 39%, dimezzandole nel giro di pochi anni al 20%. Oggi Trump si ritrova con imposte che grossomodo sono quelle ereditate da Reagan: un'aliquota del 23,8% alla quale va aggiunta un'eventuale sovrattassa del 3,8% legata all'Obamacare. ...gain tax targato Reagan, insomma, resta...

    • News24

    Terza differenza: Ronald liberoscambista, Donald protezionista

    Potrebbe essere un recente Obama, ma è invece un Ronald Reagan d'annata, imbottigliato nel 1985: del resto Ronald trasformò in legge l'accordo di libero scambio tra Canada e Stati Uniti, battistrada proprio di quel Nafta (North American Free Trade... In fatto di commercio internazionale, Ronald e Donald sono dunque agli antipodi: il primo liberoscambista, il secondo protezionista al punto da far temere possibili guerre commerciali con Messico e Stati Uniti.

    • News24

    Seconda differenza: tassi d'interesse in direzioni opposte

    Altra palese differenza: nel gennaio 1981, quando Reagan si insediò formalmente alla Casa Bianca, Wall Street era ai minimi (anche per la sfiducia dei mercati verso l'ex attore) e le azioni si potevano comprare a prezzi stracciati, mentre i tassi... Ma già nel primo anno di presidenza Reagan la Fed iniziò a tagliare il costo del denaro, invertendo un trentacinquennale trend rialzista.

    • News24

    Prima differenza: livelli occupazionali agli antipodi

    L'outsider Donald adora essere accostato all'ousider Ronald, l'ex attore di B movies (considerato da molti un presidente improbabile e impresentabile) che rilanciò economia, occupazione e mercati finanziari vincendo pure la Guerra Fredda contro... Tanto da aver preso a prestito da Ronald lo slogan elettorale "Make America great again". ... Quando Reagan assunse l'incarico la disoccupazione negli Stati Uniti stava esplodendo (dal 7,8% del gennaio 1981 balzò al 10,8% nel dicembre 1982).

    • News24

    Il «miglior nemico» dell'America

    Sembra la solita vecchia storia del nemico necessario: ai tempi di Ronald Reagan il nemico degli americani erano i giapponesi con le loro esportazioni, la nemesi dei Bush padre e figlio era Saddam Hussein, la Serbia di Milosevich quella di Clinton e nessuno più di Putin lo è stato per Barack Obama per il quale invece Xi Jinping era il partner preferito.

    – di Ugo Tramballi

    • News24

    Il Trump-style: così i gusti di Donald cambieranno l'America

    Ronald Reagan, invece, rese accettabile per la prima volta vedere un adulto che mangia caramelline a forma di fagiolo colorato, mentre le donne della sua Amministrazione arrivarono a tal punto a influire e alterare la moda hippy prevalsa nell'Inauguration Day del 1981 che ogni signora di Washington sopra i 45 anni apprese subito a riconoscere quel colore di abito al quale si allude quando si dice "rosso Nancy Reagan".

    – di Christopher Caldwell

    • News24

    Rischio delusione con la fiducia verso Trump già alle stelle

    E, ieri, pure il clima di fiducia tra le piccole e medie imprese (secondo Nfib) è volato al picco del 2004 o, se si preferisce, ai livelli dei primi anni 80, quando l'entusiasmo suscitato da Ronald Reagan aveva fatto sognare l'America.

    – di Walter Riolfi

1-10 di 615 risultati