Persone

Romano Prodi

Romano Prodi è una delle figure di spicco della vita economica e politica dell'Italia del dopoguerra.

Negli ultimi quarant'anni ha ricoperto incarichi molto prestigiosi e importanti sia in Italia sia all'estero. Gli ultimi, in ordine di tempo, sono la presidenza del Partito Democratico, che lo stesso Romano Prodi ha contribuito a fondare, e la presidenza del gruppo di lavoro Onu/Ud per la riforma della missione di pace.

In precedenza era stato Presidente del Consiglio, dal 2006 al 2008, dopo aver portato l'Unione alla vittoria alle elezioni del 2006. Durante parte del suo governo ha anche avuto l'incarico di ministro di grazia e giustizia ad interim.

Prima del suo ritorno nella politica italiana, Romano Prodi ha avuto una parentesi all'estero, ricoprendo il ruolo di presidente della Commissione europea dal 1999 al 2004. Prima dell'esperienza europea Romano Prodi era già stato presidente del Consiglio in Italia, dal 1996 al 1998, alla guida della coalizione Ulivo da lui stesso fondata.

Prima della scelta di dedicarsi alla politica, Prodi è stato per tanti anni presidente dell'Iri, in particolare nella stagione delle privatizzazioni dei primi anni Novanta. I suoi esordi politici sono intrecciati con quelli accademici. Allievo di Beniamino Andreatta è stato sin dall'inizio vicino alla Democrazia Cristiana, arrivando ad essere Ministro dell'Industria, pur non essendo un vero e proprio militante del partito.

Romano Prodi è anche professore di economia e politica industriale all'università di Bologna. Nella sua lunga carriera ha ricevuto numerosissime lauree honoris causa ed è autore di diverse pubblicazioni accademiche.

Ultimo aggiornamento 24 febbraio 2016

Ultime notizie su Romano Prodi
    • News24

    Privatizzazioni

    Pier Luigi Bersani, il ministro del governo di Romano Prodi che ha legato il suo nome alle liberalizzazioni, riconosce naturalmente che la sua generazione ha abbracciato alcune delle politiche blairiane.

    • News24

    Sicurezza e degrado nelle città: la sfida più difficile da vincere

    E' un'operazione tentata già altre volte: il provvedimento richiama e rilancia, per esempio, i patti per la sicurezza nelle città che furono lanciati già dall'ultimo esecutivo guidato da Romano Prodi, con ministro dell'Interno Giuliano Amato e viceministro proprio Minniti.

    – di Marco Ludovico

    • News24

    La strada giusta degli eurobond «sintetici»

    La prima è che la Bce e il Sebc di fatto detengono già un "Eurobond sintetico", come argomento io stesso con Attilio Bertini in uno studio che abbiamo in fase avanzata (anche in prosecuzione a quello che Romano Prodi e chi scrive pubblicarono su queste colonne nel 2011 e 2012).

    – di Alberto Quadrio Curzio

    • News24

    Parlamento fermo, si attendono le motivazioni

    Un intervento che per Romano Prodi dovrebbe concretizzarsi nel ritorno ai collegi uninominali «il più possibile piccoli, da 70mila elettori» per obbligare i partiti a mettere in competizione «persone di livello», al contrario di quanto avverrebbe con le preferenze.

    – Barbara Fiammeri

1-10 di 2896 risultati