Persone

Roberto Speranza

Roberto Speranza è nato il 4 gennaio del 1979 a Potenza ed è un politico italiano, attualmente capogruppo alla Camera dei deputati per il Partito Democratico.

Dopo aver conseguito il diploma di maturità scientifica presso il Liceo scientifico statale "Galileo Galilei" di Potenza, Speranza si è laureato in Scienze Politiche presso la Luiss di Roma ed ha successivamente conseguito un dottorato di ricerca in Storia dell'Europa Mediterranea.

Fin dagli anni del Liceo Speranza è entrato in politica, da militante e segretario regionale lucano della Sinistra giovanile.

Terminati gli studi universitari ha assunto il primo incarico politico nazionale, come presidente della Sinistra giovanile.

Nel 2004 è stato eletto nel Consiglio comunale di Potenza, dove nel 2009 diventa assessore all'Urbanistica. Contestualmente Speranza effettua una scalata all'interno del Partito Democratico, dove Il 9 novembre del 2009 viene eletto segretario regionale del PD della Basilicata.

Convinto Bersaniano alle primarie nazionali del PD del 2012 e coordinatore delle primarie del PD per le successive elezioni politiche del 2013, Roberto Speranza viene candidato ed eletto per il PD alla Camera dei Deputati, quale capolista nella circoscrizione elettorale Basilicata.

Il 19 marzo del 2013 viene eletto capogruppo alla Camera dei Deputati per il PD.

Convive ed è padre di due figli.

Ultimo aggiornamento 24 febbraio 2016

Ultime notizie su Roberto Speranza
    • News24

    La maggioranza a rischio sfaldamento in autunno

    Altri voti che in Senato rischiano di sfilarsi dalla maggioranza in occasione dell'approvazione della legge di bilancio: se Pisapia spinge per non rompere con il governo facendo precise proposte sulla legge di bilancio («non possiamo prenderci la responsabilità di far mancare i numeri», ripete), da parte loro Pier Luigi Bersani e Roberto Speranza - e ancora di più Massimo D'Alema - immaginano di approfittare proprio della prossima legge di bilancio per smarcarsi da un governo a guida Pd...

    – di Emilia Patta

    • News24

    Dimissioni di Costa segnale di sfilacciamento della maggioranza

    Con il gruppo di Ap attratto dalle sirene berlusconiane e con gli scissionisti bersaniani di Mdp sull'uscio - Pier Luigi Bersani e Roberto Speranza hanno ripetutamente avvertito che il loro partito non voterà la legge di bilancio se non ci sarà una decisa inversione di rotta rispetto alle "politiche renziane" considerate di destra - è lecito chiedersi se in questo scorcio di legislatura sarà possibile approvare qualche provvedimento incisivo, a cominciare appunto alla legge di bilancio, o ci...

    – di Emilia Patta

    • News24

    Senato, dopo lo ius soli sono a rischio anche antimafia e biotestamento

    Dall'altro lato conta il distacco dei bersaniani di Mdp, che ancora ieri tramite Roberto Speranza attaccavano «l'errore di inseguire la destra su un terreno sbagliato» e insistevano: «Ci impegneremo a fondo affinché il provvedimento sullo ius soli rimanga nel calendario del Senato prima della pausa estiva, così come deciso dalla conferenza dei capigruppo».

    – di Manuela Perrone

    • News24

    Ius soli, Gentiloni: mancano le condizioni per il sì entro l'estate

    E alla fine arriva il passo indietro. «Tenendo conto delle scadenze non rinviabili in calendario al Senato e delle difficoltà emerse in alcuni settori della maggioranza non ritengo ci siano le condizioni per approvare il ddl sulla cittadinanza ai minori stranieri nati in Italia prima della pausa

    – di Nicola Barone

    • News24

    Pd-governo, Renzi nega divisioni. Duro scontro con Letta

    Quello che per mesi commentatori compiacenti hanno definito in modo brutale "complotto" ha un nome più semplice: si chiama democrazia», scrive Renzi sottolineando come la "defenestrazione" di Letta fu decisa in primis dall'allora minoranza del Pd guidata da Roberto Speranza e Gianni Cuperlo.

    – di Emilia Patta

    • News24

    Pd-governo, Renzi nega divisioni

    Quello che per mesi commentatori compiacenti hanno definito in modo brutale "complotto" ha un nome più semplice: si chiama democrazia», scrive Renzi sottolineando come la "defenestrazione" di Letta fu decisa in primis dall'allora minoranza del Pd guidata da Roberto Speranza e Gianni Cuperlo.

    – Emilia Patta

1-10 di 484 risultati