Le nostre Firme

Roberto Galullo

    • News24

    Il "re del vino" romagnolo in affari con la mafia pugliese

    Il "re del vino" è nuovamente nei guai per i suoi affari con la mafia foggiana, la cui penetrazione criminale fuori dai confini pugliesi diventa sempre più evidente.Uno dei maggiori imprenditori vitivinicoli di Ravenna, il faentino Vincenzo Melandri, è stato arrestato nell'ambito di un'indagine

    – di Roberto Galullo

    • Agora

    Calcio marcio/1 In tre mesi 165mila poliziotti negli stadi ma il potere degli ultras è aumentato e le curve sono fuori controllo!

    Ieri, 14 dicembre, la Commissione parlamentare d'inchiesta sulle mafie ha presentato un'interessantissima relazione su "Mafia e calcio". Siti e giornali ne hanno descritto alcune parti molto d'impatto, come ad esempio gli incestuosi rapporti tra alcune società calcistiche e le tifoserie. Voglio con voi entrare nel dettaglio di questa lunga e articolata relazione per un semplice motivo: il calcio in Italia rappresenta la quintessenza del degrado della società e, dunque, quel che vale per questo...

    – Roberto Galullo

    • News24

    Aumentano i traffici di esseri umani e rendono miliardi alle mafie

    Dal 1° sbarco "biblico" di migranti sulle cose italiane sono passati oltre 26 anni. Il 7 marzo 1991 nel porto di Brindisi, in un solo giorno, a bordo di due grossi navi mercantili e di imbarcazioni di ogni tipo, giunsero in porto 27 mila albanesi. Il 1° agosto dello stesso anno al porto di Bari

    – di Roberto Galullo

    • News24

    Nelle mani di Cosa nostra anche gli imballaggi per l'ortofrutta

    A Cosa nostra non sfugge neppure la realizzazione di imballaggi destinati alle produzioni ortofrutticole. In particolare quelle di Vittoria (Ragusa).Per questo la Gdf di Catania, su delega della locale Dda, ha eseguito un'ordinanza di custodia cautelare emessa dal Gip nei confronti di otto

    – di Roberto Galullo

    • News24

    Natale in carcere per tutto il clan dei Casalesi Zagaria

    Sorella e tre cognate del boss dei Casalesi Michele Zagaria arrestate sul più bello.Ma il loro concetto di bellezza non corrisponde a quello della Giustizia che le ha dunque fermate con l'accusa di ricettazione aggravata dal metodo mafioso perché incassavano risorse dell'organizzazione riservate al

    – di Roberto Galullo

    • News24

    La criminalità vale il 7% del Pil mondiale

    I trilioni - che fino a oggi potevano essere attribuiti perlopiù alla fervida fantasia disneyana di Paperon de Paperoni - esistono davvero. Oltre che essere nei depositi nei quali si tuffa il papero taccagno, sono anche nei forzieri della criminalità economica.

    – di Roberto Galullo

    • Agora

    Lotta alle mafie/6 Roraima Ana Andriani (Interpol): « L'Africa è il continente emergente per il crimine organizzato».

    Cari lettori di questo umile e umido blog, dalla sorsa settimana vi do conto di alcuni aspetti straordinariamente interessanti non affrontati o affrontati di striscio nel corso degli Stati generali delle lotte alle mafie svolto a Milano e organizzato dal ministero della Giustizia. Rimando ai link a fondo pagina per tutti i servizi precedenti. Oggi proseguo con un argomento che ho cominciato a trattare venerdì scorso grazie agli spunti molto interessanti offerti dal direttore generale del dipar...

    – Roberto Galullo

    • Agora

    Lotta alle mafie/5 Roraima Ana Andriani (Interpol): «Il deep web invisibile sta sconvolgendo il modus operandi delle mafie mondiali».

    Cari lettori di questo umile e umido blog, dalla sorsa settimana vi do conto di alcuni aspetti straordinariamente interessanti non affrontati o affrontati di striscio nel corso degli Stati generali delle lotte alle mafie svolto a Milano e organizzato dal ministero della Giustizia. Rimando ai link a fondo pagina per tutti i servizi precedenti. Oggi proseguo con un argomento che ho cominciato a trattare venerdì scorso grazie agli spunti molto interessanti offerti dal direttore generale del dipar...

    – Roberto Galullo

    • News24

    La Serbia tiene in ostaggio otto capolavori italiani trafugati da Hitler

    Otto "prigionieri di guerra" sono ancora in ostaggio nelle sale del Museo nazionale di Belgrado a più di settant'anni dalla fine del Secondo conflitto mondiale. Sono otto opere d'arte di inestimabile valore trafugate dall'Italia nel 1943 sui treni speciali del luogotenente di Hitler, il maresciallo

    – di Roberto Galullo e Angelo Mincuzzi

    • News24

    Nel caveau dei Carabinieri a Roma il tesoro miliardario dell'arte rubata

    I visitatori che ospita ogni anno si contano sulle dita di una mano eppure è il museo d'arte più ricco in Italia e tra i più ricchi al mondo. Non solo. La mostra non comprende mai gli stessi beni e le stesse opere. Dipende dai nuovi ingressi così come il ricambio è legato ai tempi di consegna al

    – di Roberto Galullo e Angelo Mincuzzi

1-10 di 2826 risultati