Persone

Roberto Calderoli

Roberto Calderoli è un politico- E' stato ministro per la semplificazione normativa, senatore della Repubblica, nonché esponente di spicco della Lega Nord.

Calderoli arriva allincarico di ministro per la semplificazione normativa nel 2008, grazie alla vittoria alle elezioni tra le fila della Lega Nord a fianco del PdL. In precedenza, dal 2006 al 2008, Calderoli è stato anche vicepresidente del Senato. In uno dei precedenti governi Berlusconi, dal 2004 al 2006, Calderoli era stato ministro per le riforme.

In questo periodo è uno dei firmatari della legge elettorale attualmente in vigore. Dal 2002 è coordinatore delle segreterie nazionali della Lega Nord. La sua avventura in Parlamento comincia nel 1992 quando viene eletto alla Camera dei deputati; viene successivamente rieletto fino al 2001, quando si presenta al Senato. Contestualmente, ricopre incarichi di rilievo all'interno del suo partito. Nel 1993 diventa presidente della Lega Lombarda e, dal 1995 al 2002, ne è segretario nazionale.

I suoi primi passi in politica risalgono al 1990, quando viene eletto consigliere comunale a Bergamo, incarico che mantiene fino al 1995. Roberto Calderoli è medico con specializzazione in chirurgia maxillo-facciale.

Ultimo aggiornamento 24 febbraio 2016

Ultime notizie su Roberto Calderoli
    • News24

    Impeachment, accuse al Colle infondate. Saranno un boomerang

    Non appena svaniti i sogni di gloria di un governo a trazione pentastellata, Luigi di Maio ha ventilato l'ipotesi di promuovere lo stato d'accusa nei riguardi di Sergio Mattarella per attentato alla Costituzione. Ma un'ipotesi del genere è stravagante. Si fonda sul nulla.

    – di Paolo Armaroli

    • News24

    Con il nuovo governo 4 missioni a rischio: Afghanistan, le due in Libano e Niger

    Afghanistan, Libano e Niger. Sono tre le missioni internazionali che rischiano di non essere prorogate dal nuovo governo Cinque Stelle-Lega. Fino a 2.500 militari italiani potrebbero essere richiamati in Italia, per essere poi destinati a missioni che, dal punto di vista del nuovo esecutivo, hanno

    – di Andrea Carli

    • News24

    Ecco come sarà la squadra di governo e il pressing leghista per Savona all'Economia

    Non solo premier. L'altro imponente scoglio per il governo giallo-verde è quello della squadra dei ministri. Con il passare dei giorni circolano e si accavallano nomi su nomi. Sembrano ormai chiare le volontà dei due leader di Lega e M5S di puntare rispettivamente agli Interni e al super ministero

    – di Mariolina Sesto

    • News24

    M5S-Lega, è tensione su Di Maio premier. Si tratta per Fdi in squadra

    La vulgata confermata anche da Matteo Salvini è che né lui né Luigi Di Maio saranno premier. Dall'incontro di ieri il nome per Palazzo Chigi è rimasto ancora un punto interrogativo. Oggi si rivedranno a Milano, prima o dopo la tappa ad Aosta per le Regionali di domenica. Chiuso l'accordo sul

    – di Barbara Fiammeri e Manuela Perrone

    • News24

    Stallo su premier e programma, M5S-Lega chiedono altro tempo a Mattarella

    «Non facciamo nomi», ma «abbiamo rappresentato al presidente della Repubblica l'esigenza di qualche altro giorno per poter chiudere la discussione sui temi», annuncia Di Maio al termine del suo incontro con il capo dello Stato. Ancora un pomeriggio di consultazioni per il presidente della

    – di Alessia Tripodi e Vittorio Nuti

    • News24

    Governo M5s-Lega, il premier sarà politico. I leader al Colle: «Pronti a riferire»

    "Miracolo a Milano"? Al termine della due giorni lombarda, di certo c'è soltanto che alla guida del governo giallo-verde andrà un politico. «Mai un tecnico», giura Luigi Di Maio. Ma anche questa sicurezza va presa con le molle perché la trattativa sul nome sembra ancora a un punto morto, complicata

    – di Manuela Perrone

    • News24

    Salvini-Di Maio, faccia a faccia al Pirellone tra le due Italie (ex) populiste

    Il primo a comparire è Roberto Calderoli, bergamasco, ex ministro leghista. Gli chiedono un commento sulla riabilitazione di Berlusconi: «Sono contento per lui». Poco dopo arriva Alfonso Bonafede, siciliano, un astro nascente dei Cinque stelle uscito dalla scuola dei Meetup. Non risponde su

    – di Alberto Magnani

    • News24

    Dai presidenti delle Camere a Molteni: quando M5S e Lega hanno trovato la quadra

    Non c'è solo lo spettro di raid in Siria ad accelerare i tempi di un accordo tra M5S e Lega per la formazione del nuovo governo. Ci sono anche le intese raggiunte dalle due forze politiche in parlamento, tra cui l'ultima che ha portato all'elezione dell'esponente del Carroccio Nicola Molteni alla

    – di Andrea Carli

1-10 di 1594 risultati