Persone

Roberto Bolle

Roberto Bolle è un ballerino italiano, nato a Casale Monferrato (AL) il 26 marzo 1975. È stato Primo ballerino ed Etoile del Teatro alla Scala di Milano. Ha una carriera di respiro internazionale: tra le varie esperienze, ha danzato con il Royal Ballet, al Teatro dell'Opera di Vienna e nel Tokyo Ballet.

All’età di 12 anni Roberto Bolle è entrato alla Scuola di Ballo del Teatro alla Scala, dove due anni dopo è stato nominato Primo Ballerino da Elisabetta Terabust. Dal 1996 si è intensificata la sua carriera internazionale: ha danzato con il Royal Ballet, il Balletto Nazionale Canadese, il Balletto di Stoccarda, il Balletto Nazionale Finlandese, alla Staatsoper di Berlino e Dresda, al Teatro dell'Opera di Vienna, al Teatro dell'Opera di Monaco di Baviera, al Wiesbaden Festival e con il Tokyo Ballet. Nel 2000 Roberto Bolle ha inaugurato la stagione del Covent Garden di Londra con Il lago dei cigni e due anni più tardi ha danzato a Buckingham Palace al cospetto della Regina d'Inghilterra.

Nella stagione 2003/2004 gli è stato riconosciuto il titolo di Etoile del Teatro alla Scala. Nel 2004 Roberto Bolle ha ballato al cospetto di Giovanni Paolo II, sul sagrato di Piazza San Pietro in occasione della giornata della Gioventù. Nel 2006 ha danzato alla cerimonia di apertura dei Giochi Olimpici Invernali di Torino.

Nel 2009 ha fatto discutere un'intervista rilasciata da Bolle alla rivista francese «Numéro Homme», intervista durante la quale l'artista avrebbe dichiarato la sua omosessualità, al clamore destato da questa dichiarazione è poi seguito da parte del ballerino un successivo intervento su alcuni quotidiani nazionali (tra cui Repubblica ed il Corriere della Sera) del 28 gennaio 2009, in cui ha specificato che la sua dichiarazione, a proposito dell'argomento dell'omosessualità è stata completamente travisata e decontestualizzata, molto probabilmente anche a causa della sua non perfetta padronanza della lingua francese.
Il 01 gennaio 2013 Roberto Bolle viene accompagnato dal Corpo di Ballo del Teatro alla Scala di Milano nell'interpretazione della coreografia di Mvula Sungani nel "Concerto di Capodanno" trasmesso in mondovisione dal Gran Teatro La Fenice di Venezia.

Roberto Bolle è ambasciatore dell’Unicef ed è fondatore del Gala Roberto Bolle and Friends.

Il 2 giugno 2012, su proposta della Presidenza del Consiglio dei Ministri, è stato nominato Cavaliere al merito della Repubblica Italiana.

Ultimo aggiornamento 24 febbraio 2016

Ultime notizie su Roberto Bolle
    • NovaCento

    I numerosi personaggi del film della creatività

    Nell'immagine: Alberto Abruzzese, attore, sul set del film Orecchie (Italia, 2016). Alle sue spalle, il regista del film, Alessandro Aronadio. Il film Orecchie è stato diretto da un regista 40enne (Aronadio è un classe 1975, siciliano), ed è una commedia un po' fuori dagli schemi: un giorno, un uomo si sveglia con un fastidioso fischio alle orecchie, e trova un post-it sul frigorifero, lasciato dalla fidanzata, che gli comunica la morte di un suo amico, del quale però non ricorda l'esistenza. D...

    – Gabriele Caramellino

    • News24

    Morto Bibi Ballandi, manager di Fiorello e signore della Tv italiana

    Dalla musica alla televisione. Un percorso che hanno seguito molti manager e produttori partiti tra gli anni Sessanta e i Settanta e «arrivati» tra gli Ottanta e i Novanta. Lui lo ha fatto a modo suo, assecondando l'intuito, curando le relazioni umane prima che quelle professionali, mettendoci

    – di Francesco Prisco

    • News24

    La danza di Elisabetta, étoile tra tradizione e modernità

    La prematura e improvvisa scomparsa di Elisabetta Terabust (nata a Varese il 4 agosto 1946 e deceduta a Roma nella notte tra il 4 e il 5 febbraio 2018), étoile internazionale e direttrice di molti Corpi di Ballo italiani, ha sconvolto il mondo della danza. Aveva 71 anni e non ha retto a un tumore

    – di Marinella Guatterini

    • News24

    Roberto Bolle nuovo testimonial di Tod's

    E' da molti anni che Tod's ha scelto di legarsi e sostenere la cultura italiana, in tutte le sue forme, tradizioni, espressioni. Se a fare notizia più di ogni altra iniziativa c'è stato il restauro del Colosseo, i progetti sono in realtà tantissimi. Non si tratta solo di sostenibilità o

    – di Giulia Crivelli

    • News24

    Capodanno in musica. Come chiudere l'anno sulle note classiche

    La passione per la musica può diventare l'occasione per organizzare un break a Capodanno. Da Vienna a Torino, da Berlino a Venezia, da Amburgo a Milano a Budapest sono numerosi gli appuntamenti imperdibili.

    – di Lucilla Incorvati

    • Agora

    Stufi delle solite proposte? Sette idee per un Capodanno con la grande musica tra Italia ed Europa

    Tempo di decidere le vacanze di fine anno. Tra le varie opportunità di stagione - molte ormai scontate - mi è sembrato interessante proporre quelle elaborate dal Sipario musicale, certo destinate ad un pubblico dedito a una esperienza musicale di tipo classico. Di seguito la nota che illustra gli appuntamenti, tutti di altissimo livello ed in luoghi splendidi, tra Italia ed Europa. Il Sipario musicale, a cavallo tra il 2017 e il 2018, firma sette viaggi in altrettante mete per celebrare in m...

    – Vincenzo Chierchia

    • News24

    Campo Dall'Orto: «La Rai torna centrale nel sistema tv»

    Alle spalle c'è «un anno positivo su tutti i fronti: ascolti, bilancio, posizionamento dei canali». Ma davanti le incognite non mancano: «Se passa l'estensione del tetto agli stipendi degli artisti e non si risolve il discorso legato all'inclusione della Rai nella lista delle Pubbliche

    – di Andrea Biondi e Marco Mele

    • News24

    «Con il tetto muore la libera impresa Rai»

    Alle spalle c'è «un anno positivo su tutti i fronti: ascolti, bilancio, posizionamento dei canali». Ma davanti le incognite non mancano: «Se passa l'estensione del tetto agli stipendi degli artisti e non si risolve il discorso legato all'inclusione della Rai nella lista delle Pubbliche

    – Marco Mele

1-10 di 96 risultati