Ultime notizie:

Robert Gordon

    • News24

    Produttività

    L'economista Robert Gordon ha mostrato come l'andamento della produttività negli Stati Uniti dal 1920 al 1970 (indicato dalla «produttività totale dei fattori», una misura della crescita del prodotto per unità di fattore di produzione) dopo di allora non è stato più eguagliato.

    • News24

    Sette grafici che dimostrano come i Paesi sviluppati stiano perdendo il loro vantaggio

    Robert Gordon, professore di scienze sociali alla Northwestern University, ha dimostrato che l'economia americana non riesce a eguagliare gli straordinari livelli di produttività raggiunti tra il 1920 e il 1970. ... Produttività - L'economista Robert Gordon ha mostrato come l'andamento della produttività negli Stati Uniti dal 1920 al 1970 (indicato dalla «produttività totale dei fattori», una misura della crescita del prodotto per unità di fattore di produzione) dopo di allora non è stato più...

    – di Martin Wolf

    • News24

    Euro, the big defeat for the economics profession

    The euro has been the greatest success of economic science but is becoming the most humiliating defeat for the economics profession. I thank Il Sole 24 Ore for it openness in allowing me to set forth and discuss a paradox that concerns us all, economists or otherwise, in the framework of a

    – di Alberto Bagnai

    • News24

    I salari e la questione irrisolta dell'euro

    L'euro è stato il più grande successo della scienza economica, ma sta diventando la più umiliante sconfitta per la professione economica. Ringrazio il Sole 24 Ore, che mi permette, con apprezzabile spirito di apertura, di esporre e discutere nel quadro di un dibattito autorevole un paradosso che ci

    – di Alberto Bagnai

    • News24

    Londra va alla Brexit? La Scozia aumenta del 72% gli studenti Ue in 10 anni

    Addio Regno Unito, benvenuta Scozia. Anzi: benvenuti in Scozia. Mentre Londra si avvicina alla Brexit, i "cugini" scozzesi hanno già iniziato a guadagnare terreno in uno dei settori più vitali per l'economia britannica: gli international students, la popolazione di studenti universitari stranieri

    – di Alberto Magnani

    • News24

    Le due trappole per l'economia mondiale: innovazione lenta e nubi geopolitiche

    Che cosa succederà all'economia mondiale quest'anno? Possiamo scommettere con una certa sicurezza che crescerà. Come ho scritto in un editoriale pubblicato un anno fa in questo stesso periodo, la cosa più sorprendente dell'economia mondiale è il fatto che tutti gli anni, dall'inizio degli anni 50

    – di Martin Wolf

    • Agora

    I tagli alle tasse di Herr Schaeuble? Due cappuccini al mese

    Zwei Cappuccino im Monat, due Cappuccini al mese. Questo è il titolo ironico con cui Handelsblatt, il giornale finanziario tedesco, ha criticato come assolutamente insufficiente la riduzione delle imposte decise dalla cancelliera Angela Merkel per rilanciare i consumi interni in Germania. Alle critiche interne di Handelsblatt si sono aggiunte quelle, ben più importanti e severe, del direttore generale dell'Fmi, la francese Christine Lagarde, che a Washingotn ha "strigliato" con il via libera deg...

    – Vittorio Da Rold

    • News24

    Germania, 6 miliardi di tagli alle tasse nel 2017 e 2018

    Zwei Cappuccino im Monat, due Cappuccini al mese. Questo è il titolo ironico con cui Handelsblatt, il giornale finanziario tedesco, ha criticato come assolutamente insufficiente la riduzione delle imposte decise dalla cancelliera Angela Merkel per rilanciare i consumi interni in Germania. Alle

    – di Vittorio Da Rold

    • News24

    Juncker apre a una maggiore flessibilità

    Con una crescita europea che fa fatica a ripartire in un quadro globale di stagnazione - come indicato anche ieri dalla Bce di Mario Draghi che ha invitato i governi, Germania in testa, a fare la loro parte - il presidente della Commissione Ue, Jean-Claude Juncker guarda con crescente favore alla

    – Vittorio Da Rold

    • News24

    Programmi economici divergenti ma una sola certezza: il deficit salirà

    Mancano poco più di due mesi alle elezioni presidenziali Usa, e nei sondaggi Hillary Clinton è in testa di cinque punti rispetto a Donald Trump, a livello nazionale e in parecchi dei cosiddetti importanti "stati in bilico". Nulla è già deciso, tuttavia, soprattutto se si tiene conto del rimpasto

    – di Michael J. Boskin

1-10 di 33 risultati