Ultime notizie:

Riccardo Palmisano

    • NovaOther

    Una genetica a caro prezzo

    L'anno più promettente per la terapia genica è stato il 2016, che l'ha trasformata da promessa a cura. La consacrazione vera e propria, però, è avvenuta quest'anno con le ultime approvazioni da parte dell'Fda di una serie di farmaci: Strimvelis di Glaxo, Kymriah di Novartis, Yescarta di Kite Pharma (acquisita da Gilead) e l'imminente (decisione definitiva il 12 gennaio 2018) Luxturna di Spark Therapeutics. Se rappresentiamo graficamente queste terapie, mettendo sulle ordinate i costi e sulle asc...

    – Francesca Cerati

    • News24

    Ema, le carte in mano a Milano

    Siamo alle battute finali della prima decisione dell'Europa relativamente alla prossima collocazione dell'Agenzia europea per i medicinali (Ema) che lascerà Londra dopo la Brexit.

    – di Riccardo Palmisano

    • News24

    Sede Ema, la farmaceutica made in Italy: «Milano ha le carte in regola»

    «C'è la sede pronta per l'uso. Basta un trasloco. E anche per quello ci sarà pieno sostegno. Quella di Milano è oggettivamente la candidatura più forte perché garantisce la piena continuità operativa di una struttura che, se stesse ferma un mese, rallenterebbe l'approvazione di farmaci e di

    – di Laura Cavestri e Sara Monaci

    • News24

    Italia e Milano in pole position per l'Agenzia europea del farmaco

    Il sostegno è forte e coeso. Per collocare in Italia, a Milano, l'agenzia europea del farmaco Ema non c'è il «noi» tipico del tifo calcistico ma una sequenza ragionata di motivi. Le concorrenti Copenaghen, Madrid, Stoccolma, Strasburgo o Vienna hanno motivi validi per accogliere l'agenzia scacciata

    – di Jacopo Giliberto

    • Info Data

    I venture capital raddoppiano gli investimenti in biotech

    Finanziamenti raddoppiati nel giro di due anni per il settore life science in Italia. I venture capital hanno deciso di puntare sul comparto in modo più deciso. E' quanto emerge dai dati Aifi-PwC che comprendono investimenti initial e follow-on. Se nel 2015, infatti, il totale delle operazioni era di 13 milioni di euro, solo nel primo semestre del 2016 si è raggiunto già il tetto dei 16 milioni . Il dato può comprendere anche una sola operazione di entità più importante rispetto alle precedenti...

    – Infodata

    • News24

    Crescita a due cifre per le imprese del biotech

    Sono giovani, dinamiche, piccole e spesso micro. Ma con un marcatissimo dna fatto di innovazione, ricerca, eccellenza scientifica e tecnologica. Imprese biotech del made in Italy crescono e si moltiplicano. Con un fatturato da 9,4 miliardi, il 25% in media destinato agli investimenti in R&S, 9mila

    – Roberto Turno

    • News24

    Biotech made in Italy: 500 imprese e un fatturato in salita a quota 9,4 mld

    Eccellenza della ricerca e capacità di trasformare le idee in prodotti ad alto valore aggiunto. Sono queste le chiavi del successo delle 500 imprese italiane del biotech - in crescita costante dal 2000 - che nel 2015 hanno messo a segno un fatturato pari a oltre 9,4 miliardi di euro, con

    – di Rosanna Magnano

    • News24

    Biotech, 1.200 investitori in cerca della loro start up

    Investitori sensibili soprattutto all'innovazione e al valore che questa può sprigionare sul mercato, una volta che le scoperte diventano brevetti e poi prodotti, si sono riuniti ieri a Palazzo Besana a Milano per la settima edizione del BioInItaly investment forum & Intesa Sanpaolo stat up

    – Cristina Casadei