Persone

Reuven Rivlin

Reuven Rivlin è nato il 9 settembre del 1939 a Gerusalemme ed è l'attuale presidente dello Stato d'Israele, succeduto al novantenne Shimn Peres ed in carica dal 24 luglio del 2014.

Rivlin ha studiato presso l'Università Ebraica di Gerusalemme ed è figlio di Yosef Yoel Rivlin, autore della prima traduzione del Corano in ebraico.

Tra il 28 febbraio 2003 ed il marzo 2006 è stato presidente della Knesset (parlamento monocamerale di Israele) ed è un leader storico di Likud (partito del fronte nazionalista liberale e di centro destra in Israele) .

Rivlin ha iniziato la sua carriera politica nella Knesset, come esponente del partito di Benjamin Netanyahu (attuale primo ministro d'Israele).

Tra il 2001 ed il 2003 è stato Ministro delle Comunicazioni del Governo di Ariel Sharon.

Tra il 2003 ed il 2006 e successivamente tra il 2009 ed il 2013, è stato speaker della Knesset.

E' contrario al riconoscimento di uno Stato Palestinese e per ciò che attiene alla soluzione del conflitto israelo-palestinese, è piuttosto favorevole all'opzione giordana dello "Stato Unico" che non a quella del riconoscimento di "Due Stati".

Ultimo aggiornamento 24 febbraio 2016

Ultime notizie su Reuven Rivlin
    • News24

    Mattarella: pace Israele-Palestina non più rinviabile

    «La riconciliazione israelo-palestinese non è più procrastinabile», e «la ripresa del processo di pace deve restare la priorità della comunità internazionale». Sono parole del presidente della Repubblica Sergio Mattarella, pronunciate nel corso di un incontro a Betlemme con il presidente

    • News24

    Mattarella: «L'Italia sempre per il diritto di esistere di Israele»

    «Israele con la sua democrazia così forte e vitale costituisce un modello per tutta la regione. L'Italia sarà costantemente dalla sua parte ogni volta che il suo diritto e dovere a esistere fosse messo in dubbio»: sono le parole nette e chiare del presidente Sergio Mattarella pronunciate ieri a

    • News24

    Mattarella: «Preoccupa lo stallo nel dialogo israelo-palestinese»

    Preoccupa il punto morto nel processo di pace fra arabi e israeliani, e questo potrebbe generare nuove ondate di radicalizzazione. Sergio Mattarella lo ha detto esplicitamente di fronte al presidente israeliano Reuven Rivlin, con cui si sta incontrando a Gerusalemme nel secondo giorno della visita

    • Agora

    Da Gerusalemme a Roma: Ambasciator non porta pena ma un conflitto d'interessi

    Forse pensando di fare cosa grata agli italiani, qualche tempo fa Bibi Netanyahu aveva designato Fiamma Nirenstein come prossimo ambasciatore d'Israele a Roma. Fiamma è una giornalista nota, è stata deputata per Forza Italia in Parlamento dal 2008 al 2013, è un'autorevole personalità della comunità ebraica italiana. Invece, il primo ministro israeliano ha creato un caso che potrebbe degenerare in un incidente diplomatico ma che nel frattempo è già una vicenda imbarazzante. Per tutti, soprattutt...

    – Ugo Tramballi

    • News24

    Francesco cerca pace per il Medio Oriente

    Sa bene, Papa Francesco, che il processo di pace in Medio Oriente è ben lontano da una soluzione duratura. Ma non c'è esitazione quando dice al presidente israeliano Reuven Rivlin che è tornata l'ora di «promuovere un clima di fiducia tra israeliani e palestinesi e riavviare i negoziati diretti per

    – Carlo Marroni

    • News24

    Il Papa a Israele: riavviare il negoziato con i palestinesi

    Di processo di pace in Medio Oriente si è parlato oggi nei Sacri Palazzi. Per il Vaticano è necessario e urgente «promuovere un clima di fiducia tra israeliani e palestinesi e riavviare i negoziati diretti per raggiungere un accordo». Papa Francesco nell'incontro con il presidente israeliano Reuven

    – Carlo Marroni

    • News24

    Irruzione della polizia israeliana nella moschea di Al-Aqsa a Gerusalemme

    La polizia israeliana è entrata nella moschea di Al-Aqsa a Gerusalemme, terzo luogo santo dell'Islam, dove sono scoppiati scontri tra attivisti palestinesi e un gruppo di ebrei ortodossi radicali. All'interno del tempio sarebbero stati lanciati gas lacrimogeni. L'incidente potrebbe infiammare

    • News24

    Incendio doloso devasta chiesa in Israele

    Uno incendio con tutta probabilità doloso ha devastato stanotte uno dei luoghi simbolo della Cristianità, il santuario di Tabgha, che sorge sulla sponde del lago di Galilea, nel luogo dove si narra che Cristo abbia compiuto il miracolo della moltiplicazione del pane e dei pesci, nutrendo cinquemila

1-10 di 19 risultati