Persone

Recep Tayyip Erdogan

Recep Tayyip Erdogan è nato il 26 febbraio del 1954 ad Istanbul ed un politico turco, dal 28 agosto del 2014 è Presidente della Turchia.

In passato è stato sindaco di Istanbul (dal 27 marzo del 1994 al 6 novembre del 1998) e Primo Ministro della Turchia (dal 14 marzo del 2013 al 26 agosto del 2014).

Erdogan dopo essere stato un calciatore semiprofessionista ed essersi laureato nel 1981 in Economia e Commercio presso l'Università di Marmara, ha intrapreso la carriera politica.

Fin da giovanissimo è stato una figura di spicco del disciolto Partito del Benessere, formazione di chiara ispirazione islamica, le cui idee troppo estremiste gli hanno creato anche problemi giudiziari.

Eletto sindaco di Istanbul nel 1994 e poi tra i fondatori, nel 1998, dell’Akp, Partito per la Giustizia e lo Sviluppo, Erdogan ha ottenuto una grande vittoria alle prime elezioni alle quali ha partecipato, nel 2002, assumendo l’anno dopo proprio la carica di Primo Ministro.

Durante questo suo mandato istituzionale ha dato grande impulso ai negoziati per l’ingresso della Turchia nell’Unione Europea.

Il 10 agosto del 2014 Erdogan vince le prime elezioni presidenziali turche con elezione diretta del Presidente, precedentemente eletto dal Parlamento.

Erdogan si aggiudica le elezioni, a cui ha partecipato il 76% degli aventi diritto, con il 52% dei consensi davanti agli altri candidati Ekmeleddin İhsanoglu (38%) e Selahattin Demirtas (10%).
L'anno seguente il partito di Erdogan vince ancora le elezioni politiche, conquistando 316 su 550 seggi.

La sua leadership politica è stata spesso al centro di forti polemiche, per il suo atteggiamento intrasigente e poco democratico, appena aletto uno dei suo primi provvedimenti è stato quello di licenziare decine di giornalisti e sequestrare una rivista a lui ostili.

Si è fatto promotore di una riforma della Costituzione turca, tuttora in itinere, che accentra ulteriormente i poteri del presidente.

La notte del 15 luglio è stato perpetrato ai danni del governo di Erdogan un tetativo di golpe, poi fallito.

Il tentato colpo di stato sulla cui dinamica sono sorti dubbi, vista la scarsa resistenza opposta dai militari golpisti, è costato la vita ad oltre 200 vittime e vede in manette seimilla soldati e più di 2700 magistrati. L'inflizione di pene contrarie al senso di umanità ha visto alcune potenze occidentali (Stati Uniti e Germania) mobilitarsi per chiedere ad Erdogan il rispetto dei diritti umani.

Erdogan è sposato con Emine (first lady della Turchia) e padre di quattro figli, Ahmet Burak, Necmeddin Bilal, Esra e Sumeyye.

Ultimo aggiornamento 18 luglio 2016

Ultime notizie su Recep Tayyip Erdogan
    • News24

    Turchia, Erdogan dichiara vittoria. Il principale rivale contesta il voto

    Recep Tayyip Erdogan dichiara vittoria: «Gli elettori mi hanno conferito il mandato come presidente» nonostante i risultati non ancora ufficiali. ... Erdogan ha anche dichiarato di augurarsi che «nessuno getti ombre sulle elezioni». ... Ora per Erdogan si profila un mandato di cinque anni con poteri quasi assoluti, ma in un Paese sempre spaccato a metà.

    • News24

    Turchia al voto: speranze e timori degli elettori. Pro e contro Erdogan

    La visione di Gulbeyaz Demir, 48 anni, sostenitrice del presidente Recep Tayyip Erdogan è diametralmente opposta: «Grazie a questo sistema che abbiamo votato l'anno scorso diventeremo un Paese forte, con un presidente forte».

    – dal nostro inviato Roberto Bongiorni

    • News24

    Turchia, Erdogan vincitore annunciato. Ma non sono esclusi colpi di scena

    A Istanbul l'immagine di Recep Tayyip Erdogan è dappertutto. ... Se il numero dei manifesti elettorali di un candidato offrisse un'indicazione attendibile su chi vincerà le elezioni, allora il voto di domani sarebbe la cronaca di un plebiscito annunciato a favore dell'attuale presidente, Erdogan, e il suo partito l'Akp. ... Molti altri sostenitori di Erdogan hanno preso d'assedio il suo ultimo comizio.

    – di Roberto Bongiorni

    • Agora

    In Turchia virale un video dove Erdogan nutre un cucciolo di cane

    A una settimana dal cruciale voto anticipato in Turchia, i candidati vanno in cerca di consensi anche sul web. Nelle ultime ore è diventato virale un video in cui si vede il presidente Recep Tayyip Erdogan, che domenica punta a essere riconfermato, mentre dà da mangiare un cetriolo a un cagnolino. La scena, registrata dal cellulare della figlia Esra e risalente all'aprile dello scorso anno, è stata condivisa dal genero del capo dello stato e ministro dell'Energia, Berat Albayrak, che ha commenta...

    – Guido Minciotti

    • News24

    Turchia: dai laici ai curdi, ecco chi sono gli sfidanti di Erdogan

    Un tempo il baluardo della laicità erano i militari in Turchia, ora dopo le purghe successive al fallito colpo di stato del 15 luglio 2016, i generali del secondo esercito della Nato sono tutti allineati con l'Akp, il partito filoislamico di Recep Tayyip Erdogan al potere dal novembre 2002.

    – di Vittorio Da Rold

    • News24

    Le analogie tra Erdogan e Trump e i rischi in caso di gravi crisi

    Un leader anti-establishment prende il potere dopo un'elezione combattuta. La sua amministrazione si rivela presto corrotta, ma lui sovverte il sistema legale e riesce non solo a fare piazza pulita delle indagini sulla sua corruzione, ma riesce a consolidare il potere e minare le istituzioni che

    – di Paul Krugman

    • News24

    Turchia al voto, potrà l'opposizione battere il partito di Erdogan?

    Può l'opposizione turca battere l'Akp di Erdogan al voto politico di giugno o costringerlo ai supplementari del ballottaggio per le presidenziali?La domanda sembra assurda, ma la risposta è meno univoca di quanto possa sembrare in un primo momento. La partita elettorale in Turchia è, per quanto

    – di Vittorio Da Rold

    • Agora

    Erdogan e il populismo economico sul Bosforo

    La Turchia si sente assediata da un complotto dei mercati contro la lira a un mese dal cruciale voto presidenziale e parlamentare anticipato del 24 giugno. E' un'ipotesi reale? Per ora Ankara ha guadagnato tempo alzando i tassi ma le ragioni di fondo che hanno portato sull'orlo del precipizio la lira non sembrano affatto svanite. "Quelli che credono che manipolando il dollaro" rispetto alla lira turca "danneggeranno la nazione e le sue tasche e modificheranno i risultati elettorali si sbagliano"...

    – Vittorio Da Rold

    • News24

    Lira turca a picco:?il populismo di Erdogan cade sull'economia

    Per distrarre l'opinione pubblica dai problemi reali, il presidente turco Recep Tayyip Erdogan le ha provate tutte. Prima ha ripetutamente agitato lo spettro delle minacce oltre confine. Poi ha dato il via ad operazioni militari in Siria. Infine ha gridato al complotto internazionale contro la lira

    – di Roberto Bongiorni

    • News24

    Erdogan e la sindrome dell'assedio dei mercati

    La Turchia si sente assediata da un complotto dei mercati contro la lira a un mese dal cruciale voto presidenziale e parlamentare anticipato del 24 giugno. E' un'ipotesi reale? Per ora Ankara ha guadagnato tempo alzando i tassi ma le ragioni di fondo che hanno portato sull'orlo del precipizio la

    – di Vittorio Da Rold

1-10 di 635 risultati