Persone

Raffaele Lombardo

Raffaele Lombardo è presidente della Regione Sicilia e fondatore e leader del Movimento per le Autonomie. Dopo la laurea in medicina e chirurgia con specializzazione in psichiatria forense, Lombardo ha iniziato la sua carriera politica nel Movimento Giovanile della Democrazia Cristiana all’ombra di Calogero Mannino. Nel 1991 è diventato deputato alla regione Sicilia, nonché assessore agli Enti Locali. Si è dimesso da tale carica nell’aprile 1992, in quanto coinvolto in due inchieste giudiziarie. Sempre per questo motivo nel 1994 ha lasciato con due anni d’anticipo l’Assemblea Regionale Siciliana.

Dopo essere staso assolto da ogni procedimento giudiziario, nel 1998 Raffaele Lombardo è stato eletto vicesegretario del Centro Cristiano Democratico siciliano di Pierferdinando Casini, per poi passare all’UDC, partito a cui è rimasto fedele fino al 2005. Nel 1999 è stato eletto europarlamentare per il CCD, carica che gli è stata poi riconfermata nel 2004 in seguito alle dimissioni di Salvatore Cuffaro. Nel 2000 è diventato Vicesindaco di Catania e si è dimesso nel 2003, essendo stato eletto Presidente della Provincia, con oltre il 60% dei voti. Dopo aver appoggiato con successo l’elezione del sindaco di Catania, Umberto Scarpagnini, nel 2008 Raffaele Lombardo si è presentato alle elezioni nazionali con il Movimento per le Autonomie, da lui stesso fondato, accanto al Popolo delle Libertà, riuscendo a far eleggere diversi deputati e senatori. Lombardo ha vinto le elezioni ed è salito alla presidenza della regione, sostenuto dal Popolo delle Libertà e dall’UDC.

Ultimo aggiornamento 24 febbraio 2016