Aziende

Pioneer

Multinazionale giapponese specializzata nella realizzazione e vendita di prodotti di intrattenimento elettronico e digitale, Pioneer è stata fondata a Tokyo nel 1938 da Nozomu Matsumoto, come negozio per riparazione e vendita di radio e apparecchi acustici. Attualmente specializzata nella produzione di televisioni (attività cessata però proprio nel 2010 per dedicarsi a settori di business più strategici), lettori e registratori dvd e blu-ray, sistemi di navigazione per auto, sistemi car audio e apparecchiature elettroniche professionali per la musica, Pioneer si avvale della collaborazione di circa 40mila dipendenti.

La crescita economica e industriale della Pioneer è iniziata nel 1962, quando l’azienda ha realizzato il primo amplificatore stereo con componenti separati che ha conquistato il mercato mondiale dell’intrattenimento. Grazie a questo successo, all’inizio degli anni settanta, Pioneer ha aperto le sue prime filiali in Europa e negli Stati Uniti. Nel 1975 l’azienda giapponese ha lanciato il primo esempio mondiale di stereo per automobile, mentre l’anno dopo si è quotata sul listino di Wall Street (l’entrata alla borsa di Tokyo era invece avvenuta nel 1961). Nel 1982 Pioneer ha quindi per prima introdotto sul mercato i lettori di compact disc per uso domestico, mentre due anni dopo ha prodotto il primo apparecchio cd per automobile. Sempre al mercato dell’auto è rivolto il successivo grande successo realizzato dalla società giapponese: si tratta del primo sistema di navigazione Gps che viene messo sul mercato nel 1990. Sette anni dopo è la volta del navigatore satellitare funzionante con supporto dvd: l’anno prima, nel 1996, la stessa Pioneer aveva introdotto il primo lettore dvd domestico, compatibile anche con il sistema di lettura per cd.

Ultimo aggiornamento 24 febbraio 2016

Ultime notizie su Pioneer
    • News24

    La spinta dei Pir vale oltre 10 miliardi

    E' stato l'indiscusso fenomeno che ha riguardato il mondo del risparmio italiano nell'anno appena concluso. Quello dei Pir, i Piani individuali di risparmio introdotti proprio 12 mesi fa con la Legge di Bilancio non sarà però una meteora, anzi il ritmo con cui è stato raccolto denaro nel nostro

    – Maximilian Cellino

    • News24

    I cantieri del risparmio gestito

    Il 2017 è stato l'anno del big bang per il risparmio gestito italiano. Ci sono state operazioni che hanno visto nascere il campione nazionale Anima con Aletti-Gestielle, mentre Pioneer è stata assorbita dai francesi di Amundi. Poi le piccole come Albertini che ha divorziato da Syz per finire in

    – di Vitaliano D'Angerio e Lucilla Incorvati

    • News24

    In Italia fusioni al «rallentatore»

    Il mercato italiano delle fusioni e acquisizioni termina il 2017 in calo, ma le operazioni annunciate (e non ancora concluse) fanno sperare una forte ripresa nel 2018.

    – Carlo Festa

    • News24

    Le banche europee tagliano il rischio

    Buone notizie dal mondo del credito. Almeno per quanto riguarda i 21 big europei censiti da R&S-Mediobanca che, nei primi nove mesi di quest'anno, hanno riportato utili netti in crescita del 38,3%, accelerando il trend positivo già emerso con le semestrali. Un risultato frutto dell'aumento dei

    – Antonella Olivieri

    • News24

    Petroliferi sostengono le Borse. Euro torna a 1,17 dollari prima della Fed

    La corsa dei petroliferi, dopo che il Brent in mattinata ha aggiornato i massimi da giugno 2015, e il dietrofront dell'euro, tornato a 1,1727 dollari (da 1,1769 ieri sera) alla vigilia della stretta Fed sui tassi Usa hanno sostenuto i listini azionari europei. Parigi, guidata da Tecnhipfmc e Total,

    – di E. Micheli e A.Fontana

    • News24

    Obiettivo due milioni di clienti

    Il gruppo Crédit Agricole in Italia, guidato negli ultimi anni di crescita dal senior country officer Giampiero Maioli, è attivo sia nei servizi di banca commerciale che nella totalità di servizi finanziari. Sulla base dei conti di gruppo a fine 2016, Crédit Agricole Italia contava su 3,5 milioni

    • News24

    Primi segni di disgelo tra Opec e shale oil

    Opec e shale oil stanno facendo la pace. O quanto meno stanno firmando un cessate il fuoco. Il cambio di atteggiamento non è ancora plateale - e forse non lo sarà mai - ma i segnali di distensione si stanno moltiplicando e stanno diventando reciproci. Al punto da essere arrivati a coinvolgere non

    – di Sissi Bellomo

    • News24

    L'euro sta diventando un «porto sicuro» come lo yen?

    Quante cose cambiano in pochi mesi. In febbraio, prima delle elezioni in Olanda ma soprattutto in Francia e Germania, l'economista statunitense Ted Malloch se ne uscì con un poco diplomatico «La prima cosa che farei nel 2017 è vendere euro: penso che sia una valuta non soltanto in crisi, ma che

    – di Enrico Marro

    • News24

    La campagna d'Italia avviata sulle ceneri dell'Ambrosiano

    La storia del Crédit Agricole in Italia è una tela tessuta negli anni che per lungo tempo si è sviluppata in simbiosi con l'impresa in cui si è cimentato Giovanni Bazoli nel costruire mattone su mattone la prima banca italiana. Era la fine degli anni '80 quando ancora si parlava di finanza laica e

    – di Antonella Olivieri

1-10 di 817 risultati