Aziende

Pimco

Fondata nel 1971 a Newport Beach in California, ma dal 2000 di proprietà della multinazionale assicurativa tedesca Allianz, Pimco (sigla per Pacific Investment Management Company) è una società di gestione di investimenti che è uno tra i leader mondiali nella gestione obbligazionaria attiva. William Gross, fondatore e, insieme a Mohamed El-Erian, corresponsabile degli investimenti di Pimco, è infatti riconosciuto come uno dei più autorevoli e credibili personaggi del mondo finanziario americano, oltre ad essere il creatore del Total Return Fund, il fondo di investimento che è gestito tramite un sistema “collettivo” che raccoglie denaro da numerosi investitori e lo impegna in diversificate fonti di valore attraverso un processo largamente strutturato. A testimonianza della grande considerazione nella quale è tenuta Pimco nel mondo finanziario internazionale, nel 2007 l’ex presidente della Federal Reserve, il noto economista americano Alan Greenspan, ha assunto il ruolo di consulente speciale della società. Tra i suoi compiti quello di partecipare ai forum internazionali organizzati da Pimco sulle più importanti tematiche economiche e quello di coadiuvare i manager della società nel delineare le politiche di investimento legate al Total Return Fund. Attualmente per Pimco collaborano circa 1.300 dipendenti, che sono distribuiti negli uffici internazionali ubicati a Newport Beach, New York, Amsterdam, Singapore, Tokyo, Londra, Sydney, Monaco di Baviera, Toronto, Hong Kong e Zurigo. Tre sono le aree di business nelle quali è suddivisa l’attività di Pimco: Portfolio Management, struttura che riceve gli input dagli specialisti dei vari mercati e decide quali investimenti proporre; Account Management, che si occupa dei rapporti con i clienti e di quelli istituzionali; Business Management, che ha il compito di stabilire le strategie di investimento.

Ultimo aggiornamento 24 febbraio 2016

Ultime notizie su Pimco
    • News24

    Scambi boom sugli Npl, ma i nodi restano

    L'operazione Fino, con la vendita di 17,7 miliardi di euro di crediti deteriorati da parte di UniCredit e Pimco e Fortress, la maxi-cartolarizzazione con cui Mps si libererà entro fine anno di sofferenze per 26 miliardi, ma non solo: il mercato dei non-performing loans (Npl) italiano sembra sull'orlo di una vera e propria esplosione, tanto che il controvalore scambiato potrebbe superare la soglia dei 100 miliardi di euro nel 2017.

    • News24

    Utile Unicredit a 1,8 miliardi, il titolo balza del 7%

    Il coefficiente Common equity tier 1 fully loaded è al 12,8%, contro il 10,33% di un anno fa, prima del maxi aumento da 13 miliardi e dalla pulizia di 17,7 miliardi di crediti deteriorati, perfezionata proprio in queste settimane con la cessione dello stock - nel frattempo sceso a 16,2 miliardi - a due veicoli controllati dai fondi Fortress e Pimco.

    • News24

    UniCredit sfiora i 2 miliardi di utile (+40%). Mustier: distribuiremo il 20% ai soci

    Unicredit sfiora i 2 miliardi di utile nella prima metà del 2017: 1,8 miliardi (+40,2% sul 2016), con un contributo di 945milioni da parte del secondo trimestre, superiore alle stime degli analisti che si fermavano a quota 676. Pertanto in Piazza Gae Aulenti, dopo aumento e cessioni, si torna a

    – di Marco Ferrando

    • News24

    Intesa, grandi acquisizioni finite con le Venete

    Nei primi sei mesi i flussi netti del risparmio gestito hanno superato i 10 miliardi, terza miglior performance in Europa dopo Pimco e BlackRock, e ora con l'ingresso dei due milioni di clienti delle due ex popolari venete la dote potenziale si allargherà di 100 miliardi, tra depositi, bond e prodotti di asset under management collocati sotto le passate gestioni.

    – Marco Ferrando

    • News24

    A doBank il servicing dei veicoli Fino

    DoBank ha sottoscritto contratti di Master e di Special Servicing nell'ambito del progetto Fino di Unicredit, che prevede la cartolarizzazione di 17,7 miliardi di sofferenze attraverso veicoli partecipati in maggioranza da Pimco e Fortress.

    • Agora

    Arriva la short list per il miliardo di credi problematici di Intesa: con Pillarstone, Tpg, Pimco-Gwm

    Arriva la «short list» per il «Project Rep» di Intesa Sanpaolo, cioè il piano che prevede la creazione di un veicolo di cartolarizzazione, a cui dovrà essere ceduto un ampio portafoglio di crediti problematici (per oltre 1 miliardo di euro) con sottostante beni immobiliari o progetti di sviluppo da rivalutare. Secondo indiscrezioni entro il fine settimana verrà individuata una lista ristretta di investitori con cui andare poi a cercare l'accordo. Secondo i rumors sarebbero in corso trattative co...

    – Carlo Festa

    • News24

    Il fondo «Fortezza» che punta sui prestiti italiani

    Fortress Investment Group, il fondo «fortezza» protagonista con Pimco dell'operazione sui prestiti in sofferenza di UniCredit, non è nuovo a simili operazioni: è nato nel 1998 da un manipolo di banchieri usciti in cerca di nuove avventure da marchi di prestigio dell'alta finanza, BlackRock, Ubs, Goldman Sachs.

    – Marco Valsania

    • News24

    Unicredit: accordo definitivo con Pimco e Fortress per vendita 17,7 miliardi sofferenze

    Unicredit ha annunciato oggi la sottoscrizione degli accordi definitivi di cessione con Pimco e Fortress. Secondo l'intesa, i veicoli di cartolarizzazione potranno acquistare il portafoglio di 17,7 mld per i segmenti relativi alle rispettive partecipazioni di Pimco e Fortress, come definito nella Fase 1 del progetto Fino.

    – di Paolo Paronetto

    • News24

    Perché le banche centrali scelgono la normalizzazione

    Il graduale mutamento di paradigma (l'abbandono di politiche di acquisti di titoli su larga scala e tassi di riferimento bassissimi e in alcuni casi negativi) è correlato più che coordinato (per prendere in prestito un concetto portato alla mia attenzione alcuni anni fa da Andrew Balls, un ex collega della Pimco).

    – di Mohamed El-Erian

1-10 di 364 risultati