Persone

Pierre Moscovici

Pierre Moscovici, (Parigi, 16 settembre 1957) è un politico francese, da novembre 2014 eletto commissario europeo agli Affari economici e finanziari.

Figlio dello psicologo e sociologo Serge, Pierre Moscovici, dopo la laurea in economia e filosofia al Science Po e studi all’ENA (la famosa Ecole Nationale d'Administration) si iscrive al partito socialista francese nel 1984.

Eurodeputato dal 1994 ed è stato ministro per gli Affari europei 1997-2002. Sostenitore di Domi­nique Strauss-Kahn alle primarie socialiste del 2007, nel 2012 diventa l’organizzatore della campagna per le presidenziali di Francois Hollande e poi fino al 1 marzo 2014 ricopre la carica di ministro delle Finanze e dell'Economia del governo Ayrault. Su proposta di Hollande ma con veto contrario dei tedeschi il primo novembre del 2014 diventa commissario europeo agli Affari economici e finanziari nella commissione di Jean Cluade Juncker. Appena eletto è stato definito dagli addetti ai lavori come “ la fetta di prosciutto francese all'interno di un panino tedesco”.

Ultimo aggiornamento 13 febbraio 2017

Ultime notizie su Pierre Moscovici
    • News24

    Decreto all'esame Ue, sotto la lente anche investimenti e banche

    Incontrando ieri alcuni giornalisti, il commissario agli affari economici Pierre Moscovici non ha voluto dare indicazioni precise: «Pacta sunt servanda», ha detto. ... Non sembra quindi volere in questo momento imporre a Roma soluzioni di finanza pubblica radicali, pur attento alle regole come ha sottolineato il commissario Moscovici.

    – di Beda Romano

    • News24

    Sollievo a Bruxelles e Berlino, Juncker si congratula con Macron

    BRUXELLES - Agli occhi dell'establishment comunitario, è terminato nel modo migliore, viste le circostanze di partenza, il primo turno delle presidenziali francesi. La vittoria di Emmanuel Macron è ritenuta positiva per il futuro dell'Europa. Lo sguardo corre ora al ballottaggio contro la

    – di Beda Romano

    • News24

    La vera partita in autunno sui due fronti deficit e Iva

    Se rispettati alla lettera, gli impegni programmatici che il Governo si appresta a inserire nel Def comporterebbero in autunno una manovra correttiva sui saldi di finanza pubblica non inferiore ai 10 miliardi. Stando alle indicazioni fornite dal ministro dell'Economia Pier Carlo Padoan al vice

    – di Dino Pesole

    • News24

    Evasione fiscale, per Moscovici la Ue «deve terminare il lavoro»

    LA VALLETTA - L'Unione ha fatto troppo e troppo presto per lottare contro l'evasione fiscale? Molti governi sono convinti di no. Alcuni piccoli Paesi sono invece dell'idea che sia necessario rallentare il passo. Tra questi, Malta, il paese che detiene la presidenza di turno dell'Unione, ha

    – dal nostro inviato Beda Romano

    • News24

    Ue, Gentiloni: ripartire da lavoro e welfare

    «Bisogna proseguire senza esitazione e con determinazione nei processi di riforma, a livello europeo e degli stati nazionali, per rendere le nostre economie più competitive e più capaci di guardare al futuro, ma anche più coese e giuste». Lo ha detto il premier Paolo Gentiloni, incontrando le parti

    • News24

    Dijsselbloem, futuro in bilico per l'arbitro delle finanze Ue

    BRUXELLES - Con una intervista di troppo a un giornale tedesco, Jeroen Dijsselbloem sta rischiando di minare un capitale di credibilità politica faticosamente accumulato in questi anni. Mai come oggi il futuro dell'attuale presidente dell'Eurogruppo, un socialdemocratico olandese, appare in bilico

    – di Beda Romano

    • News24

    Il vero gioco dietro l'Europa a più velocità

    Per riuscire a mettere d'accordo Gentiloni, Hollande, Merkel e Rajoy, come è avvenuto lunedì scorso a Versailles, la formula dell'Europa a più velocità deve essere una di quelle perifrasi così elastiche da rimbalzare indietro al primo impiccio.

    – di Carlo Bastasin

    • News24

    Le banche spingono il recupero di Milano

    Le banche rialzano la testa dopo una serie di settimane difficili. I titoli del settore a Piazza Affari hanno messo a segno un rialzo medio del 4,15%, riducendo così al 2,3% il passivo accumulato da inizio anno. A livello continentale il rialzo dell'ultima seduta è stato del 3% così da poter

    • News24

    Moscovici: a Italia chiediamo aggiustamento conti non irrealistico

    La manovra di aggiustamento dei conti pubblici, pari allo 0,2% del Pil, chiesta dall'Ue all'Italia non è irrealistica ma ragionevole. Lo ha sottolineato il commissario europeo per gli Affari economici e finanziari Pierre Moscovici, nel corso di un'audizione in videoconferenza con le commissioni

1-10 di 540 risultati