Persone

Piero Fassino

Piero Fassino è nato il 7 ottobre del 1949 ad Avigliana (TO), in Val di Susa ma la sua città d’elezione è Torino, dove è stato sindaco dal 16 maggio del 2011 al 19 giugno del 2016.

È un politico per vocazione: laurea in scienze politiche, figlio d’arte, il suo impegno civile inizia a quindici anni.

Nel 1975 è stato eletto nel Consiglio comunale e nell’80 in quello provinciale, sempre a Torino.

Nel 1987 Achille Occhetto, coordinatore nazionale del Pc, l’ha chiamato a guidare la difficile transizione dal Pci al Pds (Partito democratico della sinistra) fino all’ingresso nell’Internazionale Socialista.

Eletto per la prima volta alla Camera dei Deputati nel 1994, è stato riconfermato in altre quattro legislature.

È stato ministro del Commercio estero nel governo D’Alema e ministro della Giustizia in quello Amato.

Il quinquennio che va dal 2002 al 2006 lo ha visto protagonista nell’Ulivo e vincente in tutte le elezioni amministrative, regionali, europee e politiche.

Poco dopo, nel ruolo di ultimo segretario nazionale dei DS (ex PDS), svolge una parte fondamentale nella fusione con la Margherita e conseguente fondazione del Pd (Partito democratico).

Fra il 2007 e il 2010 ha dedicato una parte significativa della sua attività politica ai rapporti con l’estero, assumendo il ruolo di ministro degli Esteri del governo ombra dell’opposizione e diventando, nel 2009, inviato speciale in Birmania per l’Unione Europea.

E' stato insignito dell'onorificienza di Commendatore della legion d'onore (19 dicembre 2013).

Eletto sindaco del comune di Torino nel 2011, dall'8 aprile del 2014 al 19 giugno del 2016 ha assunto la carica, di nuova istituzione, di sindaco metropolitano di Torino.

Ricandidatosi alla carica di sindaco di Torino nelle elezioni del 5 giugno 2016, ha superato il primo turno col 41,8 % dei voti.

Il 19 giugno del 2016 ha ottenuto al ballottaggio il 45,4% dei voti, risultando battuto dalla candidata del Movimento 5 Stelle Chiara Appendino, nuovo sindaco di Bologna.

Ultimo aggiornamento 23 giugno 2016

Ultime notizie su Piero Fassino
    • News24

    «I collegi arma per l'alternativa ai populismi di M5S e destra»

    Mentre alla Camera si votano tra le polemiche le due fiducie che il governo ha posto sul Rosatellum bis, il sistema elettorale con il 36% di collegi uninominali e il 64% di proporzionale, Matteo Renzi è nella vicina Piazza di Spagna per presentare l'ultimo libro di uno dei fondatori del Pd, Piero Fassino, ultimo segretario dei Ds.

    – Emilia Patta

    • News24

    Torino, corsa contro il tempo per il progetto della Metro 2

    A bandire la gara è stata l'amministrazione guidata dall'ex sindaco Piero Fassino, nel passaggio di consegne le procedure sono andate per le lunghe, la commissione ha faticato a trovare tutti i membri e poi ha dovuto sostituirne uno.

    – di Filomena Greco

    • News24

    Sinistra divisa e «tenuta» M5S al test nazionale

    Le elezioni locali in Italia hanno sempre avuto una rilevanza nazionale. Un anno fa fecero scoprire alla massa degli osservatori la competitività del M5s. In particolare la sconfitta di Piero Fassino a Torino al secondo turno contro Chiara Appendino fu una grande sorpresa. Come le 19 vittorie del

    – di Roberto D'Alimonte

    • Info Data

    Sicurezza: i Comuni che spendono (e quelli che ci guadagnano) di più

    Non più tardi di una decina di giorni fa, il Governo ha approvato un decreto che amplia i poteri dei sindaci nell'ambito della sicurezza. Tra le novità il daspo, ovvero il decreto di allontanamento dal territorio comunale nei confronti dei vandali. Ma, al netto dei nuovi poteri, quanto spendono i comuni per garantire la sicurezza ai propri cittadini? E, dall'altro lato, quanto incassano dalle multe staccate dagli agenti di Polizia locale? Per provare a rispondere a queste domande, InfoData ha u...

    – Riccardo Saporiti

    • News24

    Congresso Pd, primarie il 30 aprile: via libera della Direzione

    Alla fine le primarie Pd si svolgeranno il 30 aprile. Una data che sembra allontanare l'ipotesi di elezioni politiche anticipate a giugno. La proposta, votata dalla commissione per il congresso, è stata ratificata dalla Direzione del partito, che ha approvato il regolamento congressuale con 104 sì,

    – di Andrea Gagliardi

    • News24

    Renzi al congresso coperto dal "padre" Veltroni

    Pier Luigi Bersani esce dalla sala convegni dell'Hotel Parco dei Principi di Roma dove è in corso l'attesa assemblea del Pd per ripetere le sue richieste in collegamento tv con Lucia Annunziata («congresso vero, che parta a giugno e finisca nei tempi normali a dicembre del 2018, e sostegno pieno al

    – di Emilia Patta

    • News24

    Congresso Pd, Bersani a Renzi: fermati, prima viene Paese poi partito

    «Prima il paese, poi il partito, poi le esigenze di ciascuno. Questo criterio, per me e per tanti, e spero per tutti noi, è la base stessa della politica. Se noi non teniamo ferma questa sequenza, non siamo più il Pd. Mi sono dunque rivolto e mi rivolgo a tutti quelli che hanno buon senso. Al

1-10 di 1070 risultati