Persone

Piero Fassino

Piero Fassino è nato il 7 ottobre del 1949 ad Avigliana (TO), in Val di Susa ma la sua città d’elezione è Torino, dove è stato sindaco dal 16 maggio del 2011 al 19 giugno del 2016.

È un politico per vocazione: laurea in scienze politiche, figlio d’arte, il suo impegno civile inizia a quindici anni.

Nel 1975 è stato eletto nel Consiglio comunale e nell’80 in quello provinciale, sempre a Torino.

Nel 1987 Achille Occhetto, coordinatore nazionale del Pc, l’ha chiamato a guidare la difficile transizione dal Pci al Pds (Partito democratico della sinistra) fino all’ingresso nell’Internazionale Socialista.

Eletto per la prima volta alla Camera dei Deputati nel 1994, è stato riconfermato in altre quattro legislature.

È stato ministro del Commercio estero nel governo D’Alema e ministro della Giustizia in quello Amato.

Il quinquennio che va dal 2002 al 2006 lo ha visto protagonista nell’Ulivo e vincente in tutte le elezioni amministrative, regionali, europee e politiche.

Poco dopo, nel ruolo di ultimo segretario nazionale dei DS (ex PDS), svolge una parte fondamentale nella fusione con la Margherita e conseguente fondazione del Pd (Partito democratico).

Fra il 2007 e il 2010 ha dedicato una parte significativa della sua attività politica ai rapporti con l’estero, assumendo il ruolo di ministro degli Esteri del governo ombra dell’opposizione e diventando, nel 2009, inviato speciale in Birmania per l’Unione Europea.

E' stato insignito dell'onorificienza di Commendatore della legion d'onore (19 dicembre 2013).

Eletto sindaco del comune di Torino nel 2011, dall'8 aprile del 2014 al 19 giugno del 2016 ha assunto la carica, di nuova istituzione, di sindaco metropolitano di Torino.

Ricandidatosi alla carica di sindaco di Torino nelle elezioni del 5 giugno 2016, ha superato il primo turno col 41,8 % dei voti.

Il 19 giugno del 2016 ha ottenuto al ballottaggio il 45,4% dei voti, risultando battuto dalla candidata del Movimento 5 Stelle Chiara Appendino, nuovo sindaco di Bologna.

Ultimo aggiornamento 23 giugno 2016

Ultime notizie su Piero Fassino
    • News24

    Congresso Pd, primarie il 30 aprile: via libera della Direzione

    Alla fine le primarie Pd si svolgeranno il 30 aprile. Una data che sembra allontanare l'ipotesi di elezioni politiche anticipate a giugno. La proposta, votata dalla commissione per il congresso, è stata ratificata dalla Direzione del partito, che ha approvato il regolamento congressuale con 104 sì,

    – di Andrea Gagliardi

    • News24

    Renzi al congresso coperto dal "padre" Veltroni

    Piero Fassino, ultimo segretario dei Ds in quel congresso di dieci anni fa che decise lo scioglimento del partito erede del Pci nel neonato Pd assieme ai cattolici della Margherita. ... Con la protezione dei padri, da Fassino a Veltroni, Renzi dice chiaramente che non sarà fatto a lui quello che è stato fatto allo stesso Veltroni dieci anni fa: chi sarò il prossimo leader non lo decidono i dirigenti in una contrattazione tra di loto come avveniva nella prima repubblica, ma lo decideranno le...

    – di Emilia Patta

    • News24

    Renzi avanti, più vicina la scissione

    La proposta, che inserisce il confronto programmatico all'interno del percorso congressuale, è stata avanzata non a caso da due nomi della sinistra come l'ex leader dei Ds Piero Fassino e il ministro ex bersaniano Maurizio Martina: «Proponiamo che la Convenzione nazionale - prevista dalle attuali regole del Congresso dopo la fase dei congressi di circolo dedicata agli iscritti e prima del coinvolgimento degli elettori - divenga pienamente "Convenzione Programmatica" consentendoci così di...

    – Emilia Patta

    • News24

    Pd, Renzi: sulla durata del governo non decido io. Minoranza attacca: partito personale

    La durata del Governo è un «argomento che ha appassionato per tante settimane gli addetti ai lavori ma che non mi riguarda. Non decido io. Decide il premier, i suoi ministri, la sua maggioranza parlamentare». E pertanto chiede di «smettere di discutere» su questo, Matteo Renzi. Ancora una volta,

    – di N. Barone e A. Gagliardi

    • News24

    Pd, Orfini: da Statuto congresso non prima di giugno

    Fassino: no alla destabilizzazione del partito Non nasconde intanto preoccupazione per il clima interno l'ex segretario dei Ds Piero Fassino per il quale «è in corso un'operazione di destabilizzazione del Pd e del suo segretario che è portatrice di esiti catastrofici non solo per il Pd ma anche per il Paese». Per Fassino «l'ultimo a volere la scissione è il segretario di un partito e Renzi è consapevole che questo non solo è il suo dovere ma è anche il suo interesse».

    – di Nicola Barone

    • News24

    Ballottaggio a rischio, Renzi punta al premio

    Ieri il leader del Pd Matteo Renzi ha trascorso nella sede del Nazareno un'intensa giornata di lavoro incontrando alcuni dirigenti del partito tra cui il presidente Matto Orfini, il ministro Dario Franceschini e l'ex leader dei Ds Piero Fassino.

    – Emilia Patta

1-10 di 1066 risultati