Persone

Piercamillo Davigo

Piercamillo Davigo è nato il 20 ottobre del 1950 a Candia Lomellina (PV) ed è un magistrato, Consiglere della Corte di Cassazione ed attualmente Presidente dell'Associazione Nazionale Magistrati (ANM).

Laureatosi in giurisprudenza presso l'Università degli Studi di Genova, è diventato magistrato nel 1978 ed ha intrapreso la carriera di giudice presso il Tribunale di Vigevano, per diventare, a partire dal 1981, Sostituto Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Milano.

Negli anni '90 ha preso parte, insieme ad illustri magistrati come Antonio Di Pietro, Francesco Saverio Borrelli, Gerardo D'Ambrosio, Ilda Boccassini, Gherardo Colombo ecc. al famoso pool Mani Pulite di Milano.

Diventato Consigliere della Corte d'Appello di Milano,
ha ricoperto, a partire dal 28 giugno del 2005, il ruolo di Consigliere alla Corte Suprema di Cassazione, II Sezione Penale.

Membro dell'organo rappresentativo dell'ANM, nelle fila di Magistratura Indipendente (MI), nel febbraio 2015 esce insieme ad un gruppo di magistrati da MI, per fondare Autonomia e Indipendenza, che lo elegge presidente.

Ha scritto sia testi scientifici che divulgativi, tra questi ultimi vanno menzionati, "La giubba del re. Intervista sulla corruzione" (Laterza, 2004) e "La corruzione in Italia. Percezione sociale e controllo penale" (Laterza, 2007).

Il 9 aprile del 2016, l'ANM lo elegge presidente, con durata dell'incarico di un annualità.

Ultimo aggiornamento 11 aprile 2016

Ultime notizie su Piercamillo Davigo
    • News24

    Oltre 9mila giudici alle urne per eleggere i 16 consiglieri togati del Csm

    Il suo leader e fondatore Piercamillo Davigo potrebbe bissare il clamoroso successo di due anni fa: candidato al parlamentino dell'Associazione nazionale magistrati, l'ex pm di Mani Pulite fu il primo degli eletti (1002 preferenze) e così diventò il presidente del sindacato delle toghe.

    – di Redazione Roma

    • News24

    Viceministri sottosegretari: per le nomine in pole Castelli, Siri e Pittoni

    Un risiko complesso ma già con delle caselle ipotecate. E' quello delle poltrone di sottogoverno (viceministri e sottosegretari, in molti casi strategiche oltre che ambite) da assegnare già nei prossimi giorni e delle presidenze delle commissioni parlamentari che dovranno essere assegnate dopo il

    – di Marco Mobili e Marco Rogari

    • News24

    Giustizia, corsa a tre per la Cassazione

    Csm spaccato sui nuovi vertici della Cassazione. Il tentativo di arrivare a una soluzione unitaria, già in commissione, è per ora naufragato. Con il risultato di allungare i tempi perché sarebbe più difficile centrare l'obbiettivo di coprire le due caselle di Primo presidente e Procuratore generale

    – di Giovanni Negri

    • News24

    Whistleblowers senza ritorsioni

    Alla fine è legge il pacchetto di misure a tutela dei dipendenti che segnalano illeciti. Sia nel pubblico sia nel privato. Tutele inedite per le imprese private e un passo in più rispetto a quanto già previsto dalla legge Severino per i pubblici dipendenti. La Camera ha approvato ieri

    – di Giovanni Negri

    • News24

    Sicilia, il match tra l'antigiustizialismo del Cavaliere e lo slogan onestà di Grillo

    Dei tanti aspetti che le elezioni siciliane mettono sul tavolo, uno è diventato più attuale anche per le ultime notizie di cronaca giudiziaria e riguarda lo scontro frontale tra Berlusconi e Grillo fatto sui temi della giustizia e del giustizialismo. Ieri il Cavaliere, dal teatro Politeama di

    – di Lina Palmerini

    • News24

    Mattarella: la toga non è un abito di scena ma segno di imparzialità

    «La toga non è un abito di scena. Non si tratta di un simbolo ridondante. Viene indossata per manifestare il significato di "rivestire" il magistrato, che deve dismettere i propri panni personali e esprimere, così, appieno la garanzia di imparzialità». L'invito alle toghe a fuggire della

    – di Redazione Online

    • News24

    Il gruppo di Davigo lascia la giunta Anm

    Poco più di un anno ed è già finita l'esperienza della giunta unitaria dell'Associazione nazionale magistrati: lasciano i due rappresentanti del gruppo Autonomia&Indipendenza dell'ex presidente Piercamillo Davigo. L'Anm, spiega A&I, «non può più ignorare il disagio dei colleghi di fronte

    • News24

    Il M5S corteggia i pm: pronta la carta Di Matteo

    Lo corteggiavano da tempo, come possibile candidato governatore in Sicilia. Ma ieri i Cinque Stelle hanno incassato la disponibilità del sostituto procuratore di Palermo Nino Di Matteo - sotto scorta dal 1993 e pm nel processo sulla trattativa Stato-mafia - per uno scranno più alto: quello di

    – di Manuela Perrone

1-10 di 98 risultati