Persone

Pedro Almodovar

Pedro Almodóvar Caballero è nato il 24 settembre del 1949 a Calzada de Calatrava (Spagna) ed è uno scrittore, scenografo regista e produttore cinematografico spagnolo.

Ha cominciato a riuscuotere a partire dalla fine degli anni '80, un enorme successo nel cinema spagnolo ed internazionale.

Trasferitosi con la famiglia a Estremadura (comunità autonoma spagnola) dove studia presso i frati Francescani e Salesian, appena sedicenne anni si trasferisce a Madrid, per frequentare la Scuola Nazionale di Cinema.

Per circa dodici anni lavora come dipendente della compagnia di telecomunicazioni spagnola (Telefónica) e contestualmente si occupa di cinema e teatro.

Col film del 1988 "Donne sull'orlo di una crisi di nervi ", viene definitivamente consacrato al successo cinematografico internazionale, vincendo una nomination all'Oscar e numerosi premi e riconoscimenti.

Nel 2000 vince l'Oscar per la miglior pellicola straniera con "Tutto su mia madre" e nel 2003 ottiene, con "Parla con lei", l'Oscar per la migliore sceneggiatura originale.

Grande successo ottiene anche nel 2004 con "La mala educación" e nel 2011 col film "La pelle che abito".

Personalità eclettica e libera, Pedro Almodóvar ha pubblicamente dichiarato la sua omosessualità ed il suo ateismo.

La sua ultima pellicola in ordine temporale è "Julieta" del 2016, che verrà distribuito in Italia a partire dal prossimo 26 maggio e partecipa in concorso al Festival di Cannes del 2016.

Ultimo aggiornamento 10 maggio 2016

Ultime notizie su Pedro Almodovar
    • Agora

    Arriva a Cannes Tilda Swinton con la sua favola animalista e anticapitalista. Dall'ungheria si parla di immigrazione

    Fischi e un levare di applausi polemici alla proiezione del primo film di Netflix in gara alla 70esima edizione del festival del cinema di Cannes, "Okja", di Bong Joon-ho. I dietrologi hanno pensato alla congiura contro la piattaforma streaming on demand, iniziata con la dichiarazione del presidente della giuria, Pedro Almodovar, all'inaugurazione del festival in cui il regista spagnolo sosteneva di non aver nulla contro le nuove tecnologie ma di considerare paradossale che la rassegna del cinem...

    – Cristina Battocletti

    • News24

    Tenero e grottesco «Okja», fiaba ecologista a Cannes

    Fischi e un levare di applausi polemici alla proiezione del primo film di Netflix in gara alla 70esima edizione del Festival del Cinema di Cannes, "Okja", di Bong Joon-ho. I dietrologi hanno pensato alla congiura contro la piattaforma streaming on demand, iniziata con la dichiarazione del

    – di Cristina Battocletti

    • News24

    Paterson, purissimo cinema

    «Volevo creare un antidoto all'azione e all'eccitazione indiscriminate. Paterson è un film sull'osservazione delle mini variazioni della quotidianità, ma anche una storia d'amore tra persone normali, che sanno apprezzare il proprio presente». L'ha detto Jim Jarmusch a proposito del suo nuovo film,

    – Emanuela Martini

    • Agora

    Cannes '69: Jodie Foster torna a Cannes come regista 40 anni dopo "Taxi driver" con Clooney e Roberts. Ma "Money Monster" è noioso

    Di Cristina Battocletti "Il palais non esisteva ancora, il rep carpet è stato spostato e l'atmosfera oggi è decisamente più caotica con i flash dei fotografi che ti accecano". Così Jodie Foster commenta il suo ritorno al festival di Cannes, quarant'anni dopo il suo arrivo alla Croisette come attrice di "Taxi driver" che vinse la Palma d'oro nel 1976. Oggi la 69esima edizione del Festival di Cannes l'ha invitata a presentare Fuori concorso "Money Monster", film, oggi anche nelle sale italiane, d...

    – Cristina Battocletti

    • News24

    Jodie Foster torna a Cannes come regista 40 anni dopo «Taxi driver»

    «Il palais non esisteva ancora, il red carpet è stato spostato e l'atmosfera oggi è decisamente più caotica con i flash dei fotografi che ti accecano». Così Jodie Foster commenta il suo ritorno al festival di Cannes, quarant'anni dopo il suo arrivo alla Croisette come attrice di "Taxi driver" che

    – Cristina Battocletti

    • News24

    Paradisi fiscali, coinvolte 28 banche tedesche

    Una pioggia di inchieste fiscali e penali in Europa e Oltreoceano è il primo, dirompente effetto della pubblicazione dei Panama Papers. Insieme alla consapevolezza che l'elenco sterminato di conti e società offshore a disposizione di schiere di élite globali negli ultimi quarant'anni sferra un

    – Roberta Miraglia

    • News24

    Cambio vita a 50 anni / In valigia i robot da cucina

    Nel baule dell'auto poche cose, tanti elettrodomestici, robot e utensili da cucina, qualche vecchio libro di gastronomia, tutti i dvd di Pedro Almodovar da rivedere questa volta in lingua spagnola, rispolverata dopo una vacanza studio a Fuerteventura qualche tempo prima. Ormai si trova tutto

    • News24

    Sensuale e ironica, diva d'altri tempi

    Negli ultimi anni Silvana Pampanini (nella foto con Raf Vallone), mancata a novantanni, continuava a presenziare agli eventi mondani. Molto truccata sotto

    – Giuseppe Scaraffia

    • News24

    Vai a Barcellona con il Sole e le Guide Touring

    «Forti radici calate nel territorio, e al tempo stesso cosmopolitismo artistico e culturale. Da un lato i piaceri slow della città mediterranea, dall'altro una vitalità imprenditoriale che discende da secoli di tradizione prima marinara e poi industriale. Barcellona dosa con giusto equilibrio

    – Enrico Marro

    • News24

    Con Il Sole 24 Ore le Guide Touring: Barcellona, mappa, frasario spagnolo

    Enogastronomia, moda, design, arte e vita da spiaggia: a Barcellona ce n'è per tutti i gusti, uno scenario eclettico che soddisfa desideri e bisogni di tutti i turisti. Tra passato e presente il rock si fonda con la tradizione del flamenco e l'arte gotica vive a stretto contatto con la cultura

1-10 di 96 risultati