Le nostre Firme

Paul De Grauwe

Paul De Grauwe è un economista belga che insegna alla London School of Economics. Ha insegnato economia internazionale presso l'Università di Leuven, in Belgio. È stato membro del parlamento belga dal 1991 al 2003. È professore onorario dell'Università di Sankt Gallen (Svizzera), dell'Università di Turku (Finlandia), dell'Università di Genova, dell'Università di Valencia e quella di Maastricht.

Ultimo aggiornamento 10 maggio 2017

Ultime notizie su Paul De Grauwe
    • News24

    Euro, the big defeat for the economics profession

    The euro has been the greatest success of economic science but is becoming the most humiliating defeat for the economics profession. I thank Il Sole 24 Ore for it openness in allowing me to set forth and discuss a paradox that concerns us all, economists or otherwise, in the framework of a

    – di Alberto Bagnai

    • News24

    I salari e la questione irrisolta dell'euro

    L'euro è stato il più grande successo della scienza economica, ma sta diventando la più umiliante sconfitta per la professione economica. Ringrazio il Sole 24 Ore, che mi permette, con apprezzabile spirito di apertura, di esporre e discutere nel quadro di un dibattito autorevole un paradosso che ci

    – di Alberto Bagnai

    • News24

    Politiche più forti o l'Italia potrebbe lasciare l'euro

    Da quando è entrata nell'euro, l'economia italiana è andata malissimo. Il Pil pro capite è più basso di com'era nel 1999 al momento della creazione della moneta unica. Questo significa che la popolazione italiana nel suo complesso oggi è più povera. Il contrasto con l'evoluzione del Pil pro capite

    – di Paul De Grauwe

    • News24

    Is Italy unfit for the Eurozone?

    Italy's economic performance since it joined the Eurozone has been dismal. GDP per capita of Italy is now lower than at the start of the Eurozone in1999. This means that the Italian population as a whole is now poorer than when the country joined the Eurozone. The contrast with the evolution of per

    – by Paul De Grauwe

    • Econopoly

    Brexit e la fine del "super stato" europeo

    Il Regno Unito ha sempre faticato ad integrarsi nel contesto europeo. Brexit ci pone di fronte il futuro di un'Europa destinata a rimanere un'unione di stati diversamente integrati, con una limitata infrastruttura sovranazionale. E' l'Europa dei 'cerchi concentrici'. Divide et impera Il 'divide et impera'  britannico ha sempre osteggiato forti alleanze al centro dell'Europa. La creazione dell'Unione Europea nel 1957 non è un'eccezione. Ma il Regno Unito del secondo dopoguerra è una nazione in d...

    – Diego Valiante

    • News24

    La crescita unico contrappeso al debito

    La vicenda greca non è finita. Come mostra anche la disponibilità del cancelliere tedesco Angela Merkel a discutere del debito di Atene, il vero punto dolente

    – Riccardo Sorrentino

    • News24

    Il peso delle sofferenze

    Deboli, debolissime. Comunque vada a finire la crisi del debito sovrano della Grecia, le banche del Paese resteranno profondamente ferite dagli urti che hanno

    – Riccardo Sorrentino

    • News24

    Per l'Italia disponibilità fino a 125 miliardi

    Bene, benissimo, il Quantitative easing per l'economia italiana annunciato ieri da Mario Draghi. Peccato quel difetto sul piano del simbolico. Che poi, a ben

    – di Rossella Bocciarelli

    • News24

    Bce: acquisti per 500 miliardi

    Francoforte potrebbe concentrare il Qe sui titoli di Stato con investment grade

    – Alessandro Merli

1-10 di 31 risultati