Parole chiave

Vini Igt

Sono i vini a indicazione geografica tipica e si differenziano dai più famosi Doc per e un sistema di controlli più flessibile. Un decreto allo studio punta ad estendere anche ai vini Igt controlli analoghi a quelli previsti per Doc e Docg. I produttori temono ricadute negative per una categoria che ha fatto della semplicità normativa il proprio punto di forza. Le etichette Igt rappresentano circa il 27% della produzione italiana di vino

Ultimo aggiornamento 26 febbraio 2016

Ultime notizie su Vini Igt
    • News24

    La Sicilia del vino: vendite +6% e quasi primato di crescita sull'export

    Un comparto che continua a crescere ma che vuole farlo, con decisione, in quei mercati in cui le potenzialità sono altissime ma ancora poco sfruttare. Il bilancio per il settore vitivinicolo siciliano è più in chiaro che altro. Un buon viatico in vista di Sicilia en Primeur l'anteprima mondiale di

    – di Nino Amadore

    • News24

    Grillo e Nero d'Avola "blindati" nella Doc Sicilia

    A partire dalla vendemmia del 2017 i vini Igt Grillo e Igt nero D'Avola potranno avere esclusivamente l'indicazione di denominazione di origine controllata. In pratica i due vini, che fin qui avevano l'Indicazione geografica tipica, entrano a far parte della grande famiglia della Doc Sicilia. Così

    – di Nino Amadore

    • Agora

    Consorzio dell'Amarone aumenta di 2mila ettari la superficie vitata

    Il Consorzio della Valpolicella autorizza 2mila ettari di superficie vitata in più in dieci anni e aumenta la quota associativa del 10%. L'aumento delle superficie vitata certa non ammorbidirà la posizione dei dissidenti dell'Amarone. "C'è molto interesse - ha esordito Christian Marchesini, presidente del Consorzio - per le denominazioni dei vini Valpolicella. La produzione di Amarone è costantemente aumentata negli anni, subendo un rallentamento nel 2014. Nel 2015 sono state messe a riposo uve ...

    – Emanuele Scarci

    • News24

    Vino italiano dal metanolo al successo globale: +575% in trent'anni

    Ormai per l'intera agricoltura è un vero e proprio mantra, il modello cui guardare per lasciarsi le crisi alle spalle. Ma il successo che vanta oggi il vino made in Italy, riconosciuto in tutto il mondo, è frutto di una lunga parabola che affonda le radici nel tempo. Trent'anni fa lo scandalo del

    – Giorgio dell'Orefice