Parole chiave

Stabilimento in etichetta

Nel dicembre 2014 Bruxelles (con il Regolamento Cee 1169/2011) ha, tra varie cose, disposto la cancellazione dell'obbligo di indicazione dello stabilimento d'origine in etichetta. Ieri però il nostro Governo ha ripescato la norma a livello nazionale rendendola però vincolante solo per le nostre aziende. Secondo il ministero delle Politiche agricole si garantisce una migliore e immediata rintracciabilità degli alimenti da parte degli organi di controllo. Per i produttori italiani invece con queste norme la competizione non sarebbe ad armi pari: un mercato unico ha bisogno di norme estese e vincolanti per tutti i 28 Stati membri .

Ultimo aggiornamento 18 marzo 2017

Ultime notizie su Stabilimento in etichetta
    • Agora

    Il Governo ci prova: in etichetta ritorni l'indicazione dello stabilimento di produzione

    In Italia potrebbe tornare l' etichetta dell'indicazione obbligatoria dello stabilimento di produzione per i prodotti alimentari. L'ultimo consiglio dei ministri infatti ha approvato uno schema di disegno di legge che chiede la modifica del regolamento europeo 1169/2011 che introduce l'etichetta europea per i prodotti alimentari  (adottata il 13 dicembre 2014 dall'Italia) che ha eliminato l'obbligatorietà dell'indicazione dello stabilimento, prevista invece dalla precedente norma italiana. Sar...

    – Emanuele Scarci

    • Agora

    Alimentare, oggi vertice ministeriale per l'indicazione dello stabilimento in etichetta

    Vertice, questa sera al ministero dello Sviluppo economico, sul tema delle etichette alimentari dopo il vespaio sollevato lo scorso dicembre con il regolamento Ue che rendeva facoltativo l'indicazione dello stabilimento di produzione. Il dicastero di Federica Guidi ha infatti convocato questa sera i tecnici degli altri ministeri interessati (Politiche agricole, Salute, Politiche europee) e i rappresentanti di Federalimentare, Federdistribuzione, Confapi, Coldiretti, Confagricoltura e Copagri per...

    – Emanuele Scarci

    • Agora

    Martina avvia l'iter per l'indicazione dello stabilimento in etichetta

    Dopo il tweet del 21 dicembre arriva anche l'atto formale. Il ministro delle Politiche agricole Maurizio Martina ha chiesto, per iscritto, al ministro dello Sviluppo economico Federica Guidi di adoperarsi per "il mantenimento dell'indicazione obbligatoria in etichetta della sede dello stabilimento di produzione o di confezionamento". Nella lettera Martina sottolinea "come questa norma abbia dimostrato negli anni una grande utilità sia per garantire la correttezza e la trasparenza nei confron...

    – Emanuele Scarci