Parole chiave

Spread

Il termine (in italiano tradotto letteralmente significa “differenziale”) indica la differenza tra due rendimenti di asset. Dal 2011 è molto usato con riferimento ai tassi dei titoli di Stato. In particolare quelli del BTp decennale e del Bund (sempre decennale). Qui è la differenza tra il tasso d’interesse pagato dai titoli di Stato italiani (i BTp) e quelli tedeschi (i Bund, l’investimento sicuro per eccellenza). Più il titolo di Stato italiano viene percepito dagli investitori rischioso, più è costretto ad offrire tassi d’interesse elevati per attrarre acquirenti. Di conseguenza lo spread con i Bund, in termini di punti base, si amplia.

Ultimo aggiornamento 23 febbraio 2018

Ultime notizie su Spread
    • News24

    BTp sempre più distanti dai Bonos: la grande occasione perduta dall'Italia

    Il fatto che i rendimenti del BTp decennale abbiano questa settimana oscillato sui valori minimi dallo scorso dicembre e che lo spread nei confronti del Bund tedesco, abituale barometro delle tensioni, viaggi addirittura di nuovo sui livelli dell'agosto 2016 si giustifica in sé con una serie di fattori che spaziano principalmente dalla ripresa economica in corso e dall'atteggiamento pur sempre espansivo della Banca centrale europea.

    – di Maximilian Cellino

    • News24

    L'arte dell'investimento alternativo

    Sono prodotti illiquidi (in alcuni prodotti ci sono spread bid/ask anche del 25%), c'è una eccessivo grado di discrezionalità del gestore e una elevata difficoltà di misurazione delle performance di gestione».

    – di Christian Martino

    • News24

    Milano aggiorna i massimi da 3 mesi, + 2,2% in una settimana. Tim regina di seduta

    Nonostante il freno del settore petrolifero, le Borse europee consolidano, con una performance di contenuto incremento, i rialzi settimanali e guardano agli appuntamenti dei prossimi giorni con le riunioni della Banca centrale europea e della Bank of Japan e ai dati sul Pil di Usa per il primo

    – di S. Arcudi e A. Fontana

    • News24

    BTp e CcT, qual è il titolo di Stato più «resistente» al rischio politico?

    Il rendimento dei BTp è anzi tornato sui valori dello scorso autunno (1,71% per il titolo decennale) e il «famigerato» spread nei confronti del Bund si è addirittura riportato a quota 117, cioè ai livelli minimi dall'estate scorsa. ... Qualcosa però sembra essere cambiato: «Nell'ultimo mese la preferenza degli investitori per i titoli a tasso variabile è evidente», confermano dall'Ufficio Studi di Marzotto Sim, sottolineando come lo spread di credito che l'investitore richiede per investire nei...

    – di Maximilian Cellino

    • News24

    Petrolio e minerari spingono le Borse. Milano al top da gennaio

    La corsa del greggio dopo le scorte Usa, con il Wti ai massimi da dicembre 2014 (a 68 dollari al barile), e gli acquisti sui minerari grazie al rally dei metalli di base, sull'allentamento delle tensioni Usa-Cina, hanno spinto Londra (+1,3% Ftse 100) e sostenuto le Borse europee che hanno chiuso la

    – di C. Di Cristofaro e A. Fontana

    • News24

    Cina e Fmi danno slancio all'Europa, Milano chiude a +1,37 con le banche

    Chiusura in deciso rialzo per i principali mercati europei con sorpasso sul finale della borsa di Francoforte che ha strappato a Piazza Affari la maglia rosa per la prestazione di giornata. Milano ha chiuso infatti a +1,37% mentre il Dax è salito dell'1,57%. Bene anche Londra (+0,50%) e Parigi

    – di C. Condina e C.Poggi

    • News24

    I listini europei resistono alla crisi siriana, a Milano bene le banche

    L'esplodere delle tensioni in Siria, colpita nel week end dai bombardamenti della coalizione formata da Stati Uniti, Francia e Regno Unito, al momento non spaventa i listini azionari mondiali, che hanno ripreso le contrattazioni senza particolari scossoni. La tenuta degli indici europei (qui

    – di A. Fontana e P. Paronetto

1-10 di 11874 risultati