Parole chiave

Rito del lavoro

Il “rito lavoro” previsto dall’articolo 6 del decreto legislativo 150/2011 riguarda l’opposizione all’autorità giudiziaria contro l’ordinanza ingiunzione e contro l’ordinanza che dispone la sola confisca. L’opposizione va proposta al tribunale quando riguarda una violazione relativa alla tutela del lavoro, igiene e prevenzione infortuni, previdenza e assistenza obbligatoria, tutela dell’ambiente, ambito valutario e antiriciclaggio. Il ricorso va presentato entro 30 giorni dalla notificazione del provvedimento. Con la sentenza di accoglimento il giudice può annullare in tutto o in parte l’ordinanza o modificarla anche solo per quanto riguarda l’importo.

Ultimo aggiornamento 19 maggio 2017

Ultime notizie su Rito del lavoro
    • News24

    Multe, l'appello si fa in Tribunale

    Quando le multe stradali sono comminate da un organo dello Stato, l'appello contro le decisioni del giudice di pace va presentato al Tribunale. E' la conclusione di una sentenza del Tribunale di Aosta (giudice De Paola) del 9 novembre 2016.

    – di Antonino Porracciolo

    • News24

    Sul contante (finora) uffici «separati»

    Il problema del contante è destinato a diventare il punto centrale e qualificante della nuova voluntary. Anche nella gestione della "fase uno" il contante è stato al centro di controversie di rilievo. Verificate spesso con riferimento ai prelievi in contanti nei conti correnti esteri, oggetto di

    – di V.Va.

    • News24

    Jobs act degli autonomi / Contenzioso

    Le controversie aventi su rapporti di lavoro autonomo sono assoggettate al rito del lavoro. Viene superata la distinzione dell'articolo 409 del codice di procedura civile, che prevede l'applicazione del rito speciale solo ai rapporti di lavoro subordinato, di agenzia e alle altre forme di lavoro

    • News24

    Arriva il Jobs act degli autonomi, in vista più sconti per la formazione

    Gli interessi di mora per i ritardati pagamenti si applicheranno anche ai contratti tra imprese e lavoratori autonomi e tra lavoratori autonomi. Le spese per la formazione - master, corsi, congressi - saranno integralmente deducibili entro il limite annuo di 10mila euro: lo sconto fiscale si amplia

    – Maria Carla De Cesari

    • PubblicaAmministrazione24

    s

    E' stato (finalmente) adottato il tanto atteso (in realtà solo dagli addetti ai lavori) decreto legislativo 4 marzo 2014 n. 37, recante «Attuazione della

    – Fabio Piccioni

    • Agora

    Area C alla ripresa con tre sconti. E uno è per chi ha preso una multa

    Da stamattina riprende quella quotidiana corsa dei topi che è la vita in una metropoli e a Milano si torna a dover pagare l'accesso nell'Area C. Il Comune ha già fatto sapere che a marzo potrebbe concedere il pagamento tardivo senza far scattare una multa, riservare uno sconto ai residenti in centro che hanno ancora una vettura diesel Euro 3 senza filtro antiparticolato e fa trapelare progetti a medio-lungo termine per estendere il pagamento a parti di città sempre più ampie. Ovviamente su tutto...

    – Maurizio Caprino

1-10 di 43 risultati