Parole chiave

Product governance

La Mifid 2 ha introdotto il termine di “product governance”, rivoluzionando il modo in cui da ora in poi dovranno essere concepiti e distribuiti i prodotti finanziari. Il produttore infatti deve individuare un target market, ovvero la platea dei soggetti per i quali quello specifico prodotto è concepito. Ed eventualmente anche un target market negativo: di soggetti da escludere dalla distribuzione. I consulenti a loro volta devono dare “un volto” a questi target market, a partire dalla conoscenza dei prodotti e della clientela. Inoltre sono imposti obblighi informativi reciproci tra produttori e distributori.

Ultimo aggiornamento 14 aprile 2018

Ultime notizie su Product governance
    • News24

    Consulenza a pagamento avanti tutta

    La Mifid2, che pone al centro l'ottimizzazione del servizio al cliente, darà slancio alla consulenza evoluta a pagamento? Secondo un'analisi condotta in esclusiva per Il Sole 24 Ore da Aipb (Associazione italiana private banking), oggi su circa 800 miliardi di masse, solo il 19% del totale degli

    – di Gaia Giorgio Fedi

    • News24

    Risparmiatori, tutto quello che c'è da sapere sull'aumento di capitale Creval

    Che conseguenze ha il fatto che le azioni Creval siano classificate ad «alto rischio»?Complice l'entrata in vigore della Mifid2, nell'ambito delle valutazioni sulla product governance il Credito Valtellinese stesso ha classificato le proprie azioni con la «massima classe di rischio».

    – di L. Davi e A. Olivieri

    • News24

    Creval, via libera Consob al prospetto sul maxi-aumento di capitale

    C'è il via libera della Consob all'aumento di capitale da 700 milioni del Creval. L'Authority, che inizialmente doveva dare venerdì il disco verde, ha comunicato solo ieri sera l'ok alla pubblicazione del prospetto informativo, aprendo così formalmente la strada alla ricapitalizzazione della banca

    – di Luca Davi

    • News24

    Mifid2, ancora molti i nodi da sciogliere

    La Mifid 2 è in vigore da poco più di un mese, ma già esperti e addetti ai lavori si interrogano sugli impatti e le aree di criticità per il private banking. Per Luca Zitiello, socio fondatore dello studio legale Zitiello Associati, la principale area di criticità riguarda il clima di incertezza

    – di Gaia Giorgio Fedi

    • News24

    MIFID 2

    CHE COSA PREVEDE

    • News24

    «Più trasparenza sui costi, serve più efficienza»

    «Con l'entrata in vigore della direttiva Mifid 2 avremo più trasparenza sui costi dei prodotti e servizi finanziari per i clienti e una spinta ulteriore alla ricerca dell'efficienza per tutti i player dell'industria finanziaria, che nell'anno appena iniziato dovrà confrontarsi anche con la

    – Alessandro Graziani

    • News24

    Prodotti su misura

    Per le imprese che producono prodotti finanziari, e per le reti di distribuzione è obbligatorio collocare ai clienti prodotti "adeguati". La Mifid prevede due passaggi per la product governance: la prima in fase di ideazione del prodotto da parte delle società produttrici, la seconda in fase di

    • News24

    «Partnership di qualità per dare valore aggiunto»

    Nella tutela dell'investitore e nelle capacità distributive il private banking ha caratteristiche diverse dal retail (e le banche stanno prendendo atto delle particolarità e delle potenzialità del settore).L'attenzione al segmento di attività superiore ai 500mila euro non è mai stato, negli ultimi

    – di P.Zu.

    • News24

    Apf, 2014 all'insegna del cambiamento

    Oggi a Roma Carla Rabitti, presidente dell'Apf, nel presentare la relazione per l'anno 2013 dell'Organismo per la tenuta dell'Albo dei Promotori Finanziari

    – di Lucilla Incorvati

1-10 di 12 risultati