Parole chiave

Perdite su crediti

Il minor realizzo rispetto al valore nominale di un credito, se non è determinato da resi o da rettifiche di fatturazione, rappresenta una perdita su crediti. Questa può derivare da perdite per inesigibilità già note al momento della redazione del bilancio. Attulamente dal punto di vista fiscale sono deducibili solo in presenza di elementi certi e precisi o qualora il debitore sia stato assoggettato a una procedura concorsuale

Ultimo aggiornamento 26 febbraio 2016

Ultime notizie su Perdite su crediti
    • Info Data

    Banche: la crisi attacca la redditività del settore

    Adesso il costo della crisi arriva direttamente a incidere sulla redditività del settore del credito, in discesa rapida. Questo è il quadro che emerge dall'aggiornamento dello studio di Mediobanca dedicato alla grandi banche europee, che analizza i dati del primo semestre dei 21 maggiori istituti continentali includendo, per l'Italia, Intesa-Sanpaolo e Unicredit. Qual è quindi la situazione delle due italiane rispetto alla media europea? In generale si assiste a un calo della redditività dei ...

    – Infodata

    • News24

    I big del credito europeo pagano la crisi sugli utili

    Crediti in sofferenza, eccesso di finanza rischiosa, carenze patrimoniali: non sono più solo questi i problemi che le banche si sono trovate ad affrontare dopo il fallimento della Lehman Brothers.

    – di Antonella Olivieri

    • Econopoly

    Convertire o non convertire? Questo è il problema (subordinato)

    Pubblichiamo un contributo al dibattito sul piano per Mps. Questo scritto è stato messo a punto da un operatore finanziario che preferisce restare anonimo e affidare le sue valutazioni al blog - Che senso ha proporre una conversione volontaria di alcuni debiti in capitale? Se l'azienda non è - o prevede di non essere - in grado di pagare i propri debiti, è un modo di dilazionare il loro pagamento e acquisire capitale in grado di assorbire le perdite necessarie prima di poter tornare ad una adeg...

    – Econopoly

    • News24

    Commerzbank taglia 9.600 posti, stop ai dividendi

    Dividendi sospesi per coprire i costi di ristrutturazione da 1,1 miliardi, addio a 9.600 posti di lavoro (7.300 al netto delle nuove assunzioni), focalizzazione sul core business e passo indietro nel trading, con l'obiettivo di ottenere entro il 2020 un «sostenibile incremento della redditività».

    – di Paolo Paronetto

    • News24

    Cura dimagrante per Commerzbank, taglia 9.600 posti e stop ai dividendi

    Dividendi sospesi per coprire i costi di ristrutturazione da 1,1 miliardi, addio a 9.600 posti di lavoro (7.300 al netto delle nuove assunzioni), focalizzazione sul core business e passo indietro nel trading, con l'obiettivo di ottenere entro il 2020 un «sostenibile incremento della redditività».

    – di Paolo Paronetto

    • News24

    La partita va giocata sui costi indeducibili

    Tax rate 2015 in discesa per la deducibilità del costo del personale dall'imponibile Irap. Il taglio del cuneo fiscale, che privilegia le imprese di settori con elevata intensità di mano d'opera a tempo indeterminato, può spiegare in buona parte la discesa media del rapporto tra imposte sul reddito

    – di Luca Gaiani

    • News24

    Draghi: ci sono troppe banche in Europa, riducono la redditività

    FRANCOFORTE - L'area dell'euro ha troppe banche, dice il presidente della Banca centrale europea, Mario Draghi, e questo è un fattore importante della bassa redditività delle banche stesse, non la politica di bassi tassi d'interesse della Bce. In una conferenza organizzata dallo European Systemic

    – dal nostro corrispondente Alessandro Merli

    • News24

    Bce: serve una road map per gli Npl

    Una road map dettagliata, con gli obiettivi quantitativi da raggiungere, per la cessione dei crediti in sofferenza. E' questo il documento che la Bce intende chiedere a tutte le banche europee per permettere un alleggerimento graduale ma costante del fardello delle sofferenze. Il tema è al centro di

    – Luca Davi

    • News24

    In Italia il peso degli Npl Germania, «mina» derivati

    Un'incidenza dei crediti deteriorati quattro volte superiore alla media europea, a cui fa da contraltare un'esposizione decisamente inferiore nei confronti di altri fattori di rischio, a partire dalla «mina derivati» che continua a tenere banco in altri paesi del Vecchio Continente, Germania in

    – Paolo Paronetto

1-10 di 322 risultati