Parole chiave

PAGELLE FISCALI

Gli «indici di affidabilitą fiscale» sono i nuovi criteri di determinazione di ricavi e compensi che artigiani, professionisti e piccole imprese dovranno rispettare per essere giudicati «fedeli» dal Fisco e quindi evitare i controlli. Sostituiranno dal 2019 gli studi di settore; ad oggi ne sono stati gią validati oltre 100 e si attende il via libera alle restanti pagelle fiscali che interesseranno in totale a regime oltre 3,5 milioni di contribuenti

Ultimo aggiornamento 13 maggio 2018

Ultime notizie su PAGELLE FISCALI
    • News24

    Mercati in tensione, M5S e Lega cambiano il contratto di governo su debito e ruolo della Bce

    Nel ricco capitolo fiscale, oltre a riforma dell'Irpef, «pace fiscale» e addio a spesometro, redditometro e pagelle fiscali, arriva l'introduzione del «contraddittorio anticipato» sul modello svizzero, che prevede un confronto con il contribuente prima di passare ai verbali di accertamento, l'inversione dell'onere della prova (che affida sempre all'amministrazione finanziaria il dovere di certificare le proprie richieste) e la compensazione fra i crediti che il contribuente vanta dalla...

    – di Marco Mobili e Gianni Trovati

    • News24

    Manovra, abolizione rinviata per gli studi di settore

    Al momento, infatti, sarebbe troppo complicato gestire contemporaneamente le nuove 70 pagelle fiscali e i restanti studi di settore per gli altri 2-2,5 milioni di imprese, artigiani, commercianti e professionisti.

    – di M. Mobili e G. Parente

    • News24

    Studi di settore, ecco le categorie in testa agli «irregolari»

    I commercianti sono per gli studi di settore i contribuenti che risultano meno congrui con il fisco: al primo controllo solo il 57% risulta in regola con i redditi dichiarati. Ma poi si adeguano e i regolari salgono al 68,6% e, nel calcolo degli «irriducibili», vengono superati dal servizi e