Parole chiave

Ocse

L'Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico è un'organizzazione internazionale di studi economici per i Paesi membri, aventi in comune un sistema di Governo di tipo democratico e un'economia di mercato (la Cina non ne fa parte). L'organizzazione svolge prevalentemente un ruolo di assemblea consultiva per la risoluzione dei problemi comuni, l'identificazione di pratiche commerciali e il coordinamento delle politiche locali e internazionali dei Paesi membri. L'Ocse conta 34 Paesi membri e ha sede a Parigi. L'organismo fu fondato nel 1948, inizialmente come Organizzazione per la cooperazione economica europea, nell'ambito del Piano Marshall. Nel 1960 si giunse, a Parigi, a una nuova convenzione da cui nacque l'Ocse, con l'adesione, tra gli altri, di Canada e Usa e poi Giappone.

Ultimo aggiornamento 26 febbraio 2016

Ultime notizie su Ocse
    • Agora

    Nessuno parla di risparmio (al G7)

    E' vero che l'istruzione è tema dell'Ocse, ma istruzione e formazione sono fondamentali per politiche attive sul lavoro che i sette grandi a Bari sostenevano di voler prendere di petto.

    – Marco lo Conte

    • Info Data

    Ecco dove la produttività del lavoro è calata di più. Confronta l'Italia con l'Europa

    Continua il rallentamento della produttività del lavoro. Lo rileva Ocse sottolineando che il combinato disposto del calo della produttività che continua dal 2008 con il ristagno degli investimenti sta colpendo la produzione di Pil e quindi la crescita e con essa le nostre condizioni materiali di vita. Più nello specifico nei paesi Ocse, la produttività del lavoro nel settore manifatturiero è rallentato più marcatamente negli ultimi anni, in Repubblica Ceca, Finlandia e Corea del Sud. Se si guard...

    – Infodata

    • NovaOther

    Competenze precoci, aggiornamento continuo

    Il digitale sta rivoluzionando il mondo a velocità esponenziali: sulla base dello sviluppo a ritmi rapidissimi della capacità di elaborazione, di archiviazione e di comunicazione delle macchine, anche la realtà è spesso più avanzata di quanto sembri. Attenzione, quindi, a non farsi trovare impreparati, soprattutto per quanto riguarda i più giovani (ma non solo!). Tutte le cose che hanno andamenti esponenziali accadono anche se non sembra: quando si realizzano, potrebbe essere troppo tardi! E' pe...

    – Pierangelo Soldavini

    • News24

    Viva il maestro neoplatonico

    Se ne sente dire tante: che la società liquida ha sciolto anche l'educazione; che le tradizionali agenzie educative (scuola, famiglia, chiesa, partito) hanno perduto autorità e, peggio, degnità di fiducia; che i ragazzi oggi sono «maleducati»; perché la loro vita è altrove invece che a scuola (o a

    – di Alessandro Pagnini

    • News24

    Viva il maestro neoplatonico

    Se ne sente dire tante: che la società liquida ha sciolto anche l'educazione; che le tradizionali agenzie educative (scuola, famiglia, chiesa, partito) hanno perduto autorità e, peggio, degnità di fiducia; che i ragazzi oggi sono «maleducati»; perché la loro vita è altrove invece che a scuola (o a

    – di Alessandro Pagnini

    • News24

    I tempi diversi di regole e tecnologia

    Fakebook. Ci si scherza, talvolta, sul nome della piattaforma di Mark Zuckerberg, pensando alle notizie false che girano sul social network. Ma il duro intervento dell'Antitrust europea contro Facebook non è uno scherzo. L'azienda avrebbe falsato le comunicazioni alle autorità in relazione

    – di Luca De Biase

    • News24

    Scambio dati con filtro del giudice

    L'attivazione di una richiesta di cooperazione fiscale deve contenere gli elementi che consentano allo Stato richiesto di comprendere se la stessa rispetta tutti i vincoli di legittimità imposti dalle regole convenzionali, se ciò non risulta chiaro il diritto europeo deve garantire una reale tutela

    – di Stefano Oliva, Riccardo Padovan e Benedetto Santacroce

    • News24

    L'Aie avverte l'Opec: «Serve molto lavoro per ridurre le scorte di petrolio»

    Per smaltire l'eccesso di petrolio sul mercato «c'è ancora molto lavoro da fare» e l'Opec dovrà rassegnarsi a tempi lunghi e forse anche a sacrifici maggiori rispetto a quelli compiuti finora. E' questo il messaggio dell'Agenzia internazionale per l'energia (Aie), a pochi giorni dal vertice in cui

    – di Sissi Bellomo

    • News24

    I miracoli non servono, basta ridurre il cuneo fiscale

    Per tornare a crescere e ridurre disoccupazione e precarietà non è necessario nessun miracolo, né cadere in qualche pozione magica - l'economia in fondo è una disciplina abbastanza semplice. Basta investire con continuità in infrastrutture fisiche e immateriali, garantire la qualità delle politiche

    – di Andrea Goldstein

1-10 di 4935 risultati