Parole chiave

Mattarellum

È il sistema di voto con cui si sono svolte le politiche nel 1994, nel 1996 e nel 2001. Il Mattarellum è formato al 75% da un sistema di collegi uninominali a turno unico (fortemente maggioritario, favorisce i grandi partiti o quelli radicati sul territorio), mentre il restante 25% prevede dei sistemi per garantire le liste minori. Alla Camera il territorio è diviso in 475 collegi, al Senato in 232: in ogni collegio è eletto il candidato con più voti. Alla Camera i restanti 155 seggi (l’elettore riceve una scheda separata) sono attribuiti con il proporzionale: partecipano alla ripartizione le liste che superano il 4% su base nazionale. I seggi sono attribuiti ai candidati con liste bloccate. Per favorire le forze minori, alle singole liste vengono decurtati tanti voti quanti ne sono serviti per far eleggere i vincitori nell’uninominale (il cosiddetto scorporo). Al Senato i restanti 83 seggi sono attribuiti ripescando i migliori candidati bocciati nell’uninominale

Ultimo aggiornamento 22 dicembre 2016

Ultime notizie su Mattarellum
    • News24

    Il Pd, la sconfitta referendaria e il nodo irrisolto della vocazione maggioritaria

    Né ripetere, come fanno il fondatore dell'Ulivo Arturo Parisi e lo stesso Veltroni, che la legge Rosato non va bene perché lascia due terzi di proporzionale e che sarebbe stato meglio il Mattarellum sul quale tutti sanno che non c'erano i numeri in Parlamento, aiuta a chiarire il quadro.

    – di Emilia Patta

    • News24

    Arrivano le quote di genere ma dal 2005 Parlamento più «rosa»

    Questo secondo è il caso dell'Italia dove nel periodo preso in considerazione i parlamenti sono stati scelti con leggi elettorali (il Mattarellum prima, il Porcellum in seguito) che non davano indicazioni sul rapporto uomo/donna nelle liste.

    – di Riccardo Ferrazza

    • News24

    «I collegi arma per l'alternativa ai populismi di M5S e destra»

    E, pur mostrandosi poco entusiasta del Rosatellum bis («il Mattarellum sarebbe stato meglio, ma è comunque un passo avanti rispetto al Consultellum attuale perché ci sono più di un terzo di collegi uninominali»), riconosce che la presenza dei... Il Rosatellum prevede collegi in misura inferiore del Mattarellum, che sarebbe stato meglio, ma dove sia l'elemento fascista dei collegi sfugge».

    – Emilia Patta

    • News24

    Unica scheda, non possibile il voto disgiunto

    A differenza del Mattarellum, in cui c'erano due schede, una per il collegio ed una per il listino proporzionale, con la possibilità di un voto disgiunto, il Rosatellum 2.0 prevede una scheda unica.

    • News24

    Le pluricandidature salgono a 5 Collegi, il M5S attacca il Viminale

    In effetti proprio per rendere più trasparente la definizione dei collegi si è stabilito che il governo dovrà riprodurre quelli del Mattarellum qualora, secondo i dati Istat, la popolazione nel frattempo non sia cambiata.

    – di Barbara Fiammeri

    • News24

    Casini il pragmatico, nato con Forlani e ascoltato da Renzi

    Anzi, Casini di necessità fa virtù: il sistema maggioritario, introdotto per la prima volta dal Mattarellum, non consente di rimanere nel mezzo e così fonda assieme ad un nutrito gruppetto di ex democristiani quarantenni (tra cui Clemente Mastella) il Ccd (Centro cristiano democratico), schierandosi con Silvio Berlusconi e la nascente Fi, la Lega di Bossi e Gianfranco Fini nella Casa delle libertà, per il primo governo di centrodestra della seconda Repubblica (1994).

    – di Barbara Fiammeri

    • News24

    Legge elettorale, arriva il Rosatellum 2.0: depositato il testo base

    Il testo recepisce dunque le modifiche approvate l'8 giugno scorso dall'aula con un voto segreto sull'emendamento Biancofiore-Fraccaro, che ha eliminato dalla regione autonoma il Mattarellum, che prevedeva otto collegi uninominali maggioritari

    – di Andrea Gagliardi

    • News24

    Rosatellum 2.0, tutti i rischi del nuovo Patto del Nazareno

    Come noto i collegi uninominali sono da sempre avversati da Berlusconi, che infatti nell'ormai lontano 2005 cancellò il Mattarellum (75% di collegi uninominali e 25% di proporzionale) sostituendolo con il più sfortunato Porcellum, che di collegi uninominali non ne prevedeva neanche uno.

    – di Emilia Patta

1-10 di 445 risultati