Parole chiave

Libretti al portatore

Il libretto di risparmio è un supporto cartaceo che le banche forniscono ai loro clienti dopo l'apertura di un deposito a risparmio. Sul libretto sono annotate tutte le operazioni: prelievi, versamenti, accrediti, spese, interessi, eccetera. Tuttavia, rispetto al conto corrente, l'operatività è limitata a pochi servizi. Inoltre il saldo non può mai essere negativo. Occorre distinguere i libretti nominativi da quelli al portatore. I primi prevedono l'esistenza di intestatari, cointestatari o delegati. Invece i secondi possono essere utilizzati da chiunque li detenga. I libretti di risparmio postale, anch'essi nominativi o al portatore sono emessi dalla Cassa depositi e prestiti attraverso Poste Italiane

Ultimo aggiornamento 26 febbraio 2016