Parole chiave

Jobs act

Per «jobs act» si intende un piano per il lavoro che contiene proposte per la ripresa dell'economia e dell'occupazione. Il nome fa riferimento agli American Jobs Act che nel 2011 il presidente Usa Barack Obama presentò al Congresso, contenenti una serie di misure per il lavoro. Si trattava di sgravi fiscali per le piccole e medie imprese e per i lavoratori, con un taglio del 50% delle trattenute sui salari per pensioni e sanità fino alla fine del 2012, riduzioni delle trattenute pagate dai datori di lavoro per altri 65 miliardi di dollari al fine di incoraggiare le assunzioni, e altri interventi. In Italia, il termine Jobs act fa riferimento alla riforma del mercato del lavoro promossa dal governo Renzi tra il 2014 e il 2015 e caratterizzata in sintesi dall'introduzione del contratto a tutele crescenti (con il sostegno al reddito per i disoccupati reso universale), da alcune modifiche all'articolo 18 dello Statuto dei Lavoratori e dall'abolizione del contratto a progetto. Due, in particolare, i provvedimenti cardine della riforma: il decreto legge 20 marzo 2014, n. 34 (meglio noto come "decreto Poletti", dal nome del ministro del Lavoro Giuliano Poletti) e la legge delega 183/2014, n. 183, che demandava al governo una serie di decreti legislativi di attuazione in materia di riforma degli ammortizzatori sociali, dei servizi per il lavoro e delle politiche attive, oltre che sul riordino della disciplina dei rapporti di lavoro e dell'attività ispettiva, tutti provvedimenti emanati nel corso del 2015.

Ultimo aggiornamento 22 luglio 2016

Ultime notizie su Jobs act
    • Info Data

    La crescita globale è ferma al 3%. Confronta l'Italia con l'Europa

    Giudizio positivo quindi per il Jobs Act che avrebbe riequilibrato il sistema di protezione dei posti di lavoro e la riforma Buona scuola che avrebbe istituito un sistema di valutazione formale dei docenti e direttori delle scuole, che dovrà tuttavia essere pienamente implementato.

    – Luca Tremolada

    • News24

    Via alla fase 2 con cuneo e «pensione minima»

    Sul tavolo del premier Paolo Gentiloni c'è in "stand by" da alcune settimane un dossier, preparato dai tecnici di Palazzo Chigi in collaborazione con quelli dei ministeri del Lavoro e dell'Economia, che prevede una sforbiciata strutturale di 3-5 punti di contributi in favore dei neo-assunti con contratto a tempo indeterminato nella nuova versione "a tutele crescenti" introdotta dal Jobs act.

    – di D.Col. e M.Rog.

    • News24

    Vicenza, le ferie solidali entrano nell'accordo sindacale

    L'innovativo patto disciplina il dono di riposi e ferie, come previsto da una norma contenuta nel Jobs Act: a sottoscriverlo la Fondazione Marzotto, Fisascat Vicenza e Fisascat Veneto, Confcommercio Vicenza.

    – di Barbara Ganz

    • News24

    Il suo era l'ottimismo della ragione

    Celebrare Marco Biagi oggi significa ricordare la via riformista alla modernizzazione del mercato del lavoro fondata sul virtuoso connubio tra persona e impresa, su "more and better jobs", su un metodo basato non sull'astratta teoria dei numeri e degli algoritmi ma sul faticoso processo di

    – di Paolo Reboani

    • News24

    Un uomo coraggioso sempre aperto al dialogo

    Ora sul Jobs Act e la regolazione delle forme di lavoro occasionale. ... Non avrebbe molto senso domandarci cosa avrebbe detto oggi Marco Biagi sul Jobs Act e sulla scelta del governo di cancellare strumenti preziosi, se bene congegnati, per la regolazione di prestazioni di lavoro occasionale come i voucher.

    – di Michele Tiraboschi

    • News24

    Voucher, ora disciplinare il lavoro occasionale, altrimenti è boom di lavoro nero

    Stop ai voucher, che non potranno più essere utilizzati da nessuno, famiglie, imprese e Pa; e in alcun settore produttivo (dall'agricoltura, al turismo, al commercio, e piu' in generale, nei servizi industriali e non).Il decreto leggeCon un tratto di penna, e senza dialogo con le parti sociali, il

    – di Claudio Tucci

    • News24

    Il dietrofront del Pd sui voucher e la «spia rossa» che si accende sul Governo

    Alla fine sui voucher è maturato un interesse convergente. Per Renzi non rischiare - un'altra volta - di essere sconfitto su un referendum e non farsi scavalcare a sinistra; per il Governo evitare un test popolare da cui difficilmente sarebbe uscito in piedi. Da questa "coincidenza" è nata la

    – di Lina Palmerini

    • News24

    L'abrogazione dei voucher ci riporta indietro di vent'anni

    Inoltre la paura che questo possa galvanizzare gli oppositori per ripartire ad attaccare anche quel che resta del Jobs Act, l'abolizione dell'art. 18, sono stati tali da indurre il capogruppo del Pd, Ettore Rosato a presentare la proposta di recepire in tutto i quesiti referendari: per i voucher, abolizione totale (al massimo lasciando la possibilità di uso per le famiglie); per gli appalti, responsabilità solidale dell'appaltante.

    – di Franco Debenedetti

    • News24

    Stop ai voucher, appalti in bilico

    Con un decreto all'esame del Consiglio dei ministri questa mattina, il Governo cancella i tre articoli sul lavoro accessoriodal decreto attuativo del Jobs Act.

1-10 di 2525 risultati