Parole chiave

Jobs act

Per «jobs act» si intende un piano per il lavoro che contiene proposte per la ripresa dell'economia e dell'occupazione. Il nome fa riferimento agli American Jobs Act che nel 2011 il presidente Usa Barack Obama presentò al Congresso, contenenti una serie di misure per il lavoro. Si trattava di sgravi fiscali per le piccole e medie imprese e per i lavoratori, con un taglio del 50% delle trattenute sui salari per pensioni e sanità fino alla fine del 2012, riduzioni delle trattenute pagate dai datori di lavoro per altri 65 miliardi di dollari al fine di incoraggiare le assunzioni, e altri interventi. In Italia, il termine Jobs act fa riferimento alla riforma del mercato del lavoro promossa dal governo Renzi tra il 2014 e il 2015 e caratterizzata in sintesi dall'introduzione del contratto a tutele crescenti (con il sostegno al reddito per i disoccupati reso universale), da alcune modifiche all'articolo 18 dello Statuto dei Lavoratori e dall'abolizione del contratto a progetto. Due, in particolare, i provvedimenti cardine della riforma: il decreto legge 20 marzo 2014, n. 34 (meglio noto come "decreto Poletti", dal nome del ministro del Lavoro Giuliano Poletti) e la legge delega 183/2014, n. 183, che demandava al governo una serie di decreti legislativi di attuazione in materia di riforma degli ammortizzatori sociali, dei servizi per il lavoro e delle politiche attive, oltre che sul riordino della disciplina dei rapporti di lavoro e dell'attività ispettiva, tutti provvedimenti emanati nel corso del 2015.

Ultimo aggiornamento 22 luglio 2016

Ultime notizie su Jobs act
    • News24

    Firenze: patto di scopo 4.0 per accelerare la ripresa

    «Gli effetti della politica economica del Governo si cominciano a vedere - ha aggiunto Boccia - e sono la somma di una serie di strumenti, dal Jobs act al piano di industria 4.0.

    – di Silvia Pieraccini

    • News24

    Il tassello dell'integrazione mancata

    Con il risultato che l'Anpal (Agenzia Nazionale per le politiche attive) che doveva rappresentare il punto di raccordo delle iniziative regionali, incontra crescenti difficoltà e rischia di rimanere orfana di quella "mission " fondamentale che il Jobs Act le aveva attribuito.

    – di Carlo Dell'Aringa

    • News24

    I difficili nodi da tagliare per liberalizzare le professioni

    Anche il Jobs act del lavoro autonomo (legge 81/2017) ha sollevato il dibattito sul mondo autonomo e professionale nei termini di sua tutela, in riferimento all'articolo 36 della Costituzione, che riguarda i diritti di tutti i lavoratori, a prescindere dalla divisione sociale del lavoro, fra dipendenti e indipendenti.

    – Carlo Carboni

    • News24

    Lavoro occasionale con notifica all'Inps

    In linea con quanto introdotto dal decreto correttivo al Jobs act (Dlgs 185/2016 - per contrastare il lavoro nero) la nuova disciplina sul lavoro occasionale contiene l'obbligo della comunicazione preventiva.

    – di Josef Tschöll

    • News24

    Formazione, il legislatore e la Pa devono fare di più

    Le riflessioni su un nuovo paradigma delle politiche per l'occupabilità e della formazione (non solo continua ) che Marco Leonardi e Tommaso Nannicini e hanno proposto sul Sole 24 Ore il 26 maggio vanno positivamente accolte.

    – di Guglielmo Loy

    • News24

    Cuneo fiscale, contributi dimezzati per i giovani assunti

    Un 15-20 punti di contributi in meno, per tre anni, per i primi contratti a tempo indeterminato a favore dei giovani (ancora da stabilire se under29 o 35: l'esigenza è non "cannibalizzare" l'apprendistato); un intervento che avrebbe un costo iniziale inferiore al miliardo di euro nei primi due

    – di Claudio Tucci

    • News24

    La lezione di Macron e i tagli al cuneo fiscale

    E se per una volta i partiti della maggioranza accettassero l'idea di non trattare gli elettori come un gregge ebete o come una massa di fanciulli da conquistare con un lecca-lecca?

    – di Alberto Orioli

    • News24

    La lezione di Macron e i tagli al cuneo fiscale

    E se per una volta i partiti della maggioranza accettassero l'idea di non trattare gli elettori come un gregge ebete o come una massa di fanciulli da conquistare con un lecca-lecca?

    – Alberto Orioli

1-10 di 2653 risultati