Parole chiave

Jackson Hole

È l’appuntamento annuale per economisti e banchieri centrali organizzato dalla Fed. Prende il nome dalla vallata del Wyoming dove gli esperti di tutto il mondo dovrebbero avere un momento di riflessione. Un momento di relax favorito dalla pace della vallata e dalla splendida vista sulle montagne Grand Teton, tra boschi di conifere e fiumi blu. Negli ultimi anni tuttavia su Jackson Hole si sono proiettate le tensioni dell’economia mondiale.

Ultimo aggiornamento 25 agosto 2016

Ultime notizie su Jackson Hole
    • News24

    Draghi torna a Jackson Hole

    Il presidente della Banca centrale europea, Mario Draghi, interverrà a fine agosto all'annuale conferenza organizzata dalla Federal Reserve a Jackson Hole, sulle montagne rocciose. ... L'informazione è stata interpretata quindi dai mercati nel pomeriggio di ieri come un segnale che Draghi potrebbe anticipare a Jackson Hole qualche indicazione sulla svolta della politica monetaria, come avvenne, in senso opposto, nel 2014.

    • News24

    Claudio Borio (Bri): «Dobbiamo imparare a gestire i robot»

    La data in cui si colloca comunemente l'inizio della grande crisi finanziaria è il 15 settembre 2008 quando il fallimento di Lehman Brothers provocò un maremoto sui mercati mondiali. Non per Claudio Borio. Agli occhi del capo economista della Banca per i Regolamenti Internazionali, uno dei

    – di Beda Romano

    • News24

    Is Italy better off without the euro?

    Italy is perched on a knife-edge. Today, the economy is smaller and less productive than it was in 2001, while government debt has jumped by 30 percent. As long as interest rates remain low, and the government continues to run a primary budget surplus, the situation is only mildly unsustainable

    – by Stephen G. Cecchetti and Kermit L. Schoenholtz

    • News24

    Le riforme sono meglio delle svalutazioni

    L'Italia cammina sulla lama di un rasoio. Oggi l'economia è più piccola e meno produttiva di com'era nel 2001, mentre il debito pubblico è schizzato in alto del 30 per cento. Finché i tassi di interesse rimangono bassi, e lo Stato riesce a mantenere un avanzo di bilancio primario, la situazione è

    – di Stephen G. Cecchetti e Kermit L. Schoenholtz

    • News24

    Fed divisa all'appuntamento dei tassi

    NEW YORK - a Federal Reserve apre oggi la sua riunione al vertice con una certezza: ha segnalato ai mercati di non voler procedere con alcuna immediata stretta di politica monetaria negli annunci di mercoledì. Ancora nessun nuovo passo verso la pur sospirata normalizzazione dei tassi d'interesse.

    – di Marco Valsania

    • News24

    Quando incertezze e volatilità «colpiscono» anche i bond Usa

    «Market tantrum». Il mercato fa le bizze. Se il comportamento sembra poco addirsi a una piazza globale decisamente adulta come i Treasuries - 13.500 miliardi di dollari - la definizione è azzeccata. Domina la volatità, le brusche oscillazioni, la volontà di mettere alla prova soglie di resistenza

    – di Marco Valsania

    • News24

    Perché servono ancora modelli economici

    Sto cercando di fare l'analisi logica del saggio di Chris Sims (presentato il mese scorso all'annuale simposio della Federal Reserve a Jackson Hole, nel Wyoming) sulla predominanza della politica di bilancio su quella monetaria, e sto incontrando una certa difficoltà.Sims, economista di Princeton,

    – di Paul Krugman

    • News24

    La solitudine delle banche centrali in un mondo di tassi sottozero

    Le Banche centrali, come ha scritto Mohamed El-Erian, sono «l'unica strada possibile». Di sicuro sono i giocatori più importanti nella partita della stabilizzazione macroeconomica. Ma sanno il fatto loro? Una linea d'attacco, popolare negli ambienti ultraliberisti, è che perseguire la

    – di Martin Wolf

    • News24

    Il «protezionismo» nuoce all'America

    L'imprevedibilità che caratterizza le presidenziali americane (acuita per di più dalle incerte condizioni di salute di Hillary Clinton) mal si concilia con il ruolo di leadership economica globale degli Stati Uniti. Questa egemonia non dipende soltanto dall'importanza dell'economia americana. Gli

    – di Adriana Castagnoli

    • News24

    Crescono i motivi per non rialzare i tassi

    Un calo dell'indice manifatturiero, ben sotto le attese, ha prodotto sul dollaro e i rendimenti dei Treasury reazioni quasi paragonabili, ma di segno opposto, a quelle suscitate dalle parole di Janet Yellen a Jackson Hole: sebbene l'industria americana pesi per meno del 15% del pil. Venerdì scorso

    – di Walter Riolfi

1-10 di 378 risultati