Parole chiave

Integrativa a favore

I contribuenti possono correggere le dichiarazioni con errori o omissioni che abbiano determinato l'indicazione di un maggior reddito o, comunque, di un maggior debito d'imposta o di un minor credito, presentando una dichiarazione integrativa non oltre il termine prescritto per la presentazione della dichiarazione relativa al periodo d'imposta successivo. L'eventuale credito evidenziato dall'integrativa a favore può essere utilizzato in compensazione.

Ultimo aggiornamento 26 febbraio 2016

Ultime notizie su Integrativa a favore
    • News24

    Affitti transitori con la cedolare al 10%

    Sono circa 120mila i contratti d'affitto transitori che adesso hanno la certezza di poter applicare la cedolare secca al 10 per cento. La conferma delle Entrate - arrivata a Telefisco 2017 - riguarda le locazioni che durano da uno a 18 mesi stipulate nei capoluoghi di provincia e nelle aree

    – Valeria Uva

    • News24

    Affitti brevi, via libera del Fisco all'imposta dimezzata

    Sono circa 120mila i contratti d'affitto transitori che adesso hanno la certezza di poter applicare la cedolare secca al 10 per cento. La conferma delle Entrate - arrivata a Telefisco 2017 - riguarda le locazioni che durano da uno a 18 mesi stipulate nei capoluoghi di provincia e nelle aree

    – a cura di Cristiano Dell'Oste e Valeria Uva

    • News24

    Irap, il peso delle voci straordinarie

    Nuovi schemi di bilancio con impatto automatico sulla base imponibile Irap. E' quanto emerge dalla modulistica definitiva pubblicata ieri sul sito delle Entrate.

    – di Giacomo Albano

    • News24

    Per le società arriva la stretta sull'Ace

    Redditi SP 2017 con calcolo dell'Ace incrementale. Il modello di dichiarazione dei redditi delle società di persone, approvato ieri in via definitiva dalle Entrate, imbarca le novità per il calcolo dell'Ace dei soggetti Irpef introdotte dalla legge di Bilancio. Al via anche i modelli definitivi per

    – di Luca Gaiani

    • News24

    Le questioni aperte sul raccordo fisco-bilanci

    CREDITI E DEBITI COMMERCIALI E INTERESSI La valutazione dei crediti e dei debiti commerciali con il criterio del costo ammortizzato può comportare in taluni casi la necessità di scorporare dal ricavo o dal costo sottostante la componente finanziaria: minori ricavi che generano interessi attivi e

    – a cura di Luca Gaiani

    • News24

    Meno comunicazioni Iva e certificazioni al 31 marzo

    Il Cup, il Comitato unitario delle professioni, prende l'iniziativa e offre al legislatore quattro proposte di semplificazione, per fare pace tra Fisco e professionisti. Se condivise dal Governo, le proposte possono essere recepite già con il decreto legge Milleproroge. I capitoli della proposta

    – di Maria Carla De Cesari

    • News24

    Patent box al debutto in Redditi Pf

    Patent box in quadro RF per l'indicazione della quota di reddito detassabile a partire dal periodo in cui è stata presentata l'istanza; eliminazione del prospetto "Errori contabili" nel quadro RS, con nuovo quadro DI per la gestione del credito delle integrative a favore. Sono solo alcune delle

    – di Lorenzo PegorinGianPaolo Ranocchi

    • News24

    Modello redditi Pf 2017, online le bozze con le istruzioni

    Sono disponibili, a partire da oggi sul sito internet dell'agenzia delle Entrate, bozza e istruzioni della dichiarazione Redditi Pf 2017, da utilizzare per il periodo d'imposta 2016. Tra le varie novità inserite nei modelli di quest'anno rientrano l'agevolazione sui premi di risultato per i

    – di Enrico Bronzo

    • News24

    Nel quadro VX Iva rimborsi liberi sotto i 30mila euro

    Il credito Iva risultante dalla dichiarazione integrativa "lunga" si può compensare con il debito Iva del 2016 da versare nell'anno successivo. Questo anche nel caso in cui la dichiarazione integrativa a favore sia stata trasmessa oltre il termine prescritto per la presentazione della dichiarazione

    – di Gian Paolo Tosoni

1-10 di 97 risultati