Parole chiave

Globalizzazione

Definizione con cui si vuol sintetizzare il processo di interdipendenze economiche, sociali, culturali, politiche e tecnologiche i cui effetti positivi e negativi hanno una rilevanza di scala mondiale, tendendo a uniformare il commercio, le culture, i costumi e il pensiero. Il termine è utilizzato prevalentemente in riferimento agli aspetti economici delle relazioni fra popoli e aziende multinazionali, ma soprattutto dagli anni Ottanta sta a indicare le complesse interazioni fra i popoli su scala mondiale

Ultimo aggiornamento 05 marzo 2018

Ultime notizie su Globalizzazione
    • Econopoly

    Aziende e consumatori, l'urgenza di uscire dallo schema Tom e Jerry

    Per fortuna anche nell'era della globalizzazione c'è sempre almeno un'alternativa: l'alternativa di un fare impresa diverso, l'alternativa di non piegarsi alla legge della matematica e della statistica, l'alternativa di essere liberi senza per questo fare demagogia.

    – Alessandro Capocchi

    • Econopoly

    L'Italia ha bisogno del libero scambio: ecco perché dire no al CETA sarebbe un errore

    Inoltre, contrariamente alla vulgata sovranista di Di Maio e di tanti altri esponenti dell'attuale governo è proprio grazie all'apertura dei mercati internazionali, al libero scambio e alla globalizzazione che il brand "Italia" è diventato famoso... Di conseguenza, la globalizzazione dei mercati, la diminuzione delle tariffe e di altre importanti barriere commerciali ed il costante aumento degli scambi transfrontalieri hanno permesso a centinaia di migliaia di imprese italiane di vendere più...

    – Giovanni Caccavello

    • News24

    Come sta l'economia globale a dieci anni dalla Grande recessione

    La globalizzazione: troppa o troppo poca? La globalizzazione, negli ultimi tempi, è diventata il capro espiatorio delle mille difficoltà della classe media e dei più poveri. ... Al punto che ci si può chiedere se i problemi che i populisti vogliono risolvere con il protezionismo siano causati dalla globalizzazione o dalla sua frenata, ormai strutturale.

    – di Riccardo Sorrentino

    • Econopoly

    Il merito, dove esiste, è l'unica via seria per la mobilità sociale

    A livello di individui, le nuove tecnologie e la globalizzazione hanno consentito ai più bravi e meritevoli di affermarsi, di cambiare lavoro, di andare all'estero ed essere pienamente valorizzati, di pretendere stipendi più alti.

    – Beniamino Piccone

    • News24

    Italia batte Francia sul valore aggiunto nella moda

    Con la globalizzazione e lo spostamento di molte produzioni in Paesi con un costo del lavoro più basso, il tessile-abbigliamento ha sofferto e perso quote di mercato, ma ha saputo riposizionarsi.

    – di Giulia Crivelli

    • NovaCento

    La lenta decomposizione dell'Unione Europea. #FuoriCernobbio con Niall Fergusson

    Sei d'accordo con l'idea che dopo una prima fase storica in cui l'Europa ha fatto i conti con la Guerra Fredda, una seconda fase in cui l'Unione ha affrontato la sfida della globalizzazione, si entra ora in una terza fase della storia delle istituzioni europee: una fase caratterizzata dal contrasto al nazionalismo e al populismo?

    – Alberto Di Minin

    • News24

    Un equilibrio fra le tutele e il mercato

    Ma è rischioso, perché i populisti rifiutano la globalizzazione e la sovranità della legge sul governo, due cose care al neoliberalismo.

    – di Colin Crouch

    • Econopoly

    Starbucks a Milano. Sicuri che possiamo parlare di "globalismo"?

    E da questo punto di vista non sono tardate le frecciate sui social da parte di esponenti, a vario titolo, di quel vasto schieramento che da tempo contesta i concetti di globalizzazione, di crescita, di multiculturalismo, e che ha trovato una forte sponda nel governo in carica.

    – Leonardo Dorini

    • News24

    Contro il turismo delle ciabatte. Breve libello sull'estetica del viaggio

    Il David di Michelangelo dovrebbe essere preso da una sindrome di segno opposto, dovrebbe stramazzare al suolo per il modo in cui sono vestiti i turisti - in particolare nei mesi caldi -, come abbattuto dal Golia della globalizzazione del cattivo gusto.

    – di Antonio Armano

1-10 di 4790 risultati